Come conservare a lungo le rose: quattro metodi fai da te

Come fare per conservare più a lungo una rosa? Ecco quattro metodi infallibili, facilissimi e fai da te che ti permetteranno di mantenere intatto per molto tempo il tuo bellissimo bouquet di rose.  
come-conservare-le-rose-copertina-1
Un bouquet di rose, magari rosse, scioglie anche la più restie delle donne conquistandola con il profumo e la bellezza di un fiore che non passa mai di moda. Simbolo dell’amore, della passione, del desiderio, di intramontabile bellezza ha, tuttavia, una durata breve: infatti, una rosa recisa mantiene il suo bell’aspetto per almeno una settimana.

Tuttavia, sono sempre di più le persone che vorrebbero che quel bellissimo bouquet di rose rimanesse così per sempre e allora perché non provare questi metodi infallibili?

Ecco come conservare più a lungo una rosa o un bouquet.

come-conservare-le-rose-copertina-2

1. Come conservare a lungo le rose: essiccazione

come-conservare-le-rose-essiccazione


Leggi anche: Segnaposti natalizi: 40 idee fai da te

Uno dei metodi più conosciuti ed efficaci per conservare a lungo le rose è sicuramente l’essiccazione. Prima che appassiscano o marciscano, taglia lo stelo delle rose tenendo in considerazione che più sarà corto lo stelo minore sarà il tempo di essiccazione in quanto il livello di umidità presente all’interno sarà inferiore.

Se hai un bouquet di rose e desideri essiccarle tutte, legale tra di loro con un cordino o un nastrino. Successivamente riponi le rose all’ingiù con lo stelo rivolto verso l’altro facendo attenzione a scegliere un luogo fresco.

Attendi alcune settimane fin quando saranno completamente asciutte. A questo punto, per un tocco di lucentezza e per mantenere un colore vivo più a lungo, l’ideale è spruzzare un po’ di lacca per capelli.

2. Essiccare una rosa in un libro

come-conservare-le-rose-libro

Un altro metodo semplicissimo ma forse più lungo nei tempi prevede l’essicazione delle rose nelle pagine dei libri. Posiziona ogni fiore tra due fogli di carta assorbente (diversamente le pagine del libro si macchierebbero), e poi tra due pagine di un libro.

Chiudi il libro e poggia al di sopra alcuni oggetti pensati. Attendi circa una settimana e controlla il punto di essiccazione. Sostituisci ogni settimana i fogli di carta assorbente e lascia essiccare per circa quattro settimane.


Potrebbe interessarti: Acqua di rose

3. Come conservare a lungo le rose: l’utilizzo della cera

come-conservare-le-rose-cera

Un altro metodo che sottoponiamo alla tua attenzione per conservare una rosa prevede l’utilizzo di cera. In particolare, ti occorrerà: una candela bianca senza coloranti, una pinzetta per sopracciglia, una vaschetta di plastica, un piccolo pennello dalle setole morbide, un pentolino e del fil di ferro.

Se nel progetto precedente puoi farti aiutare anche dai più piccoli, per quest’alternativa è necessario l’utilizzo di cera bollente e fiamme quindi non è ideale come “passatempo creativo” da fare insieme ai bambini.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Per prima cosa bisogna sciogliere la cera a bagnomaria in un pentolino eliminando il cordino della candela. Nel frattempo, inserisci la rosa bel distesa in una vaschetta di plastica e, quando la cera sarà completamente fusa, ricopri il fiore avendo cura di non far piegare i petali.

Puoi aiutarti con una pinzetta per sopracciglia. Rigira la rosa nel contenitore e lascia sgocciolare la cera in eccesso, lascia raffreddare il fiore per qualche minuti e, con l’aiuto di un pennellino, effettua delle delicate striature per donare al fiore un effetto davvero particolare.

Un metodo alternativo è quello di immergere le rose all’ingiù nella cera fusa e lasciarle asciugare capovolti legando i fiori con del fil di ferro che dovrà passare fin dentro la corolla: in questo modo il peso della cera non rischierà di rompere i petali.

Conservare una rosa con il gel di silice

come-conservare-le-rose-silicagel

Puoi prolungare la vita di splendide rose anche mediante uso del gel di silice. Il processo che porta alla conservazione delle rose attraverso questo metodo prevede una serie di passaggi e, in generale, è uno dei metodi più lunghi ma che sicuramente restituisce l’effetto desiderato.
Ecco cosa dovrai fare:

  • Assicurati che le rose siano ben asciutte e senza umidità, inseriscile poi nel gel di silice. In particolare, versa circa 5 cm di gel di silice, che puoi tranquillamente recuperare nei negozi del fai da te, in un contenitore facendo in modo che ogni angolo del fiore sia ricoperto della sostanza. Poi riempi completamente il contenitore e chiudi il coperchio ermeticamente e sigillandolo con del nastro adesivo. Lascia il contenitore in questo stato per almeno due settimane;
  • Trascorse le due settimane, dovrai eliminare il gel in eccesso utilizzando un pennello. Se dovessi notare dei petali caduti potrai attaccarli con della colla a caldo o della colla gommosa. Lascia asciugare il tutto all’aria per circa 24 ore;
  • il giorno seguente potrai preparare una finitura utilizzando un sigillante a base di xilene e alcool denaturato. Ricorda prima di procedere di indossare un’adeguata attrezzatura protettiva in quando il sigillante è una vernice utilizzata nell’edilizia per cui va maneggiata attentamente usando guanti e occhiali; l’alcool denaturato è tossico se ingerito quindi dovrai indossare abiti protettivi e ricordarti di lavare sempre le mani;
  • Prepara dunque la miscela di alcool e sigillante e utilizzando una pistola a spruzzo spargi la soluzione sulla superficie della rosa e lascia asciugare per 24-48 ore, al termine delle quali dovrai ripetere il passaggio applicando un altro strato.

Come conservare a lungo le rose tre metodi fai da te: immagini

Per rivedere le immagini su come conservare a lungo le rose utilizzando i tre metodi descritti sfoglia la galleria seguente.

Marika Manna
  • Laurea in Editoria e Giornalismo
  • Autore specializzato in Lifestyle, Casa, Arredamento, enogastronomia
Suggerisci una modifica