Tacchino bollito


Tacchino bollito

Sommario

Ricetta dietetica, ideale per chi soffre di digestione lenta: il tacchino bollito. Decisamente più leggero rispetto al tacchino arrosto in forno, al tacchino arrosto ripieno e al tacchino arrosto tartufato, il tacchino bollito è un secondo di carne dal sapore delicato, ma non per questo meno buono, consigliato per quei pranzi o per quelle cene con abbondanti e sostanziosi primi piatti.

Ingredienti Ricetta

  • Tacchino giovane 1,5 kg
  • Cipolla 1
  • Sedano 1
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Sale qb

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 g
  • Calorie 135

Tacchino bollito


Preparazione del tacchino bollito

Nettare e fiammeggiare il tacchino. Togliere le interiora, lavarlo e asciugarlo con un canovaccio. Riempire d’acqua una casseruola capiente e metterla sul fuoco.

pentola

Portare l’acqua all’ebollizione, quindi aggiungere il sale, la cipolla, il sedano, il prezzemolo e infine il tacchino.

Far rialzare il bollore, poi ridurre il calore e lasciar bollire a fuoco dolce.

Quando il tacchino sarà cotto al punto giusto, toglierlo dal brodo di cottura e lasciarlo raffreddare in una terrina (in questo modo la carne fredda è più compatta, quindi è più facile da tagliare in pezzi regolari).

Mettere i pezzi di tacchino in una teglia disponendoli in un solo strato. A questo punto ricoprirli di brodo bollente e lasciarli in caldo fino al momento di servire in tavola, magari impreziositi da un bel contorno a vostro piacimento.


Leggi anche: Tacchino arrosto ripieno

Ottimo piatto anche per chi sta facendo la dieta per l’estate.

Paolano

Commenti: Vedi tutto