Calamarata con pesce spada e gamberoni


Calamarata con pesce spada e gamberoni

Sommario

La Calamarata con pesce spada e gamberoni è un primo piatto che profuma di mare, facilissimo da preparare è l'ideale per il pranzo o per la cena e i vostri commensali ne saranno entusiasti!

Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
5 minuti
Quantità:
4

Ingredienti Ricetta

  • Pesce spada 400 gr
  • Gamberoni 300 gr
  • Pasta Calamarata 300 gr
  • Pomodorini 200 gr
  • Olio Extra Vergine di Oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Prezzemolo tritato 1 ciuffetto
  • Aglio 1 spicchio

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 390 kcal

Un primo piatto che profuma di mare, sano e ricco di Omega3 e facilissimo da preparare! Ideale per la cena di Natale, questa deliziosa ricetta oltre a mettere tutti d’accordo a tavola garantirà un piatto di successo e i vostri commensali ne saranno entusiasti.

La pasta che abbiamo scelto ben si sposa con i prodotti del mare, la Calamarata con pesce spada e gamberoni è una preparazione rapida e fresca a cui non potrete più rinunciare. Vediamo come preparare questo profumato primo piatto nella nostra ricetta passo passo!

Procedimento della Calamarata con pesce spada e gamberoni

  1. Iniziate a preparare il sughetto che accompagnerà il pesce spada. Lavate con cura dei pomodori e abbiate cura di sceglierli turgidi e polposi.20201103_131255
  2. Tagliateli a metà eliminando una parte dei semi se dovessero essere tanti.
    20201103_131338
  3. Tagliateli ulteriormente fino ad ottenere dei cubetti.
    20201103_131450
  4. Procedete a sfilettare il pesce spada. Con Un coltello molto affilato eliminate delicatamente la pelle avendo cura di non rimuovere troppa carne, estraete l’osso centrale e i relativi filamenti a raggiera.
    20200805_202309
  5. Tagliate a cubetti la carne del pesce spada e tenete da parte.
    20200805_202939
  6. Nel frattempo sistemate i gamberoni su di un tagliere, sciacquateli con cura e tenete da parte fino al momento dell’utilizzo.20201103_131546
  7. In una padella antiaderente unite poco olio Evo e uno spicchio d’aglio e lasciate dorare.
    20201103_131856
  8. Aggiungete i pomodori tagliati a cubetti e lasciate cuocere a fiamma bassa.
    20201103_132052
  9. Quando i pomodori saranno ben appassiti unite il pesce spada e lasciate cuocere a fiamma vivace per qualche minuto.20201103_132404
  10. Infine, unite i gamberoni e lasciate cuocere 5/6 minuti avendo cura di coprire la padella con un coperchio per agevolare la cottura con il vapore.20201103_132448
  11. Pesate la pasta in base al numero dei vostri commensali.
    20201103_132220
  12. Versate la pasta in acqua bollente salata e abbiate cura di ritirarla al dente.
    20201103_132527
  13. Nel frattempo tritate dei ciuffi di prezzemolo fresco.
    20201103_132624
  14. Unite una parte di prezzemolo al sughetto di pesce e lasciate insaporire.
    20201103_132732
  15. Mescolate con cura sempre a fiamma spenta e ritirate i gamberoni che unirete solo quando la pasta sarà pronta.20201103_133200
  16. Una volta che la pasta avrà raggiunto una cottura al dente, scolatela con l’aiuto di una schiumarola e concludete la cottura in padella insieme al sugo di pesce.
    20201103_133845
  17. Saltate la pasta con il condimento a fiamma vivace, unite i gamberoni e lasciate insaporire.
    20201103_134235
  18. Servite su di un piatto da portata, unite la restante parte di prezzemolo fresco tritato… e buon appetito!PSFix_20201103_140003

Curiosità calamarata con pesce

La Calamarata è un termine che è entrato in uso nella tradizione gastronomica locale campana con notevole successo negli ultimi anni. Solitamente si riferisce al formato di pasta di medie dimensioni e che a prima vista è una via di mezzo tra i famosi paccheri e le mezze maniche. La calamarata è famosa per essere una pasta liscia dalla consistenza molto rugosa dovuta alla sua lavorazione prettamente artigianale.


Il termine “calamarata” però, può anche riferirsi ad un primo piatto della tradizione, tipico della gastronomia partenopea a base di calamari e pomodorini. Il nome di questo formato di pasta deriva senza dubbio dalla sua forma tipica che ben ricorda gli anelli dei calamari al momento del taglio ed è un piatto tipico della tradizione campana al quale si riserva un posto di rilievo per allietare gli eventi più importanti: dalla Vigilia di Natale al cenone di San Silvestro questa preparazione riscuote a tavola sempre un enorme successo.

Data la sua produzione artigianale, la superficie ruvida e porosa lo rende un formato perfetto per sughi densi e cremosi che ben si sposano sia con prodotti di mare che di terra. L’unione mare e monti è senz’altro la scelta migliore, che vede in unico piatto un matrimonio perfetto di gusti e sapori di una terra magnifica come quella del Sud Italia.


Leggi anche: Pesce spada alla griglia

Calamarata con pesce spada e gamberoni foto e immagini

Raffaella Gambardella
  • Scrittore e Blogger

Commenti: Vedi tutto

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.