Spongarda di Cremona


Spongarda di Cremona un tipico dolce della Lombardia

Ricetta, ingredienti e preparazione della Spongarda di Cremona un dolce delicato e gusoto farcito con la frutta secca.

x.28.jpg
Ingredienti:


Vino bianco secco
300 gr. di farina bianca finissima
200 gr. di miele
200 gr. di noci sgusciate
150 gr. di zucchero semolato
100 gr. di pane biscottato
mandorle dolci
50 gr. di uvetta sultanina
50 gr. di nocciole
50 gr. di cedro candito
50 gr. di arancia candita
50 gr. di zucchero a velo
30 gr. di pinoli
5 gr. di cannella in polvere
una noce moscata intera
olio
Cognac
sale, pepe e burro.

Preparazione:

noccioleMettere l’uvetta in una tazza con acqua tiepida. Grattugiare molto finemente il pane. Mettere in forno le nocciole per privarle della pellicina, poi tritare le nocciole e 50 gr. di noci. Pelare le mandorle. Tagliare a fettine cedro e arancia. Pestare mandorle insieme allo zucchero in un mortaio.


Leggi anche: Panforte – Ricetta

In una casseruola mettere il miele e 50 gr. di vino (vanno bene anche 100 gr.) e fare bollire per qualche minuto.

Abbassare il fuoco, aggiungere il pane, la noce moscata grattugiata, la cannella, un pizzico di pepe e mescolare il tutto.

Unire mandorle, noci e nocciole al composto. Levare dal fuoco e aggiungere i pinoli interi, il cedro, l’arancia, l’uvetta asciugata e una cucchiaiata di Cognac.

Lasciare il composto in zuppiera per 24 ore.

Il giorno dopo fare una pasta con la farina, zucchero (50 gr.), 1 pizzico di sale, 1 cucchiaiata d’olio, burro a pezzetti e vino bianco. Stendere la pasta alta 3 millimetri in due tondi (20-30-40 cm di diametro). Stendere su un tondo il composto ben livellato, ricoprirlo con l’altro tondo facendo attenzione a unire bene i bordi.

Bucherellare con un grosso ago la superficie (molti buchi) e con la mano stendere sulla superficie pochissimo olio. Lasciar riposare il dolce per 24 ore, dopodiché metterlo in forno caldo a 180° per 20 minuti.

Lasciar raffreddare la spongarda e spolverarla con zucchero a velo. Avvolgerla in carta oleata, lasciandovela per almeno 3 giorni.

Consiglio

Attenzione alle calorie della frutta, non eccedere nelle porzioni.

Paolano

Commenti: Vedi tutto