Crema di nocciole


Crema di nocciole

Sommario

Crema di nocciole spalmabile con e senza cioccolato preparata seguendo un'antica ricetta contadina: ingredienti, dosi, procedimento, calorie e foto

Tempo di preparazione:
15 minuti
Tempo di cottura:
10 minuti
Quantità:
10

Ingredienti Ricetta

  • Nocciole tostate 150 g
  • Zucchero semolato 100 g
  • Cioccolato al latte 100 g
  • Vaniglia 1/2 bacca
  • Cacao amaro 2 cucchiai
  • Burro 50 g
  • Latte 150 ml

Crema di nocciole


Preparazione della crema di nocciole

Una crema di nocciole vellutata e buonissima come quella preparata dalle nostre nonne che farà felici i bambini e anche gli adulti e i golosoni.

crema di nocciole

La sera prima sgusciate le nocciole fatele tostare tostare nel forno, fatele raffreddare e poi pulitele della pellicina. Sterilizzate anche i  barattoli con chiusura ermetica facendoli bollire nell’acqua (devono essere completamenti ricoperti dall’acqua) e fateli asciugare capovolti su un canovaccio pulito.

Il giorno seguente, mettete sul piano da lavoro tutti gli ingredienti richiesti dalla ricetta: nocciole, latte, zucchero, olio o burro o oli, vaniglia, cacao e cioccolato fondente o al latte.

Crema di nocciole-ingredienti
Versate nel boccale del frullatore le nocciole, aggiungete lo zucchero e frullate a velocità massima fino ad ottenere una pasta di nocciole finissima.

Mettete il burro in un pentolino e fatelo sciogliere a fiamma bassa.

Aggiungete poi il cioccolato alla pasta di nocciole e zucchero; unite il burro fuso, il latte a filo, il cacao e frullate ancora per alcuni secondi fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo.

Versate la crema ottenuta in un pentolino.

Prendete un altro pentolino leggermente più grande, riempitelo per metà con l’acqua.

Mettetelo sul fuoco a fiamma moderata e quando inizia a bollire poggiatevi sopra il pentolino con la crema di nocciole e fate cuocere a bagnomaria per circa 10 minuti mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi.

Crema di nocciole-cottura

Quando la crema di nocciole avrà raggiunto la giusta consistenza, deve attaccarsi al cucchiaio, e non gocciolare spegnete il fuoco. Se la crema di nocciole alla prova del cucchiaio freddo dovesse e seere troppo fluida lasciatela cuocere alla consistenza desiderata.

A cottura ultimata, spegnete il fuoco.

Versate la crema di nocciole ancora bollente nei barattoli sterilizzati precedentemente e tappate. Assicuratevi che si formi il sottovuoto e lasciate raffreddare.

crema.nocciole-preparazione

Applicate l’etichetta con il nome della conserva e la data di preparazione.

Conservate in frigorifero e consumatela entro 10 giorni.

Crema di nocciole senza cioccolato

Questa crema di nocciole può essere consumata anche dalle persone che sono allergiche al cioccolato. Basta seguire lo stesso procedimento ma sostituendo il cioccolato con la farina di carrube.

nocciole-sgusciate

Consigli

Questa crema di nocciole è ottima per la merenda, come dessert, per la preparazione di dolci e crostate.

Chi segue un regime vegano o è intollerante al lattosio può sostituire il latte vaccino con latte di soia e il burro con l’olio di girasole.

Se la crema di nocciole, preparata seguendo le indicazioni della ricetta proposta, è troppo dolce per i vostri gusti potete sostituire il cioccolato al latte con il cioccolato fondente.

La crema di nocciole è ottima anche se viene preparata con il cioccolato bianco, in questo caso il sapore sapore è leggermente meno intenso e il colore quasi panna.

Prima dell’apertura è ben assicurarsi che il barattolo abbia conservato il sottovuoto: se i tappi appaiono convessi (incurvati verso l’alto) e premendo con il dito al loro centro si sente il classico  rumore sordo clic clac, i contenitori non sono più sottovuoto. Nel caso di perdita del vuoto e dell’ermeticità della chiusura la conserva non deve essere assaggiata né consumata ma semplicemente buttata.

Nocciole-curiosità

Curiosità e informazioni utili sulle nocciole

Le nocciole sono i frutti del Nocciolo – Corylus avellana, una pianta che nell’antica Roma era ritenuta il simbolo della felicità. La pianta di nocciole viene coltivata un po’ ovunque anche come ornamentale per la resistenza alle avversità e per i vari utilizzi delle sue parti: le nocciole come frutti commestibili; i gusci sono ottimi combustibili; le foglie e la corteccia vengono usate per preparare tisane astringenti; le foglie anche come foraggio per ovini e caprini; l’olio viene impiegato in cosmesi per le sue proprietà purificanti.

I maggiori Paesi produttori al mondo di nocciole sono in ordine: la Turchia, l’Italia e gli Stati Uniti. Sono ottime fresche e tostate e soprattutto salutari perchè grazie all’acido oleico combattono i radicali liberi e il colesterolo.

Galleria foto ricette nocciole

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta