Biancomangiare napoletano


Biancomangiare napoletano un’antica ricetta a base di latte, limone e zucchero.

Il Biancomangiare è una ricetta molto antica. Diffusasi nel Medioevo, questo dolce al cucchiaio prende il nome dal suo colore, il bianco, ottenuto dagli ingredienti principali (latte o polvere di mandorle) di cui è composto. Il Biancomangiare si diffuse in Italia verso il XII secolo, oggi è un dolce tipico della Valle d’Aosta (fatto con il latte di mucca), della Sicilia (preparato con il latte di mandorla, o con il limone, la cannella e il miele) e anche di Napoli. Il Biancomangiare napoletano, di cui vi forniremo oggi la ricetta, è a base di latte, limone e zucchero.


Biancomangiare napoletano

Ingredienti:

  • 1 lt di latte
  • 300 gr di zucchero
  • 120 gr di amido da dolci
  • la buccia tagliata sottilissima di ½ limone.

Preparazione:

Sciogliere l’amido con qualche cucchiaiata di latte freddo in una casseruola. Aggiungervi lo zucchero, poi, mescolando in continuazione, versare il latte rimanente un pò per volta e infine la scorza di limone. Lasciar cuocere il Biancomangiare a calore moderato prestando attenzione a rigirarlo sempre con un cucchiaio di legno. Una volta addensato, toglierlo dal fuoco e continuare a rimestarlo ancora per circa cinque minuti, sempre nello stesso verso. Togliere la scorza di limone e versarlo in stampini di forma graziosa, bagnati d’acqua fredda.


Leggi anche: Castagne al latte

Lasciar intiepidire il contenuto, prima di mettere gli stampini in frigorifero dove dovranno rimanere per un paio d’ore. Al momento di portarli in tavola capovolgere gli stampini sopra un piatto di servizio. Volendo, potete cospargere il Biancomangiare con del cioccolato granulare (anche se non è nella ricetta) e accompagnare con dei biscottini.

Paolano

Commenti: Vedi tutto