Bruschetta alla Nerano


Bruschetta alla Nerano
Tempo di preparazione:
40 minuti
Tempo di cottura:
20 minuti
Quantità:
4

Ingredienti Ricetta

  • Zucchine 300 gr
  • Basilico 1 mazzetto
  • Provolone del Monaco 100 gr
  • Olio Extravergine di Oliva q.b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 120 kcal

La Bruschetta alla Nerano si rifà al più famoso piatto degli “Spaghetti alla Nerano”, succulenta preparazione originaria di Marina del Cantone, deliziosa frazione di Massa Lubrense affacciata sul meraviglioso mare a pochi passi dalla Costiera Amalfitana. Questa bruschetta a base di zucchine fritte, basilico profumato e Provolone del Monaco è un’ottima alternativa alla tradizionale proposta con pomodorini e basilico, è ricca di gusto e dal successo garantito! Vediamo come prepararla insieme in questa ricetta passo passo!



Procedimento della Bruschetta alla Nerano

  1. Lavate accuratamente le zucchine, preferibilmente bianche, spuntatele alle estremità e tagliatele a rondelle sottili e adagiatele in una ciotola in attesa della frittura.20200625_104307
  2. In una padella dai bordi alti scaldate abbondante olio Evo, fate la prova del cucchiaio di legno per verificare il punto di calore. Immergete il manico di un cucchiaio di legno nell’olio, se intorno si formano tante bollicine come se stesse friggendo, l’olio è pronto per essere adoperato. Si inizia la frittura immergendo le foglie di basilico fresco, lavate e ben asciugate. Si raccomanda di asciugare bene il basilico, le goccioline di acqua possono nascondersi nelle pieghe della foglia e provocare spiacevoli schizzi di olio bollente in cottura. Si procede prima alla frittura del basilico così da aromatizzare l’olio dove tufferete successivamente le zucchine. Adagiate le foglie di basilico nell’olio e lasciate friggere per un minuto, scolatele e lasciate asciugare su carta assorbente. Una volta asciutte saranno fragranti e croccanti come fossero gustose chips.20200625_115501
  3. Prima di procedere alla cottura delle zucchine, prelevate 50 ml di olio aromatizzato al basilico e tenetelo da parte per condire le bruschette. Una volta completata la cottura delle chips di basilico procedete con la frittura delle zucchine. Adagiatene una quantità tale da coprire tutta la superficie della padella così da garantire una doratura uniforme.20200625_111945
  4. Man mano che procedete con la cottura delle zucchine, adagiatele su di un piano coperto con carta assorbente e ben distanziate tra loro. Disponendole in una ciotola l’una accanto all’altra perderanno la loro fragranza.
    zucchine
  5. Tagliate il pane a fette e ripassatelo in forno o in padella per pochissimi minuti. Una volta che sarà ben dorato e croccante spennellate la superficie con l’olio aromatizzato al basilico che avete conservato in precedenza, adagiatevi le zucchine, una spolverata di Provolone del Monaco e le chips di basilico. Servite e gustate calde!PSFix_20200925_153439


Leggi anche: Bruschetta aperitivo con alici

Curiosità bruschetta alla Nerano

Questa deliziosa bruschetta è la variante del più famoso piatto degli “Spaghetti alla Nerano” le cui origini restano ancora molto velate. Il racconto più diffuso e accreditato affonda le sue radici intorno agli anni cinquanta, anno di costruzione del ristorante “Maria Grazia” ubicato nella piccola Baia di Nerano a Marina del Cantone, una piccola frazione del Comune di Massa Lubrense, affascinante località che si affaccia sul Golfo di Salerno appena usciti dalla bellissima Costiera Amalfitana.

Come tutte le preparazioni più note, è quasi sempre la casualità a creare prodotti geniali e vincenti. Infatti, come la tradizione orale racconta, pare che fu proprio in questa cucina che si provò ad aggiungere a un piatto povero come la pasta con le zucchine un formaggio tipico nostrano, noto ormai al mondo della gastronomia come il Provolone del Monaco. Altri narrano, invece, che questa fu un’aggiunta successiva perchè essendo un formaggio dal costo elevato, sia stata una variante solo degli ultimi decenni.

Aggiunta di Provolone del Monaco

Si suppone che a donare gusto e sapore alla tradizionale pasta con le zucchine, fossero stati avanzi di formaggi misti, in particolare del provolone locale che unito ad altri stagionati diede origine al gusto inconfondibile che differenzia la “Nerano” da altri piatti. Il Provolone del Monaco pare sia stato sostituito negli ultimi anni a quella mistura di formaggi poveri degli anni 50 e si caratterizza per essere un formaggio a pasta filata che acquista maggiore piccantezza in base alla stagionatura.

Tipico della ridente cittadina di Agerola, a ridosso dei monti Lattari, vede l’inizio della sua produzione intorno al 1700, quando alcuni pastori che vivevano nel napoletano si trasferirono qui a causa dell’urbanizzazione della città partenopea. Qui si stabilirono ed iniziarono a sfruttare i pascoli locali producendo latticini e formaggi stagionati tra cui il Provolone del Monaco, il cui nome si rifà all’immagine che questi pastori assumevano durante i loro spostamenti. La leggenda narra che quando si recavano in città, a causa delle basse temperature invernali, si coprivano con pesanti mantelli le cui sembianze ricordavano molto quelle dei “monaci“.


Potrebbe interessarti: Ricetta pasta alla checca

Bruschetta alla Nerano foto e immagini

Commenti: Vedi tutto