Salamoia conservazione


sale-cucina


La salamoia è una soluzione preparata con cloruro di sodio, il comune sale da cucina, e acqua utilizzata  fin dai tempi antichi per la conservazione dei cibi.

salamoia-sale Una tecnica largamente utilizzata in casa e a livello industriale per la conservazione di molti alimenti che ben si prestano a questo particolare e semplice procedimento.

La salamoia rende gli alimenti sicuri dal punto di vista batterico in quanto l’ambiente salino funziona come un potente disinfettante contro l’attacco di germi patogeni ovvero i batteri portatori di malattie come ad esempio il botulin0.

Gli alimenti conservati in salamoia devono essere tappati ermeticamente.
Una buona salamoia richiede un minimo di sale  e il quantitativo varia secondo il tipo di ortaggi e verdure che si intendono consrvare (minimo 50 g di sale per ogni litro di acqua) e può essere anche aromatizzata mediante l’uso di salvia, rosmarino o con l’aggiunta di foglie di alloro o ancora con finocchietto selvatico e aglio.


Leggi anche: Olive in salamoia fai da te

La salamoia, tecnica molto antica, viene utilizzata anche in casa per  la conservazione di olive, acciughe,  di capperi, di vari ortaggi, verdure, erbe aromatiche come il basilico, le foglie di vite (cucina greca e mediorientale) raccolte vergini e selezionate in primavera vengono conservate con questa tecnica per principalmente utilizzate per la preparazione dei famosi involtini con riso.

sale

LauraB

Commenti: Vedi tutto

  • yasmin - -

    Grazie mi avete aiutato per un compito.

  • Luigi - -

    Come si preparano le foglie di vite in salamoia?

    Ieri ho prelevato dal mio giovane vigneto un centinaio di giovani germogli prima di efettuare il primo trattamento antiperonosporico. cosi da avere foglie vergini; e le ho messe in ammollo in 2 litri di acqua con 1 Kg di sale marino grosso. Dovevo tenerle in acqua normale prima?, ho usato troppo sale? quanto devo lasciarle? ciao e grazie

Comments are closed.