Porcini sott’olio


porcini-boletus


Preparazione dei funghi porcini sott’olio

Un procedimento facile e veloce che vi consentirà di conservare per tutto l’anno i funghi porcini sott’olio dopo averli scottati in soluzione composta da acqua, aceto e vino.

porcini

Mettete sul piano da lavoro i porcini, una ciotola contenente acqua fredda e un o straccio.

Per prima cosa scartate i funghi mollicci e quelli troppo danneggiati.Con un coltello ben affilato eliminate l’estremità del gambo e raschiate la terra  ammuffiti. bagnate lo straccio nell’acqua, strizzatelo e pulite i porcini bene bene. Se dovessero essere troppo sporchi lavateli o il getto della fontana.

porcini-affettati

Tagliateli a fette, a metà o in quattro parti a seconda delle dimensioni.

Prendete una pentola di acciaio , versatevi l’acqua, il vino bianco , l’aceto, il sale grosso (quanto basta), i grani di pepe nero (facoltativo), le  foglie di alloro (pulite con uno straccio umido), mescolate bene bene per amalgamare gli ingredienti.

Mettete la pentola sul gas a fiamma moderata e non appena la soluzione entra in ebollizione calatevi i porcini  e sbollentateli per 10 minuti calcolando il tempo dalla ripresa del bollore della soluzione.

Trascorso il tempo indicato, spegnete il fuoco e scolate i porcini. Trasferite i funghi su un canovaccio pulito e copriteli con un altro canovaccio per far assorbire l’acqua in eccesso.

porcini-pezzi
Lasciate raffreddare. Intanto sterilizzate i vasetti e i tappi e fateli asciugare all’aria capovolti.

barattoli-sterilizzazione-casalinga
Invasate i funghi porcini e copriteli con l’olio. Aiutandovi con i rebbi di una forchetta pulita fate uscire le eventuali bolle di aria e ricordatevi che i funghi devono essere immersi nell’olio almeno 1 cm.

Mettete i vasetti in un luogo a vista, appoggiatevi e lasciateli così per 1-2 giorni per rabboccare l’olio.

Tappate ed avvolgete i barattoli con vecchi stracci, metteteli in una pentola, aggiungete l’acqua fino a pochi centimetri  dal tappo e fateli sterilizzare per 20 minuti dal momento dell’ebollizione.
Lasciate raffreddare i barattoli nella pentola poi asciugateli, attaccate l’etichetta con la data di preparazione e  riponeteli in un luogo fresco e al riparo della luce.

Consigli e suggerimenti

Per una corretta conservazione dei funghi sottolio assicuratevi che la guarnizione dei tappi sia a tenuta ermetica e il luogo sia fresco e asciutto

Consiglio di aspettare almeno 2 mesi prima di consumarli.

Se al momento dell’apertura del barattolo non sentirete il clic del tappo, notate che i funghi hanno cambiato colore, sono presenti bolle di aria nell’olio, muffe, che il colore non vi convince, non esitate e buttarli via sono sicuramente contaminati.

Una volta aperto il vasetto, i porcini, come del resto tutti i funghi chiodini sott’olio o altre tipi di conserve, vanno conservati in frigorifero ovviamente sempre ricoperti di olio e si devono consumare in tempi piuttosto brevi.

I vasetti di porcini sott’olio intatti si possono essere conservati al massimo per 10 mesi.

porcini-funghi

Informazioni utili sui funghi porcini

I funghi porcini, appartenenti al genere Boletus ed  apprezzati per il loro profumo e sapore inconfondibile, crescono a varie altitudini , dai 600 ai 1600 metri sul livello del mare e all’ombra di  alberi di castagno, querce e i faggi.

Le specie commestibili e più diffuse sono:

  • il porcino comune o Boletus edulis, la specie più conosciuta che cresce in tutta Italia dall’estate all’autunno  nei boschi di faggi, querce e castagni;
  • il porcino nero o Boletus aereus, la varietà più pregiata con cappello nero e polpa compatta;
  • il porcino dei pini o Boletus phinophilus, una specie molto pregiata che si distingue dagli altri per il colore fulvo-rossastro del cappello.

I porcini come tutti gli altri funghi contengono sostanze tossiche termolabili che vengono però abbattute con la cottura. Per la presenza di chitina non sono facili da digerire e pertanto non vanno somministrati ai bambini e a coloro che hanno problemi di cattiva digestione. Il consumo dei funghi è sconsigliato alle donne in gravidanza o che allattano.

Galleria foto ricette funghi

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta