Conservazione delle foglie di vite


Come conservare le foglie fresche della vite vinifera per poter  preparare anche in inverno dei gustosi involtini ripieni di riso o di carne? 

foglie-vite-fresche-conservazione

Le foglie della vite di tutte le qualità (rossa, bianca o di uva fragola) non dovrebbero mai mancare sulla nostra tavola in quanto sono un’eccellente fonte di principi attivi come antociani, vitamine e sali minerali, enzimi e altre sostanze alleate della salute e che, contemporaneamente, aiutano a stare in forma.vite-foglie

Esistono diversi metodi della conservazione delle foglie di vite, metodi che prevedono la cottura come quello delle foglie di vite in salamoia e altri più veloci e pratici che, invece, consentono di conservare le foglie di vite fresche appena raccolte.

foglie-vite-bottiglia


Conservazione delle foglie fresche di vite

Si tratta di un  metodo di conservazione pratico, veloce e facile da mettere appunto. Basta fare semplicemente quello che facevano e fanno ancora oggi le nostre nonne.

Conservazione delle foglie fresche di vite in bottiglia

Per prima cosa procuratevi delle foglie o pampini di vite vinifera di qualsiasi qualità, preferibilmente provenienti da agricoltura biologica per essere sicuri che non siano state trattate con prodotti chimici (anticrittogamici ed antiparassitari vari).

Le foglie che si prestano a tale conservazione devono essere tenere e di colore verde brillante meglio se raccolta a maggio mese in cui la vite non è stata ancora sottoposta a trattamenti anticrittogamici ed antiparassitari.

Risciacquate le bottiglie di plastica con acqua bollente e poi fatele asciugare capovolte su un canovaccio pulito. Non deve rimanere neanche una goccia d’acqua.

A questo punto pulite le foglie di vite. Eliminate il picciolo, scartate le foglie macchiate o bucate, poi immergetele in acqua fredda e lasciatele a bagno per 2 minuti.

foglie-vite-pulizia

Risciacquatele accuratamente, una per una,  sotto il getto dell’acqua corrente.

foglie-vite-lavaggio

Fate sgrondare ben ben le foglie di vite in un colapasta poi trasferitele su carta assorbente da cucina e tamponatele con un secondo foglio per eliminare residui di gocce d’acqua.

foglie-vite-asciugatura

Quando le foglie saranno ben asciutte, avvolgetele formando dei cilindri poi infilatele nella bottiglia.

foglie-vite-arrotolate

Una volta riempita la bottiglia, tappatela e conservatela in un luogo buio e fresco.

Quando volete preparare deliziosi involtini di vite non vi resta che tagliare la bottiglia di plastica a metà, estrarre le foglie, srotolarle e scottarle al momento stessa nell’acqua portata ad ebollizione come si fa abitualmente con le foglie di verza o altro tipo di verdura.

vite-foglie-conservazione

Le foglie di vite conservate con questo metodo rimarranno di colore verde intenso per tutto l’anno.

Conservazione delle foglie di vite sbollentate e congelate

Anche in questo caso lavate le foglie in acqua corrente e asciugatele con un canovaccio pulito.

Impilate le foglie di vite una sopra l’altra con la pagina inferiore rivolta verso l’alto avendo cura che il picciolo  della prima vada a inserirsi nello spazio vuoto del gambo della seconda e così via. Formate delle pile di 10-15 foglie.

Procedete allo stesso modo fino a quando non avete esaurito tutte le foglie.

A questo punto non vi resta che sbollentarle.

foglie-vite-cottura

Riempite d’acqua una pentola, mettetela su fuoco e portatela ad ebollizione.

Quando l’acqua bolle, calatevi le foglie di vite. Tenetele coperte d’acqua utilizzando come contrappeso una schiumarola in acciaio.  Fatele sbollentare per 30 secondi, poi con la schiumarola girate il blocchetto di foglie dall’altro lato e fatelo sbollentare per altri 30 secondi.

Scolate il mucchietto di foglie e mettetelo a grondare in un colapasta molto largo.

Stendete le foglie su un canovaccio pulito, copritele con carta assorbente da cucina e lasciatele raffreddare.

foglie-vite-sbollentate

Una volta che le foglie si saranno raffreddate completamente, mettetele una sull’altra e arrotolatele, questa volta con la parte ruvida all’interno.

Avvolgete il mucchietto con la pellicola trasparente, formate tanti rotolini e poi conservateli nel congelatore.

conservazione foglie di vite

Al momento dell’utilizzo, estraete i blocchetti di foglie dal congelatore, trasferiteli nel reparto frigorifero e fateli scongelare completamente prima di srotolarli per evitare di romperli.

Dolmades

Consiglio, curiosità ed usi delle foglie di vite

Le foglie di vite costituiscono un alimento quotidiano nella cucina orientale. Nei paesi balcanici e soprattutto in Grecia le foglie vengono utilizzate per la preparazione di particolari involtini di riso conosciuti con il nome di dolmades o dolmadakia.

Involtini di vite

Inoltre gli impacchi con decotti preparati con le foglie ricche di sostanze antiossidanti e di potenti antiinfiammatori, sono efficaci nella cura dei problemi che affliggono gli arti inferiori (capillari fragili, gambe gonfie e dolenti) e nel contrastare la cellulite. Le foglie di vite inoltre sono ricche di vitamina A, K, E, C, magnesio e tannini, hanno capacità di stimolare la vascolarizzazione e azione vasoattiva e vaso protettiva.

Viticci

Parti utilizzabili della vite

Tutte le parti verdi della pianta di vite sono commestibili: i viticci, i sottili fusti utilizzati dalla pianta come organi di sostegno, in alcune regioni italiane, Puglia e Piemonte, vengono impiegati nella gastronomia tradizionale sia freschi nelle insalate miste sia come ingrediente di frittate di uova. Le foglie, invece, vengono impiegate anche per avvolgere i formaggi avvolti che prevedono una cottura al forno o alla brace.

Galleria foto foglie di vite

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta