Origano essiccazione


Quando raccogliere l’origano e come essiccarlo e conservarlo per l’inverno? Quali sono i metodi di essiccazione dell’origano?

origano-mazzetto

L’origano è una spezia aromatica largamente usata in cucina per insaporire primi e secondi piatti e, sempre più spesso, consigliata in fitoterapia per le sue proprietà ed i suoi benefici effetti sulla salute.

L’origano infatti, risulta essere un potente antiossidante e un ottimo antibiotico naturale.

In cosmetologia ne viene consigliato il consumo sotto forma di infusi o tisane per ritardare l’invecchiamento cellulare e per contrastare gli inestetismi della cellulite.

In casa, questa profumata erba aromatica, viene utilizzata anche per tenere lontane le formiche dalla dispensa.

origano essiccazione


Come essiccare l’origano

Vediamo come questa pianta della salute può essere conservata in casa con i segreti della nonna.

Ovviamente per prima cosa bisogna raccogliere i rami di origano, in montagna o quello coltivato nel nostro orto o in vaso.

Potete anche acquistare l’origano fresco presso erbivendoli, ma assicuratevi che sia quello di ottima qualità.

origano-essiccazione

Quando e come raccogliere l’origano

L’origano si raccoglie durante il periodo della fioritura tra luglio e agosto.

La raccolta va effettua al mattino tagliando, con forbici ben affilate e disinfettate, gli steli con tutte le infiorescenze a 20 cm dalla base.

Origano-essiccazione

Procedimento di essiccazione dell’origano all’aria

  1. Raccogliete nell’orto o in montagna, tanti rametti di origano, che essendo verdi andranno essiccati.
  2. Dividete i rametti di origano in tanti piccoli fascetti.
  3. Legateli con lo spago e poi immergeteli per qualche secondo in una bacinella piena d’acqua.
  4. Togliete i fascetti dall’acqua e fateli sgrondare a testa in giù per una mezz’ora.
  5. Avvolgete i mazzi di origano in buste carta o buste per il pane, chiudeteli con dello spago e poi appendeteli a testa in giù in luoghi asciutti e soleggiati fino a quando non saranno belli secchi.

Origano-rametti

 

origano-essiccazione-aria

Procedimento di essiccazione dell’origano al forno

Se volete essiccare l’origano con un metodo più pratico e veloce usate il forno.

  1. Legate sempre gli steli dell’origano e poi disponete i rametti sulla teglia del forno (anche quello termoventilato) impostando la temperatura a 50° C .
  2. Lasciate lo sportello aperto e di tanto intanto muoveteli con le mani.
  3. Quando tutti i rametti saranno completamente secchi spegnete il forno.
  4. Lasciate l’origano nel forno fino q quando non sarà diventato freddo.
  5. Dopo la raccolta i rametti vanno divisi in tanti piccoli mazzi.
  6. I mazzetti di origano vanno legati poi con del filo o dello spago e messi in buste di carta (quelli del pane), 1 per ogni busta, con i capolini fioriti rivolti verso il fondo.
  7. La busta va poi legata intorno al mazzetto in maniera non troppo stretta per favorire l’arieggiamento ed evitare che l’origano durante il processo di essiccazione i rametti, le foglie e le infiorescenze possano ammuffire.

origano-conservazione

origano-raccolta

Conservazione dell’origano

  1. Dopo l’essiccazione si scuotono energicamente o si battono le buste che li contengono per far staccare i fiori e le foglie dagli steli ovvero le parti utilizzabili della pianta.
  2. L’origano essiccato va setacciato per eliminare i pezzi di steli e messo in barattoli di vetro per la conservazione. Vedere la guida : come conservare l’origano

Origano

 

Video erbe aromatiche ed officinali



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta