Termoconvettori ad acqua: funzionalità e vantaggi


Funzionamento e caratteristiche. Perché preferirli rispetto ai termosifoni? Come migliorano l’ambiente abitativo? Vantaggi e svantaggi.

termoconvettore-acqua-8


Si sa quando arrivano i primi periodi di freddo dopo il caldo estivo si accusa subito il cambiamento climatico, così come si percepisce l’afa che affligge le abitazioni e gli uffici durante i mesi più caldi.

Ormai non esiste struttura al chiuso che non possegga un sistema di modulazione della temperatura ambientale, questo perché risulta necessario nei mesi in cui si toccano picchi di caldo o freddo andare a creare un clima confortevole.

Utilizzare un termoconvettore vi permetterà di creare una temperatura omogenea in tutto l’appartamento, in tempi sicuramente ridotti rispetto al riscaldamento per irraggiamento sfruttato dai termosifoni.


Leggi anche: Riscaldamento: tradizionale o a pavimento?

termoconvettore-acqua-10

Possiamo inoltre affermare che il termoconvettore ad acqua è la scelta più economica in termini di bolletta proprio perché sfrutta una temperatura relativamente bassa attraverso il meccanismo di convezione naturale del calore.

Ne esistono di vario tipo differenti per modalità di installazione, tra questi annoveriamo quelli a mobiletto, a battiscopa a parete ed a pavimento.

termoconvettore-acqua-2


Apparecchi che sfruttano il passaggio d’acqua

Così come i ventilconvettori o i fancoil, i termoconvettori sono apparecchi che inducono una modifica della temperatura dell’aria in un ambiente, che possa essere rinfrescata o riscaldata.

A differenza dei termoconvettori, i ventilconvettori ed i fancoil sfruttano una convenzione forzata, sono generalmente più grandi, producono molta condensa, hanno bisogno di maggiore manutenzione periodica e risultano più rumorosi.

termoconvettore-acqua-9

Costituiti da un box da installare nell’appartamento, che rappresenta effettivamente la struttura che modulerà l’aria, nel quale è presente tutto il necessario al suo funzionamento oltre ad una vaschetta per la raccolta della condensa.

Funzionamento dei termoconvettori

Alla base del funzionamento di questo apparecchio c’è il principio della convenzione di calore e la risalita verso l’alto delle particelle di calore stesso.

All’interno di questo sono presenti lamelle che si raffreddano o riscaldano in base all’impostazione conferita, l’aria dell’ambiente entra dalla porzione inferiore, viene riscaldata o raffreddata e poi espulsa dalle fessure superiori.

Alla base necessitano di una mandata idrica per funzionare, impiegando quindi l’acqua come fonte di calore.

Air circulation in the premises of LST Wall-mounted Convector Verano

Così avremo un riutilizzo dell’aria presente già nell’ambiente che verrà per di più filtrata e quindi purificata dal termoconvettore stesso.

Naturalmente la modulazione della temperatura è possibile grazie al collegamento con la caldaia, una pompa di calore oppure un sistema ad energia solare che ne permette l’alimentazione.

Oggigiorno la maggior parte dei termoconvettori non solo presenta un sistema di gestione della temperatura, modalità ed orientamento del getto, ma il timer permette di controllare in completa autonomia l’accensione e lo spegnimento, nonché di programmarli e permetterci di trovare una casa fredda o mite al nostro rientro o durante il risveglio.

termoconvettore-acqua-7

Vantaggi e svantaggi

Sicuramente risulta un apparecchio più ingegnoso dal punto di vista funzionale e strutturale rispetto ai termosifoni convenzionali, ma dal canto suo c’è il notevole risparmio che ne deriva, visto soprattutto che la temperatura di acqua che raggiunge il dispositivo è più bassa rispetto ai termosifoni tradizionali.

Questo è dovuto soprattutto dalla sua efficienza nel modulare la temperatura stessa dell’acqua e di conseguenza avrà bisogno di un’acqua meno calda con il vantaggio in termini di risparmi di gas consumato dalla caldaia.

termoconvettore-acqua-6

Non abbiamo bisogno di portare la caldaia a riscaldare eccessivamente l’acqua nelle tubature, ma anche 40° bastano per essere fruttati al massimo dal termoconvettore che riuscirà egregiamente a riscaldare l’ambiente.

Inoltre questo tipo di termoconvettori necessita di una minore quantità d’acqua, che non vuol dire solo risparmio idrico ma anche minor tempo nel riscaldamento.

Interior with fireplace and staircase 3d

Uno svantaggio può essere dovuto alla necessità di collegare questo apparecchio alla caldaia tramite l’ausilio di tubature. Con l’obbligo quindi di creare opere murarie che possono essere una spesa aggiuntiva se mancanti nello scheletro dell’appartamento.

Un vantaggio rispetto a quelli elettrici, nonostante l’installazione ed il collegamento idrico da dover fare, è sicuramente dato da un abbattimento dei costi energetici, che si verificano quando utilizziamo un termoconvettore completamente elettrico, questo è dovuto soprattutto da un minor costo della materia prima.

termoconvettore-acqua-4

Uno svantaggio rispetto ai termosifoni classici può essere il mantenimento dello stato di calore nella stanza, essendo privi di inerzia termica una volta spenti il calore o la frescura pian piano tenderanno a scemare, nonostante questo la rapidità di temperamento dell’aria è notevole.

Sicuramente più efficace del termosifone a parità di temperatura dell’acqua, riuscirà a riscaldare meglio e più velocemente, contro ha il costo di installazione ma minori consumi energetici ed una maggiore salubrità dell’aria in appartamento, mantenuta grazie ad una periodica pulizia dei filtri interni.

termoconvettore-acqua-filtro

Prezzi

I prezzi per questo apparecchio variano non solo in base al sistema di installazione, ma anche alla temperatura necessaria per il riscaldamento, basti ricordare che quelli che sfruttano temperature più alte saranno più economici ma più dispendiosi sul lungo periodo.

Partono da un minimo di 200/300, tra questi sono presenti anche quelli a soffitto, fino ad un massimo di 700/800 euro.

termoconvettore-acqua-2

Ovvio è che se l’appartamento non risulta già predisposto per questi dispositivi bisognerà provvedere alla creazione di un impianto di tubature apposito che raggiunga tutta la casa a partire dalla caldaia.

Design

Esteticamente possono risultare simili ai termosifoni ed ultimamente, le case produttrici sono sempre più rivolte verso l’adattamento del design dell’apparecchio agli stili moderni o comunque polivalenti.

termoconvettore-acqua-5

Ormai se ne trovano in varie colorazioni e dai design più disparati, questo per evitare che venga percepito come un apparecchio a se ma al contrario diventi complemento d’arredo e si inserisca in maniera discreta nel look della stanza.

Galleria delle immagini per Termoconvettori ad acqua funzionalità e vantaggi

Simona Commara
  • Laurea in scienze della nutrizione Unical 105/110
  • Socio junior federazione FIF
  • Corsista Personal Trainer certificata
  • Fonte Google News

Commenti: Vedi tutto