Sostituire il top: come rinnovare la cucina senza cambiare tutto

Per rinnovare l’estetica della vostra cucina senza cambiare tutti i componenti, potete sostituire il top. L’utilizzo ed il passare del tempo possono usurare il top della cucina. Sostituendo il top non ci sarà bisogno di cambiare tutta la cucina. Quale materiale scegliere, qual è il costo di tale operazione? Scoprilo nell’articolo che segue.

cambiare-il-top-della-cucina-4

La cucina rappresenta uno degli ambienti più importanti della casa. Infatti, è qui che si passa la maggior parte del tempo della giornata. Dalla preparazione dei pasti, dalla colazione, alla cena, la cucina è la protagonista indiscussa della casa. Per questo motivo, avere una cucina pratica, funzionale ed anche esteticamente piacevole è importante per farci sentire a proprio agio.

Tra i componenti della cucina, il top è certamente la parte che in qualche modo viene utilizzata di più. Infatti,  il top è utilizzato non solo come piano di lavoro, ma anche come base di appoggio di oggetti, elettrodomestici e tutto quello che può servire in cucina, ad esempio durante la preparazione dei cibi.


Leggi anche: Mascara secco: 10 rimedi fai da te per recuperarlo

Questo grande carico di lavoro, con il tempo, inevitabilmente provoca l’usura del top. Ad esempio,  graffi, aloni, o macchie possono rovinare in maniera irrimediabile il top della cucina. Allora cosa bisogna fare? Meglio sostituire tutta la cucina, oppure valutare la sostituzione solamente del top? Quanto costa e come si effettua questa operazione? Scopriamolo nell’articolo che segue.

Come scegliere il top da sostituire

Qualunque sia lo stile della vostra cucina, scegliere il nuovo top non è un’operazione semplice. In commercio esistono tantissimi materiali diversi che si possono adattare allo stile di qualsiasi cucina. La scelta ovviamente dipende non solo dai gusti personali, ma anche dai costi che vogliamo sostenere.

Inoltre, dipende anche dalle nostre aspettative rispetto al top della nostra cucina. Ad esempio, se pensiamo di cambiare o sostituire in un tempo non lontano tutta la cucina, ha poco senso spendere molto solo  per il top. Al contrario, se pensiamo di conservare ancora a lungo la nostra cucina, allora si può pensare ad un top di qualità e ad un costo più sostenuto.

Tra le varie soluzioni in commercio, che sono davvero tante, vi proponiamo alcuni materiali che soddisfano uno degli aspetti indicati in precedenza.

  • Laminato. Questo tipo di materiale è facile da pulire e presenta un ottimo rapporto qualità/prezzo. Perfetto per chi vuole conciliare durata e costi del top.
  • Marmo. Si tratta di un materiale più costoso rispetto al precedenza, che dona eleganza alla vostra cucina. Tra gli aspetti negativi, dobbiamo segnalare il fatto che con il tempo, a contatto con acqua e detersivi può cambiare colore e scurirsi.
  • Acciaio. Questa è la soluzione più scelta ad esempio in ambito professionale per la sicurezza dal punto di vista igienico ed antibatterico. Ottimo rapporto qualità/prezzo, ma elevata sensibilità ai graffi.
  • Gres porcellanato. Questo è un tipo di materiale molto richiesto da chi vuole un top di qualità, destinato a durare nel tempo. Il prezzo è però piuttosto elevato.
  • Legno massello. Questa è la soluzione scelta da chi ha un’anima green e vuole un materiale resistente nel tempo e naturale. Anche il questo caso il prezzo è abbastanza elevato.

cambiare-il-top-della-cucina-6


Potrebbe interessarti: Copripiumino: consigli per sceglierlo al meglio

Microcemento per rinnovare senza cambiare il top

Tra i materiali a disposizione per la realizzazione del top, c’è una soluzione che permette di rinnovare il top, senza sostituirlo, ma semplicemente rivestendolo. Si tratta del microcemento. Questo materiale dello spessore di 3 mm viene sovrapposto al top esistente, senza doverlo nè montare nè smontare. Questa operazione si realizza in pochissimo tempo e a costi contenuti.

Il microcemento è resistente agli urti, al calore e ai graffi; facile da pulire; sicuro dal punto di vista igienico e non cambia colore nel tempo. Si può personalizzare a piacimento scegliendo non solo  i colori, ma anche la texture.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Un modo pratico ed originale per rinnovare la vostra cucina.

cambiare-il-top-della-cucina-10

Come sostituire il top

Il primo passo da fare, quando si vuole sostituire il top della cucina con uno nuovo, è ovviamente contattare un’azienda specializzata. Il personale incaricato fisserà un appuntamento per effettuare un sopralluogo per definire le misure e li spazi che bisognerà prevedere per inserire all’interno i vari componenti come ad esempio piano cottura o lavandino.

Dopo aver scelto il materiale e tutte le caratteristiche del nuovo top, il personale dell’azienda verrà ad installare il nuovo top. Nel giro di qualche ora l’operazione sarà completata ed avrete una cucina dall’aspetto rinnovato, a costi contenuti.

cambiare-il-top-della-cucina

Fai da te

Se siete tra quelli che amano il fai da te, allora potete procurarvi tutto l’occorrente per sostituire in autonomia il nuovo top. Dopo aver preso tutte le misure del top, potete recarvi in qualche negozio di arredamento e scegliere il vostro top.

Per sostituire il nuovo top realizzato su misura dovete rimuovere quello esistente e poi montare il nuovo. Dopo aver montato il top, potete rifinire con colla e silicone. Anche in questo caso con poche mosse, avrete una cucina rinnovata nell’aspetto e che rispecchia i vostri gusti personali.

cambiare-il-top-della-cucina-8

Il prezzo del top

Come abbiamo già detto in precedenza il prezzo del top varia a seconda del tipo di materiale utilizzato per la realizzazione e ovviamente in base alle dimensioni. Per il laminato il prezzo varia dai 65 € – 135 € al metro;  il legno dai 95 € – 335 €; il gres porcellanato 295 € – 590 €; in marmo 90 € – 950 €.

A questo costo, poi bisognerà aggiungere l’installazione, nel caso venga effettuata da personale specializzato. Però come potete facilmente vedere con un importo minimo, avrete una cucina completamente rinnovata.

cambiare-il-top-della-cucina-13

 

Top per rinnovare la cucina: foto e immagini

Se volete rinnovare la cucina senza doverla cambiare per intero, potete sostituire il top con uno nuovo. Sfoglia la galleria e scopri la soluzione più adatta a te.

 

Marcella Piegari
  • Laurea in Scienze della comunicazione
  • Giornalista pubblicista
Suggerisci una modifica