Sapone di Marsiglia: usi, cosa contiene, come si prepara


Come sfruttare le proprietà del sapone di Marsiglia per detergere casa, lavare il bucato, disinfettare le piante. Vediamo i mille usi di questo sapone antico prodotto solo con ingredienti naturali e come puoi prepararlo da te a casa.

sapone-di-marsiglia-1


La storia del sapone di Marsiglia parte dal IX secolo quando iniziò, in questa regione del sud della Francia da cui prende il nome, la sua produzione esclusivamente con olio di oliva, cenere alcalina e alghe marine. La sua popolarità continuò raggiungendo il picco nel 1880, fino a che nei primi del 1900 con lintroduzione nelle mura domestiche della lavatrice le famiglie iniziarono a consumare saponi sintetici liquidi.

C’è da dire che la purezza e l’efficacia della sua formula ha continuato ad essere apprezzata fino ad oggi grazie anche alla versatilità di questo prodotto che lo rende utile non solo colme detergente per il bucato ma trova applicazione anche in altre faccende domestiche, in giardinaggio e addirittura in cosmetica. Scopriamo insieme i suoi mille usi e i consigli per ottenere i migliori risultati.


Leggi anche: Antiafidi consiglio : sapone di marsiglia

sapone-di-marsiglia-3


Composizione originaria

Il sapone di Marsiglia è un sapone solido con un odore caratteristico e 100% naturale. La formula antica prevedeva la miscela di tre ingredienti fondamentali:

  1. acqua di mare
  2. olio d’oliva (in dose minima del 72%)
  3. cenere alcalina di alghe marine

Questa miscela veniva fatta riscaldare per alcuni giorni mescolando costantemente e tramite le sostanze alcaline presenti all’interno della cenere veniva effettuata la saponificazione dell’olio di oliva, il passo successivo prevedeva di versare il composto negli stampi appositi e tagliarla a barre finché era ancora morbida; infine il sapone si lasciava ad essiccare.

sapone-di-marsiglia-4

Variazione della miscela originaria

All’inizio del XX secolo la miscela originaria subì dei cambiamenti tramite l’introduzione sul mercato di oli vegetali da altre parti del mondo. Oggi esistono due principali varietà di sapone di Marsiglia quella con olio d’oliva dalla colorazione verde e quella con olio di palma e di cocco dalla colorazione bianca composti da:

  1. olio di palma (oppure cocco)
  2. soda o carbonato di sodio
  3. acqua

In commercio si trovano molti prodotti che contengono ingredienti e profumazione del tipico sapone di Marsiglia ma che sono formulati con l’aggiunta di altri additivi e dunque non posso essere considerati Saponi di Marsiglia originali. Inoltre anche quelli sotto forma liquida seppur contenendo le sostanze tipiche hanno dei tensioattivi essenziali per rendere il prodotto liquido.

sapone-di-marsiglia-7

Proprietà

Il sapone di Marsiglia originale si presenta ricoperto di una patina bianca dovuta al sale marino, che scompare ogni volta che viene bagnato. E’ famoso per le sue proprietà detergenti oltre che per quelle emollienti, purificanti e lenitive.

Possiede un forte potere sgrassante ed è ipoallergnico in quanto privo di profumazioni chimiche. La ricetta originale lo fa apprezzare per la ricchezza di vitamina E utile a proteggere ed idratare la pelle secca e dunque può impiegato anche nella pulizia del corpo.

Usi domestici

Abbiamo accennato al fatto che questo famoso sapone sia un prodotto multiuso, quindi vediamo nel dettaglio come e dove è possibile impiegarlo:

  • può essere utilizzato a casa come smacchiatore per pulire il divano, il tappeto e qualsiasi altra superficie in tessuto strofinandolo bagnato con acqua direttamente sulle macchie.
  • pulire il piano cottura, il tavolo e gli altri mobili della cucina con l’aiuto di una spugnetta morbida
  • può essere impiagato al posto del classico sapone per i piatti
  • è ideale come detergente per pulire piastrelle e pavimenti
  • igienizza alla perfezione i sanitari nel tuo bagno
  • pulisce e profuma il bucato
  • sgrassa la pietra come marmo, travertino, granito, terracotta e ardesia passandolo con un pennello imbevuto con l’acqua

sapone-di-marsiglia-8

Usi extra

Assicurandosi di acquistare un sapone di Marsiglia con composizione autentica lo si può adoperare anche per:

  • insetticida su piante e suoli, essendo biodegradabile può trattare anche piante commestibili ed alberi da frutto diluendo le scaglie in acqua ed utilizzando un flacone spray
  • pulire il ferro da stiro intasato
  • come detergente per i gioielli lasciando questi in ammollo in acqua e sapone per 15 minuti
  • come antisettico per punture di insetti e scottature solari
  • per eliminare gli acari dal tuo armadio posizionando una saponetta all’interno
  • come detergente intimo dato il suo ph basico
  • come prodotto di bellezza per attenuare le imperfezioni da pelle grassa
  • come shampoo e sapone per la doccia
  • per lavare il pelo degli animali domestici

sapone-di-marsiglia-6

Sapone di Marsiglia fai da te

Questo straordinario sapone può essere realizzato a casa tua con pochi ingredienti e senza troppa fatica, ma è bene ricordare che per realizzarlo è necessario adoperare la soda caustica seguendo le giuste precauzioni. Gli ingredienti che ti occorrono sono:

  1. 1000 gr di olio d’oliva
  2. 300 gr di acqua
  3. 134 gr di soda caustica pura al 100%

Questa attraverso il processo di saponificazione diventa totalmente biodegradabile e non tossica. Durante il procedimento è fondamentale proteggere la pelle con i guanti e gli occhi e la bocca con apposita mascherina. Usare esclusivamente contenitori in acciaio inox o vetro e procedere a versare l’acqua e solo successivamente la soda caustica a poco a poco.

Bisogna verificare che la temperatura si stabilizzi a 45° solo in quel momento si può versare la soluzione nell’olio di oliva e mescolando immediatamente con un frullatore ad immersione. A questo punto la miscela diventata più densa si versa in stampi di plastica, lasciandola avvolta in un lenzuolo per almeno un giorno.  L’ultimo passaggio prevede l’essiccazione in luogo asciutto e ventilato dopo aver tagliato nei pezzi desiderati il sapone.

sapone-di-marsiglia-2

Galleria foto: usi del sapone di Marsiglia

 

 

Antonella Palumbo

Commenti: Vedi tutto