Pozzo artesiano in giardino: una preziosa risorsa


Cos’è esattamente un pozzo artesiano? Quanto costa realizzarlo? Ma soprattutto è una fonte di acqua sicura per irrigare i nostri orti o il giardino di casa? In questo articolo proviamo a rispondere a tali domande e a darti qualche spunto in più per imparare a gestirne uno tutto tuo.

pozzo-artesiano-16-piante


Se hai un ampio giardino con l’arrivo dell’estate si ripropone il consueto problema dell’irrigazione: dove prendere l’acqua? Il pozzo artesiano rappresenta un’opportunità. Perché non coglierla? Andiamo insieme alla ricerca dell’acqua!

maxresdefault


Un buco nell’acqua: possibili metodi di approvvigionamento

Il pozzo artesiano rappresenta una valida alternativa per approvvigionarti di acqua. Ma ci sono altre due opzioni. Calcola sempre costi e benefici:

1. Convogliare l’acqua piovana in una cisterna;
2. Sfruttare ruscelli, fiumiciattoli o altre fonti di acqua nei pressi dell’appezzamento di terra.

Il pozzo artesiano è indubbiamente la soluzione più fidata. Nel caso ci sia mancanza di pioggia per un lungo periodo di tempo, la cisterna si svuota e i torrenti vanno in secca, mentre la falda acquifera si può abbassare ma non svuotare.


Leggi anche: Irrigazione del frutteto

pozzo-artesiano-copertina

Termini a confronto

Per cominciare è opportuno chiarire i termini: quando si parla di pozzo artesiano si può inciampare anche in un altro termine “freatico”. La differenza è sostanziale, vediamo il perché.
• Per pozzo artesiano si intende un pozzo piuttosto profondo e piccino di diametro.
• Per pozzo freatico è uno di più grosse dimensioni e ricoperto di mattoncini. Il classico pozzo collocato nel chiostro di un convento o nelle case di campagna, giusto per intenderci.

pozzo-artesiano-freatico

Cos’è un pozzo artesiano

Chiariti i termini, interroghiamoci su cosa vuol dire esattamente fare un pozzo artesiano. In pratica vuol dire fare un buco nel terreno così che l’acqua presente nella falda riemerga. Il terreno però è costituito da vari strati in mezzo ai quali troviamo l’acqua. Il nostro obiettivo è raggiungerla! Fatte le dovute indagini, può iniziare la realizzazione non senza aver ottenuto prima le dovute autorizzazioni. Vediamo quali.

Artesian well, Sycamore Valley, Missouri, USA

Le autorizzazioni

L’iter burocratico è piuttosto snello, ma varia a seconda della Regione, Provincia o Comune di residenza: controlla bene le indicazioni date. Più complesso l’iter se la zona in cui si vuole realizzare il pozzo è sottoposta a vincolo idrogeologico. Primo passo da fare è rivolgersi a un geologo che farà indagini, sopralluoghi e si occuperà della documentazione da produrre.


Potrebbe interessarti: Detrazione condizionatori 2020: tutto quello che devi sapere

Generalmente occorre un modulo a cui va allegato il progetto che si intende realizzare, le indagini che sono state fatte e la firma del tecnico. L’art. 889 del Codice civile stabilisce inoltre che il pozzo debba stare a due metri dai confini del lotto. Una volta ottenuta l’autorizzazione inizia lo scavo del pozzo. Quali le fasi?

pozzo-artesiano-autorizzazioni

La realizzazione

La realizzazione di un pozzo artesiano è piuttosto complessa: evita il fai da te ed affidati a dei professionisti con precisi mezzi e competenze. Una volta individuato il punto in cui scavare si fa una prova per verificare la reale presenza d’acqua in quel punto dopodiché si va di trivella. Man mano che si va in profondità si posano i tubi e si chiude con un rubinetto.

pozzo-artesiano-17

Gestione e manutenzione

Quando il pozzo è ultimato bene sapersene prendere cura: ne allungherai la vita. La manutenzione tra l’altro è molto semplice. Maggiore attenzione si deve avere per il rubinetto che va lubrificato periodicamente e protetto dalla corrosione. Lo spurgo invece è consigliato dopo quasi 15 anni di funzionamento del pozzo artesiano. Con il trascorrere del tempo, però, il flusso dell’acqua può cominciare a diminuire e, al contempo, intorbidirsi ed emanare cattivo odore. Cosa fare in questo caso? Procedere a una pulizia delle pareti e del fondo: affidarsi a una ditta specializzata è preferibile. Diverse le tecniche adoperate:

Pistonaggio: si ricorre ad un pistone che salendo e scendendo nel pozzo varia la pressione dell’acqua ;
Aria compressa: rimuove incrostazioni e sedimenti;
Getto di acqua ad alta pressione: serve a pulire a fondo le pareti del pozzo;
Impulsi idraulici: la sporcizia viene eliminata grazie a un generatore di impulsi che crea onde d’urto;
• Trattamento con anidride carbonica: con questo trattamento si sfrutta il cambiamento di stato dell’anidride carbonica (solido, liquido, gassoso).

pozzo-artesiano-9

Quanto costa realizzarlo

Per quanto riguarda il costo di realizzazione del pozzo artesiano si va da un minimo di 2000 a un massimo di 4000 euro. Si deve tener conto di numerosi aspetti e uno dei fattori che più di tutti incide sulla variazione di prezzo è il costo di perforazione (15 € ogni metro di profondità).

Cash

Galleria foto: pozzo artesiano in giardino

Tanta acqua e resa constante questi i punti di forza del pozzo artesiano che lo fa preferire su altri metodi di approvvigionamento. Se ti solletica l’idea di realizzarlo in giardino: sfoglia la galleria di immagini. Tante le soluzioni per te!

Paola Palmieri

Commenti: Vedi tutto