Piano cottura a gas: pulizia e rimedi naturali


Come pulire il piano cottura? Quale metodo migliore per quello a gas? Quali rimedi naturali usare? Semplici suggerimenti da seguire per far splendere il tuo piano cottura preservandone la corretta funzionalità.

pulire-piano-cottura-1


Ogni qualvolta ti diletti ai fornelli, per preparare una bella cena in compagnia o un qualsiasi pranzo in famiglia, il tuo piano cottura è destinato a diventare disordinato e sporco. Un pò di olio della frittura, oppure una pentola traboccante di sugo che fuoriuscendo si riscalda e si incrosta, creerà un disastro che pare impossibile da pulire.

Un fornello a gas se pulito periodicamente seguendo pochi semplici passaggi, può mantenere intatta la sua brillantezza e le sue funzionalità iniziali per molti anni.  Ovviamente ogni casa produttrice suggerisce un metodo specifico a sé, ma di base il procedimento generale è lo stesso. Quindi prova a seguire questi semplici consigli per rendere il tuo piano cottura ogni volta fresco e pulito.


Leggi anche: 10 Consigli per pulire il forno in pochi minuti

pulire-piano-cottura-2


Piano cottura a gas

Un piano cottura a gas rappresenta la tipologia più venduta sul mercato poiché il suo utilizzo presenta alcuni vantaggi da non sottovalutare. Infatti essendo composto da bruciatori permette di controllare in modo preciso l’intensità della fiamma in base al tipo di pietanza in preparazione.

Purtroppo quando i bruciatori si intasano con lo sporco, il flusso di gas non può più passare in modo perfetto e dunque perdono la loro efficacia. Per fortuna è abbastanza facile pulire i bruciatori a gas evitando che creino problemi.

Occorrente

In base alle case produttrici esistono diverse raccomandazioni riguardo i prodotti da utilizzare, ma in linea di massima quelli che occorrono sono:

  • Detersivo per piatti
  • Panno di daino
  • Graffetta per fogli
  • Bicarbonato di sodio
  • Spugnetta con lato morbido e lato abrasivo

Passiamo a vedere nello specifico quali sono gli step necessari per una corretta pulizia.

1. Rimuovi le griglie

I piani cottura a gas hanno delle grigie rimovibili che si trovano sopra i bruciatori, queste andranno tolte e lasciate in ammollo circa 10 minuti nel lavandino con acqua e detersivo mentre procedi alla pulizia del piano. Tolte dall’acqua, con la parte abrasiva della spugna aiutati a rimuovere le macchie che si sono incrostate su di esse, dopo sciacquale togliendo il sapone in eccesso.

pulire-piano-cottura-4

2. Rimuovi teste e dischi dei bruciatori

Molti bruciatori a gas hanno un disco di ceramica che si rimuove e che serve a diffondere la fiamma. Poi sotto questo disco si trova la testa del bruciatore a sua volta posizionata sopra il tubo venturi da cui fuoriesce il gas. Procedi a toglierli delicatamente evitando di danneggiare l’elettrodo di accensione (se i bruciatori utilizzano questo design) e ponili in una bacinella con acqua tiepida e detersivo per almeno 15-20 minuti.

3. Pulisci la superficie del piano cottura

Avendo in questo modo svuotato il piano cottura, procedi ad eliminare eventuali residui di cibo e poi con il lato morbido della spugna imbevuta di acqua e detersivo passa a strofinare la superficie. Se necessario ripeti una seconda volta l’operazione per assicurarti che tutte le macchie siano state rimosse.

Inoltre se trovi difficoltà nel pulire accumuli di grasso incrostati, mescola acqua e bicarbonato e passa il panno di daino per rimuovere tutto il materiale che è stato rilasciato.

Hands in yellow gloves washing gas stove.

4. Pulisci il pannello

Il passaggio successivo riguarderà la detersione del pannello di controllo ed in questo caso ti aiuterai con una spruzzata di detergente per vetri per togliere l’unto e gli schizzi di olio. Passa su tutta la zona il panno di daino inumidito in acqua tiepida e dopo procedi all’asciugatura con un panno asciutto.

pulire-piano-cottura-5

4. Strofina le teste e i dischi dei bruciatori

Togli dalla bacinella sia le teste che i dischi dei bruciatori che nel frattempo erano in ammollo e con la spugna inizia a pulirli; se rimangono detriti nelle fessure utilizza una graffetta raddrizzata per rimuoverli. Si raccomanda di non scavare troppo in profondità per evitare di danneggiare il metallo e comprometterne la funzionalità.

Per uno sporco decisamente ostinato prepara una pastella con acqua e bicarbonato e applicala sui bruciatori procedendo poi a sfregare con la spugna. Solo sui punti che presentano macchie di bruciato più difficili si può agire con il lato della spugna abrasivo per ottenerne la pulizia completa.

pulire-piano-cottura-6

5. Risciacqua le parti

Importante è sciacquare tutti i pezzi con acqua corrente e passare ad asciugarle con un  panno di cotone. Lasciali comunque qualche minuto all’aria prima di rimontarli, ciò permetterà di evitare che qualsiasi goccia interferisca con la corretta accensione dei bruciatori.

6. Riassembla le parti

A questo punto il tuo piano cottura risulta brillante e puoi passare a riassemblare le parti nel modo corretto. Posiziona le teste dei bruciatori, i loro dischi e poi le griglie sulle loro postazioni. Per una maggiore sicurezza testali verificando il colore della fiamma e l’intensità. Ora il tuo piano cottura a gas è pronto per essere riutilizzato per la tua prossima sessione di cucina!

pulire-piano-cottura-7

Usa metodi naturali fai da te

I prodotti chimici utilizzati per pulire il tuo piano cottura sono costosi e molto spesso possono risultare aggressivi e col tempo tendono a corrodere la superficie. D’altra parte non è sempre consigliabile l’uso di questi detergenti quando si tratta di pulire zone che vengono a contatto diretto col cibo: anche prestando i dovuti accorgimenti e risciacquando perbene queste sostanze possono persistere e trasferirsi sugli alimenti. Prova a far splendere il tuo piano cottura adoperando semplici ed economici rimedi naturali.

pulire-piano-cottura-8

Aceto

Ottimo alleato per le pulizie casalinghe l’aceto si rivela uno sgrassatore doc oltre che un efficiente antibatterico per il tuo piano cottura incrostato, quindi prova:

  • aceto di mele ideale per rimuovere l’unto. Unisci 200 ml di acqua con 500 ml di aceto di mele, riscalda in una pentola senza far bollire e a soluzione tiepida immergi una spugna e procedi alla pulizia.
  • aceto bianco efficace disinfettante e ottimo per rimuovere calcare e macchie. Riscalda 250 ml di aceto con 125 ml di acqua e utilizza uno spruzzino per applicarlo direttamente sullo sporco. Per le griglie del piano cottura e le altri parti rimovibili versa 3 bicchieri di aceto e 1 bicchiere di acqua, porta ed ebollizione e lasciale per circa 10 minuti.

Bicarbonato

Altro ingrediente consigliato è il bicarbonato che aiuta ad assorbire il grasso e gli odori sgradevoli oltre ad essere disinfettante. Prova a creare una pastella con bicarbonato e acqua assicurandoti che rimanga densa, quindi dosa i due ingredienti in modo bilanciato.

Il composto così ottenuto viene spalmato sui punti critici e lasciato agire 10 minuti, dopodiché con una spugna umida procedi a rimuovere il tutto. La sua composizione favorirà la pulizia delle macchie senza dover sfregare rischiando di danneggiare il piano, a questo punto non ti resta che lucidare con un panno di daino.

pulire-piano-cottura-10

Dentifricio

Insolita ma non meno efficace l’idea di pulire il piano cottura con il dentifricio, che oltre ad essere uno sbiancante e igienizzante per i denti ha altre funzioni da non sottovalutare. Procedi a stenderlo sulla superficie aiutandoti con le mani e lascialo in posa 5 minuti, poi con una spugna passa a rimuoverlo e ripeti se necessario più volte l’operazione del risciacquo per evitare di lasciare residui.

Farina gialla

Per farina gialla intendiamo quella che serve per preparare la polenta, e che ha delle proprietà non solo nutrizionali, ma in questo caso anche detergenti. Mescola in una scodella la farina con dell’acqua cercando di ottenere una pastella consistente.

Sul piano cottura applica il composto così ottenuto spalmandolo con un cucchiaio e lascialo agire per 10 minuti. Perfetto per assorbire gocce di olio e per togliere le incrostazioni grazie alla sua consistenza granulosa; sempre con la pugna pulisci il piano e risciacqua con un panno umido.

Amido di mais

Allo stesso modo della farina gialla questo ingrediente famoso in cucina si rivela utile anche per rimuovere sporco e macchie. Il metodo è creare una sorta di crema con amido di mais ed acqua mescolando perbene e poi applicarla sul piano cottura e dopo qualche minuto strofinare con la spugna e procedere alla sua rimozione.

Altro modo efficace per avere un miglior effetto sgrassante è realizzare la stessa crema densa sostituendo all’acqua l’aceto: i due prodotti insieme aiutano a disincrostare e lucidare eliminando anche gli aloni di calcare.

pulire-piano-cottura-9

Sale

Nel caso in cui i fornelli non siano particolarmente sporchi puoi aiutarti con un composto di acqua e sale. Puoi sciogliere del sale in una bacinella e procedere con la spugna alla detersione, oppure applicare direttamente il sale sullo sporco e strofinare con un panno umido.

Per griglie e bruciatori porta ad ebollizione l’acqua col sale e immergi i pezzi lasciandoli in ammollo per una mezz’oretta. Dopo strofina con una spugna e sciacqua tutto con acqua corrente, otterrai brillantezza e pulizia profonda.

Limone

Ebbene si, non potevamo non menzionare il limone che grazie alle sue proprietà antibatteriche e alla sua acidità è un ottimo rimedio naturale per le pulizie domestiche. Per non parlare della sua capacità di assorbire i cattivi odori che restano dopo aver cucinato, sul piano cottura.

In 750 ml di acqua aggiungi il succo di almeno 2 limoni e aiutandoti con un panno inumidisci tutto il piano con questa soluzione. Particolarmente indicata per il piano cottura in acciaio perché elimina il grasso senza danneggiare il metallo, poi risciacqua e asciuga con un panno asciutto per una perfetta brillantezza.

Sapone di Marsiglia

Non solo per il tuo bucato, il sapone di Marsiglia compare nella lista degli ingredienti utili per la pulizia del piano cottura. Immergi griglie e bruciatori in acqua e sapone di Marsiglia e lascia agire per 20 minuti, quindi sciacqua bene con acqua corrente e fai asciugare tutto all’aria.

Invece per la superficie del piano applicane alcune gocce direttamente sulle macchie e lascia in posa 10 minuti, successivamente lucida con una spugnetta e sciacqua accuratamente con un panno umido.

Homemade green cleaning, Eco-friendly natural cleaners with baking soda

Galleria foto pulizia del piano cottura a gas

Antonella Palumbo

Commenti: Vedi tutto