Pericolo fulmini: norme di sicurezza da adottare in casa

Patrizia D'amora
  • Dott. in Giornalismo e Cultura editoriale

Come proteggersi dai fulmini e restare più tranquilli quando si è in casa? Segui le norme di comportamento da adottare durante un violento temporale, e tutela la  tua sicurezza personale con i dispositivi di protezione, al fine di scongiurare pericoli di folgorazione. Così facendo eviterai anche i guasti all’impianto elettrico e agli elettrodomestici, sensibili ai picchi di tensione e all’interruzione dell’energia elettrica. 

proteggere-la-casa-dai-fulmini (7)

Rimanere al buio in casa durante un temporale è molto frequente. Ma in estate i temporali sono particolarmente intensi e, anche se durano meno di quanto ci si aspetti, non è raro assistere a episodi di scariche elettriche.

I fulmini sono delle scariche elettriche improvvise che si verificano durante i fenomeni temporaleschi. Generalmente percepiamo quelli che si scaricano al suolo, ma sono comuni anche le scariche tra le nuvole, le cosiddette saette.

Quando un fulmine scarica la sua carica elettrica al suolo, può causare danni agli oggetti circostanti o alle persone: per questo motivo è molto importante ripararsi in casa o in un luogo pubblico coperto, per evitare danni fisici irreparabili.

Ma anche stando in casa è necessario proteggersi, adottando le giuste precauzioni! Ecco cosa fare quando si è in casa per proteggere se stessi e stare più tranquilli durante un violento temporale.

proteggere-la-casa-dai-fulmini (3)

Norme generali di comportamento

Quando si è in casa durante un violento temporale è sempre meglio seguire alcune regole di comportamento.  La sicurezza personale viene prima di tutto! Proteggi te stesso e i tuoi apparecchi elettrici adoperando queste semplici ma fondamentali norme di precauzione:

  1. Se sei in casa durante un forte temporale chiudi porte e finestre;
  2. Stacca tutti i dispositivi elettrici dalle prese di corrente, compreso il cavo dell’antenna satellitare e il cavo telefonico della rete ADSL;
  3. Se devi fare una telefonata usa il cordless o il cellulare, ma ricorda di staccarlo dalla presa della ricarica per evitare contatti diretti con l’elettricità;
  4. Evita di usare elettrodomestici a contatto diretto, come il ferro da stiro, l’asciugacapelli o il rasoio;
  5. Durante un violento temporale è meglio non fare il bagno o la doccia. L’acqua è un buon conduttore di elettricità, per questo motivo non toccare rubinetti o tubazioni di metallo;
  6. Installa delle lampade di emergenza in casa, senza dimenticarti delle scale. In caso andasse via la corrente riuscirai a orientarti senza problemi;
  7. Tieni a portata di mano delle candele da usare in caso di emergenza. Se le lampade di emergenza non dovessero funzionare, avrai un’alternativa che ti farà stare più tranquilla.

Come-proteggere-la-casa-dai-fulmini-05

Installazione del salvavita

Abbiamo visto le principali regole da adottare per proteggersi dai fulmini quando si è in casa. Ma per restare più tranquilli è necessario installare anche alcuni dispositivi di protezione, come i salvavita.

L’interruttore differenziale (salvavita) è un dispositivo di sicurezza che interrompe il flusso elettrico di un circuito in caso di guasto o in seguito a una dispersione elettrica. Il suo intervento è indispensabile per scongiurare il pericolo di folgorazioni durante un temporale.

Gli interruttori differenziali si distinguono per il livello di protezione e per il tempo di intervento. Secondo le normative vigenti negli impianti a uso domestico è necessaria l’installazione di almeno due salvavita, per garantire una maggiore sicurezza e continuità del servizio.

Il contatore di casa normalmente è già dotato di un salvavita, ma un contatore meccanico, di vecchia generazione, ne sarà sicuramente sprovvisto: se questo è il tuo caso affidati a un bravo elettricista. I costi di un salvavita vanno dai 30 ai 50 euro, ma la tua sicurezza personale non ha prezzo.

proteggersi-dai-fulmini.jpg

Proteggere la casa

Per proteggere la tua casa dai fulmini è necessario accertarsi della presenza di dispositivi di protezione esterni nei pressi dell’abitazione: senza di loro ogni altra misura precauzionale risulterebbe inefficace.

La migliore protezione dai fulmini resta il parafulmini, un’invenzione che risale alla metà del 700 a opera del fisico Benjamin Franklin; ancora oggi il parafulmini continua a essere utilizzato per proteggere gli edifici dalla fulminazione diretta, disperdendo al suolo la scarica elettrica.

Il parafulmini, detto anche LPS esterno, di solito è installato sugli edifici più alti della città o dove c’è una maggiore concentrazione di persone. Se vivi nei pressi di una scuola o di un centro commerciale non è necessario, ma informati se il tuo condominio è dotato di un sistema di messa a terra adeguato e rispettoso delle normative vigenti in materia di sicurezza.

proteggere-la-casa-dai-fulmini (5)

Proteggere gli impianti elettrici

Gli LPS proteggono l’esterno della casa dai fulmini, che vengono scaricati al suolo senza arrecare danno a cose o persone; ma esistono anche sistemi di protezione interni che difendono gli impianti della casa contro improvvisi innalzamenti di tensione.

Questi dispositivi di protezione si chiamano SDP (Surge Protective Device), o più comunemente scaricatori: la loro funzione è quella di deviare la scarica elettrica dall’impianto verso la messa a terra, difendendo gli impianti elettrici di casa anche se il fulmine colpisce a 1,5 km di distanza.

Invece per la protezione dei singoli apparecchi ci sono dispositivi che agiscono a livello locale e possono essere installati in corrispondenza delle singole prese elettriche: per la televisione o il computer puoi utilizzare delle speciali prese filtrate oppure delle prese protette a basso voltaggio.

proteggere-la-casa-dai-fulmini (1)

Gruppi di continuità

Ci sono alcuni apparecchi che non bisognerebbe spegnere mai, come il congelatore e il frigorifero. Quindi cosa fare qualora andasse via la corrente? In questo caso sarebbe opportuno dotarsi di un gruppo di continuità, un sistema di alimentazione di emergenza dotato di batterie.

Il gruppo di continuità garantirà ai tuoi elettrodomestici una protezione contro gli eventuali picchi di tensione e una continuità nella fornitura di energia elettrica, nel caso andasse via.

Normalmente ha un’autonomia di 5-10 minuti, ma nel caso di un’interruzione prolungata dell’energia elettrica può essere abbinato a un generatore ausiliare che entra in funzione fino al ripristino della fornitura.

proteggere-la-casa-dai-fulmini (2)

Come proteggersi dai fulmini: galleria delle foto

In questa galleria di foto troverai un riepilogo dei principali dispositivi di protezione dai fulmini da installare in casa, insieme alle norme di comportamento da adottare per la sicurezza personale e per evitare guasti agli apparecchi elettrici durante un violento temporale.