Pavimenti in klinker: materiale inedito


Hai presente quel materiale, caratteristicamente azzurrino, che serve per rivestire sia i bordi che i fondali delle piscine? Ecco, questo è il klinker. E se non ne hai mai sentito parlare ma vuoi saperne di più scopri insieme a noi le sue principali caratteristiche.

Tudor_Residence_05_1


Se devi ristrutturare o costruire ex novo una piscina questo materiale fa proprio al caso tuo. Ma non solo. In klinker vengono prodotte molte gamme di piastrelle e puoi optare per queste se desideri un pavimento dalle alte prestazioni tecniche e durevole nel tempo.

klinker-26


Il klinker: cos’è

Realizzato miscelando sapientemente acqua e argille pregiate (la caolinite e l’illite, ricche di allumina e di quarzo), il klinker è uno dei prodotti ceramici per pavimenti più solidi e resistenti. Vediamo insieme le varie fasi che ne portano alla realizzazione e le sue possibili destinazioni d’uso:

  1. L’impasto viene depositato in silos per la stagionatura e poi sagomato in impianti di trafilatura. Qui è possibile ricavarne piastrelle o mattoni con spessori dai 9 ai 25 millimetri e definirne le forme.
  2. I pezzi prodotti sono caricati su carrelli e portati in essiccatoi, in modo da eliminare l’umidità in eccesso, che ne pregiudicherebbe la qualità.
  3. La cottura che dura 34 ore circa, in forni a tunnel o a rulli, ad una temperatura di 1250 gradi, affinché il materiale raggiunga la giusta compattezza.


Leggi anche: Piscine di design: 12 piscine da sogno

klinker-21

Caratteristiche

È proprio mediante questo processo di lenta cottura che raggiunge un elevato livello di vetrificazione e assume le sue principali caratteristiche. Quali?
Durezza;
Resistenza al gelo (e agli sbalzi di temperatura);
Impermeabile all’acqua, alla penetrazione di oli e grassi;
Invulnerabile all’azione corrosiva degli agenti atmosferici, agli urti, alle abrasioni, al fuoco e alle forti sollecitazioni meccaniche;
• Struttura molto solida.

Non pensare che il klinker sia utile solo ed esclusivamente per la tua pavimentazione esterna. Il materiale, infatti, ben si adatta anche agli spazi interni. Utile per pavimentare qualsiasi stanza della tua casa, ma sta diventando usuale il suo utilizzo anche in altri ambiti: industriale, sportivo o dell’arredo urbano. Qualche esempio? Con il klinker si realizzano pavimentazioni di cortili, di passi carrai e di zone a traffico pedonale intenso.

klinker-13

Il klinker: forme e colori

Nella scelta del klinker si possono preferire varie forme e colori, in linea con il proprio gusto. Vi sono mattonelle quadrate, rettangolari, ottagonali, a listello, oppure c’è la variante del classico mattone. La superficie può essere:
Smaltata che conferisce alle piastrelle una maggiore impermeabilità;
Non smaltata, ovvero priva di rivestimento.

Per quanto riguarda le colorazioni, si possono ottenere tantissime tonalità, sia chiare che scure in base agli smalti impiegati, mentre il colore del klinker naturale dipende dal dosaggio delle argille (e dalla qualità) cambiando dal giallo sabbia al rosso mattone passando per l’arancio. Di seguito ti offriamo una piccola guida dei toni che è possibile ottenere.

klinker-coloriFiniture

Anche le finiture sono varie, a seconda dell’effetto che vuoi ottenere. Potrai scegliere, infatti, tra una smaltatura lucida oppure opaca e differenti lavorazioni possibili tra cui:

levigatura: si ottiene con l’ausilio di macchine munite di dischi rotanti e serve a rimuovere tutte le imperfezioni della superficie per ottenere un pavimento del tutto liscio, particolarmente adatto a fare da sfondo ad arredi moderni;

fiammatura: è un trattamento ad urto che si realizza con le mattonelle poste a diretto contatto con una fiamma ad alta temperatura per ottenere zone sfumate e cromatismi alleggeriti;

sabbiatura: che si ottiene indirizzando sul pavimento un getto di granelli di sabbia e di vetro, con alte proprietà abrasive, attraverso attrezzature ad alta pressione per creare una finitura ruvida e opaca. Questo tipo di trattamento è molto utilizzato per gli esterni, in quanto dona alle pavimentazioni ottime proprietà antiscivolo.

klinker-5
Costi

Ma veniamo al discorso costi. Qual è il valore di mercato del klinker? Parliamo senz’altro di un prodotto piuttosto competitivo. Si trovano piastrelle di prima scelta, prive di difetti, a partire da 13 euro al metro quadro, anche lavorate con finiture che abbiamo appena descritto tipo la sabbiatura e la levigatura.

Il costo varia anche in base alle dimensioni delle mattonelle scelte, della qualità, se di prima o di seconda scelta e della presenza o meno di decorazioni che è possibile realizzare. Le più quotate le classiche greche, i rosoni e particolari mosaici. Resta comunque un tipo di pavimentazione dal prezzo accessibile.

klinker-25
Manutenzione

Anche se il klinker, come abbiamo visto, è un materiale resistente all’acqua e all’azione degli agenti atmosferici, è comunque utile fornire una corretta manutenzione. Come?
• Per gli interni: diluisci un detergente neutro, stendilo in maniera uniforme sul pavimento e risciacqua;
• Per gli esterni: procedi allo stesso modo ma, è consigliabile passare anche un protettivo idrorepellente all’acqua non diluito, una o due volte all’anno.

klinker-manutenzione

Pavimenti in klinker immagini

Se sei interessato a un materiale tecnicamente perfetto e pensi che il klinker faccia al caso tuo, lasciati intrigare dalle varie soluzioni. Noi te ne proponiamo alcune in gallery.

Paola Palmieri

Commenti: Vedi tutto