Miglior miscelatore cucina: ecco come fare per sceglierlo


La scelta del miglior miscelatore da cucina è importante, perché si tratta di un prodotto essenziale non solo per aiutarti nelle faccende domestiche e per garantirti un bene di prima necessità, ma anche per l’aspetto di tipo estetico. Vediamo come trovare il miglior miscelatore cucina in commercio.

miglior-miscelatore-cucina


La ricerca del miglior miscelatore per la cucina è importante in quanto, permette di aiutare ad avere l’acqua per cucinare, per lavare i piatti, in maniera pratica. È anche possibile optare per questo oggetto rendendolo di design e di tendenza.

Infatti, i miscelatori esistono in varie tipologie. Il consiglio è quello di considerare un elemento che possa avere un buon getto regolabile per avere un flusso d’acqua costante in grado di garantire il risparmio idrico. Vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche di un miscelatore da cucina e come scegliere quello migliore.

miglior-miscelatore-cucina


Le caratteristiche del miglior miscelatore cucina

La scelta del miglior miscelatore cucina passa per le sue caratteristiche. Innanzitutto, si deve puntare su:


Leggi anche: Come riparare tubo miscelatore cucina IKEA

  • Forma colore;
  • Funzionalità;
  • Materiali;
  • Prezzo.

La forma e il colore del miglior miscelatore cucina

Una delle caratteristiche essenziali del miscelatore da cucina è il fatto che deve avere non buona lunghezza del collo. È importante che si scelgano quelli dal collo lungo perché ci sia spazio all’interno del lavandino per lavare le stoviglie.

È bene optare per un modello che abbia una doccia estraibile ideale per arrivare in profondità dove si ritiene più opportuno. Un buon miscelatore deve avere anche la capacità di adattarsi al resto dell’ambiente della cucina.

Ecco perché il colore è importante, esiste oggi giorno la possibilità di optare per il miscelatore cucina di ogni colore, che si vuole anche se si consiglia sempre l’acciaio, oppure i colori più scuri per evitare graffi e il ricorso ad una manutenzione costante.

miglior-miscelatore-cucina

Funzionalità

La funzionalità del miglior miscelatore cucina dipende anche dal modo in cui è installato. Infatti, si può mettere sia a parete che direttamente sul lavandino. In genere,quelli più funzionali, sono quelli a parete perché danno più possibilità di spazio all’interno del lavandino.

Esistono inoltre, i miscelatori da cucina con funzioni più diverse. Quello monocomando o quello ad esempio, tradizionale. Quello tradizionale è fatto da due manopole, una di acqua calda acqua e una di acqua fredda che vanno regolate in maniera parallela. Quello monocomando invece, è più o meno standard perché è l’unico miscelatore che consente di avere più acqua fredda o calda a seconda delle necessità.

Vi è poi, il miscelatore cucina monoforo che si mette direttamente sul lavello e può essere estraibile, quindi ha la doccetta con un cavo estendibile che gli dà anche la possibilità di fare rotazioni a 360 gradi. Questa tipologia di miscelatore cucina è ancora più facile da utilizzare e quindi vale la pena considerarla perché permette di arrivare in profondità e di lavare più facilmente stoviglie e piani da lavoro.

In commercio esistono anche quelli elettronici, che riescono a far gestire il getto d’acqua nel modo che ritiene più opportuno, magari con l’aiuto di una pulsantiera. Questi prodotti garantiscono anche un buon risparmio di acqua.

miscelatore-cucina

I materiali del miscelatore cucina

Un altro elemento molto importante nella scelta del miglior miscelatore cucina è la qualità. Infatti i materiali utilizzati e le tecnologie integrate sono fondamentali. Innanzitutto, ve ne sono alcuni che hanno inserti in silicone, in modo tale da ridurre al minimo la formazione del calcare. Inoltre, ci sono anche dei prodotti in grado di impedire lo sgocciolamento.

In genere, tra i materiali maggiormente utilizzati vi sono: l’acciaio inox che assicura proprietà antibatteriche e inoltre garantisce una buona durata. Ma anche il cromo, che rende questo prodotto molto lucido oppure l’ottone, che rappresenta un’ottima scelta per garantire un buon miscelatore da cucina.

miscelatore

Prezzo

Il prezzo del miglior miscelatore cucina cambia secondo tutte le caratteristiche già citate. Generalmente, bisogna puntare molto sulla praticità, il risparmio energetico e quello idrico. È fondamentale cercare di limitare gli sprechi. Quelli che hanno un elemento termostatico all’interno, e che quindi possono impostare la temperatura dell’acqua, oppure i misuratori che funzionano con una doccetta estraibile o hanno funzioni più tecnologicamente avanzate hanno un prezzo più alto.

In generale, si parla di un costo che varia, per i prodotti più classici dai 50 euro fino ad arrivare invece a miscelatori tecnologici che hanno un costo più elevato. Parliamo di quelli che superano talvolta anche i 150 euro.

miscelatore-cucina

La top 5 del miglior miscelatore cucina

Uno dei miglior miscelatori da cucina è quello Grohe in cromo 32670000. Questo prodotto è ideale per riuscire a pulire contenitori ed è molto facile da utilizzare. Garantisce qualità e design. Il prezzo è di 140 euro circa.

Un altro buon prodotto è Grohe miscelatore monocomando 32168000 che è dotato di una doccetta estraibile in modo da pulire meglio ogni angolo del lavello e anche ogni stoviglia. Ha una garanzia italiana ed è ed ha un prezzo che si aggira sui 160 euro.

Poi il miscelatore Paffoni blu cucina canna alta che è un modello più economico che costa 39 euro circa ed è completo di tutti gli elementi per montarlo, con un design moderno. Tra i miscelatori da cucina in formato contemporaneo, vi è quello Timaco che ha una doccetta estraibile ed è realizzato con materiali di alta qualità. Il costo è di oltre 70 euro.

miscelatore-cucina

Galleria foto: i migliori miscelatori cucina

Ecco alcuni modelli di miscelatore cucina tra cui è possibile scegliere per garantire un buon design e bellezza al proprio spazio.

Valeria Cozzolino

Commenti: Vedi tutto