Lavasciuga: cosa bisogna sapere prima di sceglierlo


Lavasciuga. Cosa c’è da sapere prima di comprare un elettrodomestico che coniuga due funzioni in una: lavaggio e asciugatura. Caratteristiche, programmi, funzioni e costi.

scegliere-lavasciuga-1


Se avete poco spazio in casa e avete bisogno di una lavatrice e di un’asciugatrice, la soluzione ideale è una lavasciuga, un elettrodomestico utilissimo che lava e asciuga il vostro bucato. La lavasciuga coniuga due funzioni in un’unica macchina. Ma cosa bisogna sapere prima di scegliere la lavasciuga? Quanto costa? Quanto consuma?


Come funziona la lavasciuga?

La lavasciuga può essere definita una lavatrice con la funzione di asciugatura. I due processi avvengono in sequenza, senza interruzioni, basterà impostare il programma all’avvio dell’elettrodomestico. In questo modo, dopo aver lavato i nostri indumenti, non ci sarà bisogno di stenderli ad asciugare, evitando che, soprattutto nei mesi invernali, possono assorbire umidità e cattivi odori, a maggior ragione se si vive in grandi città. Prima di scegliere il modello più adatto alle nostre esigenze, bisogna valutare alcune caratteristiche tecniche.


Leggi anche: Lavasciuga: consigli per l’acquisto

scegliere-lavasciuga-12
Tecnologia di asciugatura

Questa caratteristica è fondamentale perché indica come avviene l’asciugatura. Una pompa di calore mette in circolo l’aria calda attraverso una ventola che asciuga il nostro bucato. L’asciugatura può avvenire ad espulsione o a condensazione. Quello che varia è il modo in cui viene eliminata l’umidità dagli indumenti. Nel primo caso, il vapore viene espulso nell’ambiente, quindi, occorrerà lasciare aperta la finestra dell’ambiente dove sarà collocata. Nel caso dell’asciugatura a condensazione, il vapore viene trasformato in acqua che va a raccogliersi in un serbatoio, da svuotare periodicamente. Alcuni modelli più recenti permettono di scaricare l’acqua di condensa direttamente dallo scarico.

scegliere-lavasciuga-9
Capienza del cestello

È un fattore molto importante, perché ci permetterà di capire quanti vestiti possiamo lavare e successivamente asciugare. La capienza del cestello richiesta è diversa per entrambi i processi. Durante l’asciugatura, ci sarà bisogno di molto più spazio per asciugare bene gli indumenti, mentre durante il lavaggio c’è bisogno di meno spazio, quindi è possibile caricare più capi. Solitamente, però, queste indicazioni vengono riportate nelle istruzioni dal produttore. Per fare un esempio, se laviamo 7/8 kg di indumenti, ne potremo asciugare circa la metà o, comunque, circa 2/3 kg in meno. Quindi, se sfruttiamo tutta la capienza per il lavaggio, per l’asciugatura bisognerà estrarre la metà del bucato e farlo asciugare e, successivamente inserire la seconda metà. Ovviamente, questa proporzione varia a seconda dei modelli e, sono valori sempre ben indicati dalle case produttrici.

scegliere-lavasciuga-7
Potenza e consumi

È sempre consigliabile scegliere una lavasciuga con classe energetica A++, a ridotto consumo energetico. Ovviamente, una potenza elettrica maggiore, permetterà una maggiore efficienza del nostro elettrodomestico, soprattutto nella fase dell’asciugatura. Una centrifuga energica, ad esempio, eliminerà tutta l’acqua dagli indumenti e permetterà un’asciugatura più rapida. È chiaro che, sul consumo energetico influisce anche la durata dei due processi. Una buona lavasciuga consuma intorno ai 1500 watt. Per quanto riguarda il consumo di acqua, questo dipende dalla capienza del cestello. Diversi modelli in commercio offrono una buona capacità di lavaggio con poco consumo idrico.

Side view of man crouching while loading clothes in washing machine at home

Programmi e funzioni

Una buona lavasciuga deve essere dotata di programmi e funzioni specifiche che permettono di decidere il tipo di lavaggio da effettuare, in base al tessuto, alla temperatura dell’acqua, la durata del lavaggio e la percentuale dell’asciugatura. La maggior parte dei modelli consentono di scegliere se effettuare solo il lavaggio, solo l’asciugatura o entrambi i processi. Sono, inoltre, disponibili programmi eco che mirano a ridurre i tempi dei due processi e, puntano al risparmio energetico.

scegliere-lavasciuga-3

Costi

Quanto costa una lavasciuga? Come per altre tipologie di elettrodomestici il prezzo varia molto. A incidere sul costo è non solo il modello, ma le funzioni, i programmi, la capacità di carico, le dimensioni e non ultimo, le case produttrici.
Per i modelli base il prezzo della lavasciuga si aggira attorno ai 300-350 euro. Per modelli dotati di più funzioni il costo può superare anche i 1000 euro.

scegliere-lavasciuga-4
Come scegliere la lavasciuga?

Orientarsi nella scelta della lavasciuga non è una cosa semplice. Occorrerà considerare prima di tutto, al di là delle specifiche tecniche che abbiamo già visto, le nostre esigenze, a partire non solo dalla persone presenti in famiglia, ma anche dall’uso che faremo del nostro elettrodomestico. Appare evidente che una famiglia numerosa avrà bisogno di un numero di lavaggi di bucato più frequenti e, allo stesso tempo, anche le dimensioni e la capienza del cestello dovranno essere più grandi.

scegliere-lavasciuga-2

Vantaggi e svantaggi

La lavasciuga è l’elettrodomestico ideale se non si ha intenzione di eseguire l’asciugatura ad ogni lavaggio, ma solo in maniera sporadica. Un elemento, da considerare prima di acquistare la lavasciuga, è sicuramente lo spazio a disposizione. Se abbiamo poco spazio, la lavasciuga è la soluzione ideale. Se lo spazio non è un problema, scegliere due elettrodomestici separati, lavatrice e asciugatrice, è più indicato. Le prestazioni di un elettrodomestico, con funzioni di lavaggio e asciugatura integrate, sono inferiori, rispetto a quelle dei singoli elettrodomestici. Senza contare poi, la maggiore usura della lavasciuga e, un consumo maggiore di acqua.

scegliere-lavasciuga-8

Alcuni modelli di lavasciuga immagini

Marcella Piegari

Commenti: Vedi tutto