Lavasciuga: consigli per l’acquisto


Perché acquistarla? Quali funzioni considerare? Spazi ed ottimizzazione dei tempi. Vediamo insieme come scegliere la lavasciuga più adatta a noi. 

lavasciuga


La vita frenetica che siamo obbligati a condurre oggigiorno, lo smog che affligge le città ed il cambiamento climatico, ci indirizzano sempre più spesso all’acquisto di elettrodomestici con i quali rendere facili e smart tutte le mansioni casalinghe. 

Il piano cottura ad induzione con spegnimento automatico, la funzione timer che ormai caratterizza ogni apparecchio, da una semplice macchinetta del caffè alla lavastoviglie, ormai tutti i brand di elettrodomestici hanno dovuto fare i conti con la realtà fugace del consumatore e la sua pressante richiesta e necessità di evitare il dispendio di tempo.

lavasciuga-2

Per non parlare del bucato pratica temuta da molti non solo per la difficoltà nella scelta del programma di lavaggio, ma soprattutto perché, in termini di tempi, è quella per la quale si impiega di più se consideriamo il lavoro finito.


Leggi anche: Lampadine Smart 2020: migliori tecnologie, qualità, prezzo

Perché non pensare ad un apparecchio che ci permetta di abbattere non solo i tempi di lavaggio, ma anche l’asciugatura?

Per questo nelle case moderne si trovano speso dispositivi capaci di lavare ed asciugare il bucato, ed in alcuni modelli all’avanguardia si riesce anche ad impostare la funzione stiratura che riduce la formazione di pieghe, abbattendo notevolmente il tempo speso per la cura e la sanificazione degli indumenti.

Chi possiede spazio a sufficienza ed un budget sostanzioso per affrontare una spesa doppia, potrà essere indirizzato per l’acquisto del kit lavatrice ed asciugatrice, ma in caso contrario verrà in soccorso la lavasciuga.

Vediamo quindi cosa considerare per scegliere il modello di lavasciuga più adatto alle nostre esigenze.


Perche sceglierla? 

Lavare, stendere, aspettare che i panni siano ben asciutti, ritirarli dallo stendino, stirare e, dopo averli piegati, riporli al loro posto. Fare il bucato non è una delle mansioni più semplici in termini di faccende domestiche. Richiede non solo tempo, uso degli additivi adeguati, ottimi elettrodomestici e spazio, ma soprattutto un clima adeguato. 

Se durante la bella stagione, il caldo afoso o le giornate ventose sono in grado di far asciugare i panni stesi in poche ore, questo non si verifica quando le intemperie degli agenti atmosferici prenderanno il sopravvento.

lavasciuga-3

In alcune città particolarmente uggiose, poco esposte al sole, acquistare un’asciugatrice è una scelta quasi obbligata. Onde evitare di ritrovarsi la casa sommersa di panni umidi che non solo si rivelerà dannoso per l’abitazione, visto che le pareti assorbiranno tutto, ma anche per la salute degli inquilini che dovranno fare i conti con un tasso di umidità sostanzioso.

Inoltre gli indumenti lasciati asciugare all’interno, manterranno quell’odore fastidioso di acqua ed umido che porteremo con noi una volta indossati.

lavasciuga-4

Caratteristiche da valutare

Nell’acquisto la scelta dipende non solo dallo spazio a disposizione ma anche dalle varie funzioni necessarie, che il dispositivo deve possedere per soddisfare le nostre esigenze personali.

Il numero di giri di centrifuga sopportati dal motore vi renderanno coscienti dei tempi impiegati per l’asciugatura, per lavasciuga sulle quali poter impostare giri attorno ai 1200/1400 riusciremo a ridurre i tempi, visto che la maggior parte dell’acqua viene eliminata durante la centrifuga.

lavasciuga-4

La temperatura è uno dei fattori più significativi, un ottimo modello permette di scegliere i programmi non solo della fase di lavaggio, ma anche per la successiva, dal momento che sono consigliate temperature molto alte per i tessuti sintetici e misti, per quelli più delicati e naturali al contrario delle temperature più basse.

Molte lavasciuga presentano un inconveniente fastidioso, ovvero la formazione eccessiva di pieghe, che aumenta la pratica di stiratura dei panni. Per questa ragione, valutare un modello con sistema anti piega incorporato, vi permetterà di ripiegare i panni una volta asciutti perché sembreranno già stirati.

Timer di autospegnimento, controllo del tasso di umidità, funzione Eco e Boost, sono tutti aspetti aggiuntivi da considerare prima dell’acquisto.

lavasciuga-5

Soluzione conveniente? 

Sotto molti punti di vista la lavasciuga può essere considerata più conveniente rispetto al kit lavatrice asciugatrice. Di sicuro chi ha a disposizione uno spazio ridotto dove collocare l’apparecchio, non può propendere verso l’acquisto di due elettrodomestici.

In questo caso la lavasciuga risulta un ottimo compromesso tra funzionalità ed ingombro, con un unico apparecchio avremo la possibilità di ottenere un bucato finito ben fatto senza ritrovarci in casa colossi dell’ingegneria domestica.lavasciuga-6

Al contrario, un aspetto limitante potrebbe essere proprio quello del fattore combinato, le famiglie numerose che producono parecchi panni sporchi hanno bisogno di un sistema separato per permettere di lavare ed asciugare contemporaneamente.

Per questo la lavasciuga è scelta soprattutto dai nuclei familiari piccoli che eseguono pochi cicli di lavaggio alla settimana. La scelta di acquistare una lavasciuga può essere una strategia conveniente per chi si trova a vivere in un luogo ben areato e soleggiato che quindi non necessita dell’asciugatrice tutto l’anno ma solamente nei periodi più burrascosi.

D’altronde è più conveniente avere un’unica macchina da sfruttare al 100% quando necessario, che avere un dispositivo di asciugatura poco sfruttato.

lavasciuga-7

Prezzo

Anche in termini di spesa d’acquisto, i kit lavatrice/asciugatrice si rivelano più dispendiosi. Acquistare i due sistemi separati infatti si traduce in una spesa di circa 700/900 euro, a differenza del singolo elettrodomestico che può trovarsi sul mercato a partire da 300 euro.

Ovvio è che migliori saranno le prestazioni più il prezzo tenderà a salire, fino a raggiungere anche i 1300 euro per i dispositivi multifunzione con tecnologia di qualità.

lavasciuga-8

Consumi

In ultimo, ma di fondamentale importanza, è l’aspetto dei consumi energetici. Sicuramente evitare la fase di stiratura, vi permette di verificare in bolletta una riduzione dei costi, così come anche acquistare una lavasciuga a tripla A che, nonostante stiamo parlando di un elettrodomestico che incide molto sul costo finale delle bollette, potrà contenere le spese se indirizzati verso un modello Eco.

Considerare gli elettrodomestici con asciugatura a pompa di calore e che presentano giri di centrifuga alti perché rinvenuti quelli meno dispendiosi in termini energetici.

lavasciuga-11

Galleria delle immagini per Lavasciuga come scegliere il modello migliore

Simona Commara
  • Laurea in scienze della nutrizione Unical 105/110
  • Socio junior federazione FIF
  • Corsista Personal Trainer certificata
  • Fonte Google News

Commenti: Vedi tutto