L’abbaino: il lucernario delle mansarde

Clelia Ragosta
  • Dott. in Lingua e letteratura svedese

La storia dell’architettura presenta uno degli elementi più affascinanti relativi alla costruzione dei tetti, l’abbaino. Ma che cos’è? Come si costruisce e a cosa serve questo elemento architettonico? Scopriamolo. 

abbaino (3)

Con la parola abbaino indichiamo tutte le strutture costruite sui tetti delle abitazioni o dei palazzi, costituita da due parti inclinate a formare un triangolo. Questi elementi hanno lo scopo di creare un’apertura per permettere l’ingresso della luce nelle mansarde sottostante e nei sottotetti . Dagli abbaini, talvolta, è anche possibile entrare all’interno dell’abitazione.

Queste composizioni sono tipiche del design del Nord Europa, soprattutto in Scandinavia e in Francia. Nonostante nasca con delle funzioni specifiche, di illuminazione e possibilità di ingresso, con il passare del tempo gli abbaini sono diventati anche una parte estetica importante e diventano una significativa impronta distintiva della facciata dei palazzi.


Leggi anche: 10 cose che non possono mancare in mansarda

abbaino (4)

La storia dell’abbaino

La storia dell’abbaino è sicuramente riconducibile ad epoca molto antica ma il suo massimo splendore viene raggiunto intorno al diciassettesimo secolo grazie allo spasmodico utilizzo che ne hanno fatto gli architetti dell’epoca, in particolare Mansart.

Non a caso il nome mansarda deriva appunto da questo pioniere dell’architettura, e da suo figlio. Da dove deriva, invece, la parola abbaino? Pare che derivasse dal termine abbaèn che significa, in dialetto genovese, ardesia. Questo si collega al fatto che i vestiti degli abatini, ovvero i giovani monaci, erano del colore della pietra utilizzata per realizzare gli abbaini. Da qui il richiamo.

abbaino (8)

La diffusione dell’abbaino in Italia

La città in Italia che ha il maggior numero di palazzi dotati di abbaino è Torino. Questo è dovuto al fatto che le leggi dell’epoca pretendevano un ordine architettonico e totale armonia. Infatti quasi il 90% delle abitazioni ai piani alti ne sono dotate. I palazzi dovevano rispondere ad uno stile ben preciso, di ispirazione francese.

Oltre a Torino, l’abbaino era diffuso anche tutte le regioni del sud Italia. Questo è legato sempre alla dominazione francese che imperversava in quel momento, in particolar modo in Campania. La città di Caserta vanta ancora oggi molte abitazioni dotate di abbaini. Sono riconoscibili gli abbaini in ogni città d’Europa perchè proprio in Europa c’è sempre stata l’esigenza del tetto spiovente.


Potrebbe interessarti: Travi a vista: idee d’arredamento e consigli per la mansarda

abbaino (7)

Regolamento legato all’abbaino

Per procedere con l’installazione di un abbaino, è necessario seguire gli stessi regolamenti che normano la costruzione delle mansarde o dei sottotetti. Se la mansarda dell’edificio è di proprietà condominiale lo sarà di conseguenza anche l’abbaino. Altresì, se la mansarda ha uno specifico proprietario, quest’ultimo avrà diritto di proprietà anche sugli abbaini adiacenti.

La giurisprudenza, in particolare l’art. 1102 c.c., regola che il proprietario di una mansarda ha il diritto di costruire un abbaino sul suo tetto, con lo scopo di illuminare la sua abitazione e di concedere il passaggio di aria.

Materiali di costruzione


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Sono molteplici i materiali con i quali è possibile costruire un abbaino:

  • In legno, adatti alle mansarde di lusso. In genere sono già prefabbricati e trattati con vernice isolante. Gli abbaini di questo materiale sono molto ben isolati termicamente e acusticamente. Inoltre sono esteticamente apprezzati.
  • In alluminio, leggeri e durevoli, questi abbaini sono molto resistenti.
  • PVC, sono gli abbaini molto economici e personalizzabili.

abbaino (5)

Tipologie di abbaino

Oltre ai materiali, anche per le forme possiamo diversificare vari tipi di abbaini:

  • A bocca di lupo, che ha una piccola fessura non troppo ampia.
  • A battente, un lucernario più ampio che può essere aperto del tutto.
  • A ribalta, con l’apertura della finestra verso l’interno.
  • A vasistas, la tipologia più ricercata e diffusa, che offre una completa apertura, compresa di maniglia e ribalta.

Come fare per installare un abbaino

Se sei proprietario di una mansarda e vuoi installare un abbaino devi procedere per step.

  1. Rispettare le proporzioni tra le superfici indicate, per scegliere la misura adatta del tuo abbaino.
  2. Consultare la normativa relativa al tuo comune di residenza, per verificare eventuali limiti edili.
  3. Fare richiesta di segnalazione certificata di inizio attività, se necessaria presso il tuo comune di residenza.
  4. Comunicare al catasto le modifiche apportate.

abbaino (2)

Costi di un abbaino

I prezzi variano in base alla tipologia di materiale che sceglieremo e anche al tipo di struttura. Vediamo alcuni esempi:

  • Un abbaino in legno costa tra i 600 e i 900 €
  • Un abbaino in PVC ha un costo di circa 800 €
  • Un abbaino in alluminio, che è il modello più costoso, arriva fino ai 1500 €

Può capitare di dover considerare dei costi extra di manodopera che è di circa 100 €. Il costo della mano d’opera aumenta in caso in cui ci si trova in centri abitati storici o se si lavora su edifici di prestigio storico.

abbaino (6)

Abbaino mansarde immagini

Immagini, attraverso i secoli e le città, di un elemento architettonico senza eguali.