Installare il condizionatore: cosa bisogna sapere


Meglio un condizionatore fisso o uno portatile per rinfrescare la tua casa? Tutto ciò che bisogna sapere prima dell’acquisto. Effettua una scelta consapevole valutando le differenze tra climatizzatore e condizionatore, condizionatore fisso o portatile, funzionamento, costi ed incentivi.

installare-condizionatore-1


È arrivata l’estate e con essa la necessità di rinfrescare i nostri ambienti domestici. Dalla camera da letto, al salotto, alla cucina qual è la soluzione migliore per avere un clima fresco e piacevole in casa? Prima di scegliere il condizionatore più adatto alle vostre esigenze, occorre valutare il sistema di funzionamento, installazione e prezzo.

best-affordable-air-conditioner-singapore


Climatizzatore o condizionatore?

Innanzitutto, bisogna scegliere tra condizionatore o climatizzatore. Molto spesso si fa confusione tra questi due apparecchi, usandoli anche come sinonimi. In realtà, si tratta di due prodotti completamente diversi sia per le potenzialità, che per le modalità di installazione e per i consumi.


Leggi anche: Migliori climatizzatori 2020

Il climatizzatore permette di regolare la temperatura, l’umidità e la giusta circolazione dell’aria, in maniera del tutto automatica, mantenendo questi valori costanti e senza richiedere interventi da parte dell’utente. In questo modo, si avrà anche una riduzione dei consumi perché non ci saranno sbalzi termici, ma avremo una temperatura costante ed autoregolata.
Il condizionatore svolge le stesse funzioni, ma richiedere un’impostazione precisa da parte di chi lo utilizza.

Hero_17

Condizionatore fisso o portatile?

Un’altra importante valutazione da fare prima di acquistare il nostro condizionatore è scegliere tra una struttura fissa o una portatile. Entrambe le soluzioni sono valide, ma risultano più o meno adatte in base alle caratteristiche di funzionamento, alle potenzialità, alle modalità di installazione e ai costi.

installare-condizionatore-7
Condizionatore portatile

Il condizionatore portatile si può spostare da una stanza all’altra. Non ha bisogno di nessun tipo di installazione o di lavori da parte di personale specializzato. Per funzionare necessita semplicemente di un foro di uscita, di un’apertura in una parete o in una finestra, da cui far uscire il tubo che espelle l’aria calda. Semplicemente attaccandolo alla presa elettrica, rinfresca l’interno del nostro ambiente.

Esistono moltissimi modelli in commercio che variano non solo in base alle dimensioni, ma alla rumorosità, alla capacità di raffreddamento e alla classe energetica. Questo tipo di condizionatore non è molto adatto per grandi ambienti, perché il suo funzionamento richiederebbe un consumo di energia molto elevato. Adatto per singole camere o piccoli ambienti.

installare-condizionatore-10
Il condizionatore fisso

Come è facile intuire, il condizionatore fisso è la soluzione che a prima vista può sembrare più dispendiosa. Oltre al costo di acquisto, richiede l’installazione da parte di tecnici specializzati, necessita di lavori in casa e, successivamente il controllo periodico del corretto funzionamento. Il condizionatore fisso viene montato su una parete.

Tra i vari modelli in commercio, si può scegliere tra condizionatore con split fisso, può solo rinfrescare l’ambiente; condizionatore con split fisso, dotato di una pompa di calore che oltre a rinfrescare in estate, può anche scaldare l’ambiente nei mesi invernali; condizionatore con sistema ad inverter che riesce a mantenere stabile la temperatura.

installare-condizionatore

Chi può installare un condizionatore fisso?

Nell’ottica di una maggiore tutela ambientale e della riduzione dell’impatto che hanno i gas serra, le emissioni dei condizionatori sono considerati tra questi, a partire da giugno del 2019, può effettuare l’installazione del condizionatore, solo personale tecnico specializzato, dotato di patentino di installatore.

L’installatore inoltre, dovrà emettere fattura elettronica e compilare un apposito database con numero di impianto, matricola del condizionatore. Al cliente sarà rilasciata una certificazione, indispensabile per non incorrere in sanzioni e, un libretto di impianto come per le caldaie.

installare-condizionatore-12

Consumo

Il consumo di energia elettrica del condizionatore dipende da alcuni fattori:

  • dall’utilizzo, cioè dal tempo in cui rimane acceso;
  • dal modello, dalla classe energetica a cui appartiene;
  • dalla zona in cui si abita dal clima più o meno torrido;
  • dalle caratteristiche della nostra abitazione, vale a dire se questa è ben isolata, in modo da non permettere una dispersione di aria fresca.

Tutti questi elementi incideranno sulla spesa in bolletta che, ovviamente dipende anche dal gestore di energia elettrica della nostra utenza.

installare-condizionatore-5
Costi

Abbiamo già detto che i costi di un condizionatore variano in base ai modelli, alle potenzialità e ai consumi. Per un condizionatore portatile, adatto a rinfrescare piccoli ambienti, il prezzo di partenza si aggira intorno ai 300 euro, fino ad arrivare ai circa 900 euro per modelli con più funzionalità.

Un condizionatore fisso è sicuramente più costoso di uno portatile. Il prezzo può variare dai 700 euro per i modelli base, ai 1500 euro per modelli con più funzionalità. Al costo di acquisto bisognerà poi aggiungere, l’installazione e la revisione periodica.

installare-condizionatore-9

Incentivi fiscali

Installando un condizionatore a pompa di calore, si può accedere ad incentivi fiscali e detrarre le spese. Diverse sono le soluzioni:

  • Bonus ristrutturazioni, usufruendo della detrazione del 50% della spesa sostenuta entro il 31 dicembre 2020, con la quale potrete recuperare la metà dei costi iniziali, in un periodo di 10 anni.
  • Superbonus 110%. In seguito all’emergenza coronavirus, il governo al fine di sostenere la ripresa economica, con il decreto Rilancio, ha introdotto il Superbonus 110%. Per accedere bisogna effettuare lavori finalizzati al risparmio energetico e alla tutela ambientale.
  • Bonus condizionatori. Anche senza ristrutturazione, ma semplicemente sostituendo il vecchio condizionatore con uno ad elevata efficienza energetica, con una detrazione del 65% fino a un massimo di 46.154 euro.

Per avere le agevolazioni fiscali bisogna acquistare con carta di credito o bonifico bancario. Occorre conservare le relative fatture, inviando tutta la documentazione online all’ENEA, entro 90 giorni dal termine dei lavori.

installare-condizionatore-3

Galleria foto: Condizionatori alcuni modelli

Marcella Piegari

Commenti: Vedi tutto