Frutti di mare: consigli e curiosità per scegliere i migliori


Quali sono le diverse specie? Quali le ricette più gustose? Quali quelli da mangiare crudi? consigli e curiosità per portare sulla tua tavola i migliori frutti di mare, conoscendone proprietà e caratteristiche.

Frutti di mare: consigli e curiosità per scegliere i migliori


Gli amanti del pesce conoscono bene i sapori e gli odori di questi ingredienti che ci fanno apprezzare le bontà del nostro mare e sono il cavallo di battaglia della cucina mediterranea. In qualunque menu di pesce difficilmente possono mancare i frutti di mare serviti nelle loro numerose versioni dall’antipasto, alla pasta fino al secondo.

Purtroppo a causa dell’inquinamento e della pesca non controllata il loro numero è diminuito notevolmente e sempre più spesso sulla nostra tavola finiscono quelli provenienti da allevamento. Quando si parla di frutti di mare si intendono animali acquatici commestibili, esclusi i mammiferi, sia di acqua dolce che di acqua salata. Questi organismi si suddividono in 2 categorie: molluschi e crostacei. Guardiamo insieme le specie esistenti e alcune proprietà e curiosità che li riguardano.


Leggi anche: Stencil su borsa da mare

Frutti di mare: consigli e curiosità per scegliere i migliori


Elenco delle specie

Abbiamo già accennato al fatto che le numerosissime specie di frutti di mare sono divise in 2 grandi categorie, nel dettaglio abbiamo:

Molluschi

I cefalopodi possono essere sia composti da conchiglia interna, che sprovvisti della stessa:

  • seppia
  • calamaro
  • moscardino
  • totano
  • piovra

I gasteropodi sono quelli con una conchiglia esterna detti anche univalvi:

  • lumache
  • patelle
  • chiocciole
  • orecchie di mare

Le specie con conchiglia esterna sono i lamellibranchi classificati anche come bivalvi ad esempio:

  • cozze
  • vongole
  • fasolari
  • telline
  • capesante
  • ostriche
  • canestrelli
  • cannolicchi
  • tartufi di mare

Frutti di mare: consigli e curiosità per scegliere i migliori

Crostacei

In questa categoria troviamo i macruri caratterizzati da un addome lungo e da una coda con pinna a ventaglio come:

  • aragosta
  • astice
  • gambero
  • scampo

Ed ancora i brachiuri senza pinna a ventaglio e con il corpo che si piega sotto il torace, tra i quali menzioniamo:

  • granchio
  • granceola

Per finire i stomatopodi dotati di chele e di due appendici boccali:

  • canocchia
  • corbola

Frutti di mare: consigli e curiosità per scegliere i migliori

Proprietà

Il pesce è un alimento ricco di nutrienti e risulta avere un basso contenuto di calorie e grassi saturi. Numerosi studi hanno affermato che i frutti di mare apportano notevoli benefici per la salute, infatti riducono il rischio di infarto, ictus, obesità e ipertensione oltre ad essere fondamentali per la crescita di neonati e bambini.

Dunque da un punto di vista nutrizionale sono dotati di un alto contenuto di ferro indispensabile per la produzione di emoglobina e di omega 3 che sono grassi polinsaturi essenziali necessari per prevenire malattie cardiovascolari ed infiammatorie. Non solo, sono ricchi di vitamine in particolar modo quella B12, proteine e sali minerali fondamentali per mantenere in salute il corpo umano.

Da notare come la maggior parte di questi frutti di mare, per porzioni che si aggirano intorno ai 100 gr, forniscano circa il 30-40% della quantità media giornaliera raccomandata di proteine. Gran parte del grasso contenuto in questi alimenti è polinsaturo ed è meno del 5 % del totale, inoltre quasi tutte le specie contengono non più di 100 mg di colesterolo per porzioni da 86 gr.

Frutti di mare: consigli e curiosità per scegliere i migliori

Frutti di mare crudi

I frutti di mare crudi sono una delle specialità culinarie italiane riconosciute ed apprezzate anche all’estero. Naturalmente per assaporare queste pietanze non cotte, senza correre rischi per la salute è fondamentale valutarne la provenienza e la freschezza: quindi si consiglia di affidarsi sempre a venditori competenti. Vediamo quali sono quelli più famosi ottimi da gustare crudi:

Canestrello

E’ composto da un guscio tondeggiante con un diametro intorno ai 6-7 cm, formato da varie striature che si presentano come raggi. Questo frutto di mare ha un gusto tendente al dolce e per godere del suo sapore delicato è necessario controllarne la freschezza e pulirlo accuratamente togliendo eventuali residui di sabbia.

Capasanta

Questa varietà ha una conchiglia che può misurare fino a 15 cm ed è uno dei molluschi più pregiati e ricchi di omega 3. Dunque per apprezzare il suo delizioso sapore è necessario lavarlo e spazzolarlo e poi intagliarlo per facilitarne l’apertura; prova a mangiarlo crudo si abbinandolo a limone o salsa di soia.

Frutti di mare: consigli e curiosità per scegliere i migliori

Cannolicchio

Il cannolicchio o cannello è un mollusco che vive posizionato verticalmente in una conchiglia dalla forma a tubo, essenzialmente si trova su fondali sabbiosi in acque basse. Importante, come sempre, controllare la freschezza: la parte muscolare che sporge dal guscio deve ritrarsi all’interno al contatto con qualsiasi elemento.

Ostrica

Un mollusco pregiato è l’ostrica che si presenta con una struttura della conchiglia irregolare con protuberanze violacee e una base che va dal bianco all’avorio. Al suo interno, se penetra un elemento esterno, si può generare la nascita delle perle dovuta alla sostanza cristallina che il mollusco secerne in presenza del corpo estraneo. Inoltre l’ostrica è famosa in gastronomia per essere protagonista di cene e aperitivi glamour dove va servita cruda e freschissima.

Patella

Meno famosa è la patella, di cui se ne conoscono 200 varietà, dalla forma concava e dal guscio verde esternamente e bianco perla all’interno. Consumato crudo aggiungendo solo succo di limone risulta una pietanza prelibata dal sapore ricercato, non a caso è molto elogiata dagli intenditori del settore.

Frutti di mare: consigli e curiosità per scegliere i migliori

Ricette gustose

Chi ama i frutti di mare può deliziarsi mangiandoli, oltre che crudi, in tanti modi diversi possibilmente preferendo cotture a vapore o alla griglia per preservarne le numerose proprietà. Dunque, proprio perché parliamo di una materia prima facilmente abbinabile come sapore ad altri tipi di alimenti, esistono numerose ricette che li vedono protagonisti della cucina nostrana.

Famosissimi sono i risotti ai frutti di mare: con una media difficoltà di preparazione, è un piatto raffinato in cui si mixa il sapore di cozze, vongole, calamari e gamberi. Quindi se il risotto ti appassiona prova la variante con riso venere ideale per una cena intima o per un pranzo formale.

Altra pietanza ricca di prelibati frutti di mare sono gli strozzapreti o le linguine allo scoglio con cozze, vongole, calamari e scampi. Per non parlare degli spaghetti ai ricci di mare molto apprezzati con il loro sapore accattivante. Oppure alternativa meno conosciuta è il couscous, piatto saporito e profumato ideale da servire sia freddo che caldo dove sbizzarrirsi ad aggiungere tutti i tuoi frutti di mare preferiti.

Frutti di mare: consigli e curiosità per scegliere i migliori

Prezzi

Sapori e proprietà dei frutti di mare invogliano all’acquisto amanti e non ma c’è da considerare che per godere di questi preziosi abitanti del mare il budget da mettere in preventivo non è allo stesso modo invitante. Ovviamente il prezzo varia in base alle regioni, alla provenienza e alla freschezza degli stessi, ma è possibile fare una media al kg per averne un’idea generale.

  • Le cozze vanno dai 4,00€ ai 7,50€
  • I cannolicchi  tra i 15,00€ e i 30,00€
  • Le vongole in media dai 16,00€ ai 20,00€
  • Gli scampi dai 50,00€ agli 80,00€
  • Le ostriche non meno di 20,00€ fino a raggiungere i 100,00€ per quelle più pregiate
  • Le seppie partono dai 17,00€
  • Le aragoste hanno un prezzo che varia trai 30,00€ e i 60,00€
  • L’astice 30,00-40,00€

Frutti di mare: consigli e curiosità per scegliere i migliori

Galleria foto curiosità e consigli sulla scelta dei frutti di mare

Antonella Palumbo

Commenti: Vedi tutto