Frangivento per balconi o terrazzi: materiali, tipologie e costi

Con l’arrivo della bella stagione, passiamo sempre più tempo all’aperto. Balconi, terrazzi e giardini si animano. Ma come proteggere i nostri spazi esterni dal vento e da sguardi indiscreti? Per una soluzione pratica ed efficace ed anche gradevole dal punto di vista estetico potete scegliere i frangivento. Ma scopriamo insieme come sono fatti e a cosa servono.

frangivento-per-balconi-5

I frangivento sono la soluzione ideale per proteggere balconi, giardini o terrazzi particolarmente esposti al vento. In commercio è possibile trovare vari modelli. La differenza riguarda non solo le dimensioni, ma anche i materiali in cui sono realizzati e, non ultimo il costo.

Dal legno al vetro, dall’alluminio alle soluzioni completamente green da realizzare con le piante, i frangivento offrono protezione non solo dal vento, ma anche da sguardi indiscreti, permettendovi di godere dei vostri spazi esterni in completo relax.

Ma scopriamo qualcosa di più dei materiali e delle tipologie di frangivento. Siamo certi che alla fine dell’articolo avrete le idee più chiare sull’acquisto del frangivento più adatto al vostro balcone o terrazzo. Buona lettura.


Leggi anche: Come proteggere la casa dai fulmini: tutti i consigli per la tua sicurezza

Frangivento cosa sono e a cosa servono

I frangivento sono dei pannelli che possono essere realizzati in materiali differenti. Legno, alluminio, vetro, ma anche prodotti più ecologici come canne, o vimini o piante. I frangivento hanno tre funzioni principali che possiamo così riassumere.

  1. Protezione dal vento. Per balconi, terrazzi ed anche giardini, particolarmente esposti al vento, i frangivento rompono la forza del vento e vi permettono di godere in completo relax i vostri spazi esterni.
  2. Estetica. Generalmente i frangivento sono anche gradevoli dal punto di vista estetico e quindi danno un tocco di stile al balcone, al terrazzo e al giardino.
  3. Tutela della privacy. Soprattutto se vivete in posti molto affollati, i frangivento offrono una protezione da sguardi indiscreti di vicini e passanti. In questo modo potrete vivere l’esterno della vostra casa, come un prolungamento dei vostri spazi interni, senza il pericolo di essere osservati.

Ma qual è il materiale migliore per il frangivento? Ovviamente, anche in questo caso, come in tutto ciò che riguarda la scelta degli elementi di arredo interni o esterni non esiste una soluzione migliore in assoluto. Ma al contrario la scelta migliore è quella che soddisfa al meglio le vostre esigenze ed i vostri gusti personali. Scopriamo da vicino alcune tipologie di frangivento.

frangivento-per-balconi-7

Frangivento in legno

E’ senza dubbio una delle soluzioni più amate ed apprezzate. Il legno, infatti, è un materiale ecologico, naturale, completamente riciclabile, resistente ed anche esteticamente accattivante. In particolare, i frangivento in legno donano un tocco di raffinatezza ai vostri spazi esterni. Se però vogliamo evidenziare un aspetto negativo del legno e che richiede una manutenzione periodica.

Non spaventatevi! Sarà sufficiente, soprattutto se esposto alle intemperie applicare dei prodotti protettivi. In questo modo il vostro frangivento in legno continuerà ad offrirvi il massimo della protezione dal vento e da sguardi indiscreti. E, se questo non è sufficiente renderà il vostro spazio esterno accogliente e gradevole.


Potrebbe interessarti: 10 idee per realizzare un orto con materiali da riciclo

frangivento-per-balconi-6

Vetro per uno spazio luminoso

Se invece volete che il vostro frangivento non impedisca il passaggio della luce e volete mantenere uno spazio luminoso ed accogliente, il vetro è la soluzione che fa per voi. I frangivento in vetro infatti sono luminosi ed eleganti. Le trasparenze del vetro donano un tocco di classe ed uno stile ricercato al vostro balcone o terrazzo.

I frangivento in vetro, sono anche spesso usati per dividere i vari spazi condominiali. Se però dal vostro frangivento in vetro volete una protezione da sguardi indiscreti, dovrete scegliere vetri satinati o opacizzati.

Spesso il vetro è sostituito con il plexiglass. Un materiale ottenuto con materie plastiche, ma che è in grado di restituire le trasparenze del vetro ed ha costi più contenuti.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Come potete notare dalla foto seguente, in questo caso, il frangivento in vetro permette di continuare a godere di questo splendido panorama circostante.

frangivento-per-balconi-9

Frangivento in pvc

Il frangivento in pvc è senza dubbio una delle soluzioni più pratiche ed anche più economiche disponibili in commercio. Si tratta di applicare un telo in pvc con  con bordatura ed occhiellatura. Si può fissare facilmente alla ringhiera con delle fascette di plastica.

Il frangivento in pvc è ovviamente personalizzabile in base alle esigenze personali, per dimensioni e per colori. Come possiamo anche notare dalla foto successiva, offre un’ottima protezione e ben si adatta all’estetica condominiale.

frangivento-per-balconi-2

Frangivento con piante

Se però non volete rinunciare a un angolo verde sul vostro balcone o terrazzo, potete scegliere di realizzare il frangivento con le piante. Si tratterà di collocare le piante in modo da impedire il passaggio del vento. Tra le tipologie di piante più adatte allo scopo ci sono: l’alloro, il viburnus tinus e il ligustro, Euonymus e l’agrifoglio. Queste piante sono dottate di una chioma molto fitta e sono molto resistenti alle raffiche di vento.

A queste si possono aggiungere delle piante rampicanti come edera, glicine, bouganville, caprifoglio. Per permettere a queste piante di espandersi, in commercio esistono delle strutture in diversi materiali. In foto vi proponiamo come esempio una struttura in legno.

frangivento-per-balconi-8

Canneti frangivento

Se siete tra gli amanti della natura e di prodotti green, questo tipo di frangivento può essere un’ottima soluzione. Si tratta di sistemare dei canneti  di canna di bambù che non solo impediranno il passaggio del vento, ma daranno appunto un tocco green al vostro balcone o terrazzo.

In commercio esistono anche prodotti dalla struttura similare, realizzati però con materiali innovativi come resina o pvc.

frangivento-per-balconi-10

Costi

A questo punto vi starete certamente chiedendo i costi delle varie tipologie di frangivento. Come è facilmente intuibile, il costo varia a seconda del tipo di materiale. Nella linea più economica c’è certamente il pvc ed il bambù. Con poche decine di euro potrete proteggere i vostri balconi.

Al contrario tra i prodotti più costosi c’è certamente il legno ed il vetro. Il consiglio è di richiedere magari più preventivi prima di effettuare la scelta più adatta a voi.

frangivento-per-balconi-4

 

Frangivento per balconi e terrazzi: foto e immagini

Se volete proteggere i vostri balconi dal vento e da sguardi indiscreti potete scegliere di installare i frangivento. Potete scegliere tra diverse tipologie materiali. Nella galleria vi offriamo una carrellata di prodotti a disposizione. Lasciatevi ispirare.

 

 

Marcella Piegari
  • Laurea in Scienze della comunicazione
  • Giornalista pubblicista
Suggerisci una modifica