FAN COIL: tutto ciò che ti serve sapere

Ilaria Rita Iannone
  • Dott. in lettere moderne e magistrale in filologia moderna

Sicuramente hai sentito parlare dei fan coil unit: i vetilconvettori maggiormente usati negli appartamenti moderni. Stanno velocemente entrando nelle case e negli uffici italiani in sostituzione dei termosifoni. Ecco una mini-guida con tutto ciò che ti serve sapere su questi impianti.

fan-coil-8

Preferiti ai classici ma ormai desueti termosifoni, i fan coil vengono scelti soprattutto perché le abitudini casalinghe sono cambiate. Se prima la casa era maggiormente vissuta e quindi il tempo in cui essa doveva restare calda era più a lungo, ora bastano poche ore di riscaldamento prima di andare a letto. Per questo motivo il fan coil è la scelta più gettonata: si riscalda molto più velocemente di un radiatore classico e consuma di meno.

fan-coil-2

Le caratteristiche

Il funzionamento del vetilconvettore è assicurato da diverse parti che agiscono all’unisono: un carter metallico, un ventilatore, un filtro e una vaschetta adibita al raccoglimento della condensa. Vi sono fan coil a due e a quattro tubi, la scelta si prende a seconda della potenza desiderata e della grandezza dell’ambiente in cui dovrà essere usato.

fan-coil-1

Il funzionamento

Questo tipo di tecnologia può essere usata sia per creare aria calda che per la fredda, quindi è ottimo per tutte le stagioni. Nello specifico, il processo di riscaldamento consiste nel ricircolo dell’aria: la macchina preleva l’aria della stanza, la filtra – eliminando le polveri grosse -, una batteria trasforma il calore con l’acqua e viene espulsa sotto forma di aria calda.

FAN COIL: tutto ciò che ti serve sapere

Analogo è il processo di raffreddamento, l’unica distinzione è che il calore viene prelevato dalla stanza, trasformato in freddo ed espulso come tale nell’ambiente. Quando si sceglie questa opzione, la maggior parte dei convettori opera anche la deumidificazione dell’aria. Ciò avviene perchè l’umidità presente nell’aria si condensa in acqua quando si raffredda. È durante questa fase che serve la vaschetta per la condensa.

fan-coil-12

Il risparmio energetico

Come già accennato, il consumo dei fan coil è notevolmente più basso rispetto ad altri sistemi di riscaldamento. Questo perchè essi non necessitano di acqua riscaldata precedentemente per funzionare e trasformare l’aria.

È anche per questo motivo che stanno trovando larghissima diffusione, soprattutto nelle case più eco-friendly. Nel 2018 è stato stabilito che, se l’impianto rispetta delle specifiche precise, si può fare richiesta per usufruire della detrazione fiscale dell’Ecobonus – che è del 50% circa.

fan-coil-3

La tipologia

Esistono tre differenti tipi di fan coil: a soffitto, verticali e orizzontali. Esteticamente spesso possono risultare meno gradevoli di un termoarredo, per questo spesso si sceglie di collocarli in una posizione nascosta o di incassarli al muro.

Per far sì che la soluzione ad incasso riesca, il vetilconvettore necessita di una nicchia dedicata e perfettamente compatibile con le esigenze tecniche della macchina – quindi tubi e attacchi idraulici dovranno essere realizzati su misura.

fan-coil-5

Fan coil e caldaia

Alcuni tipi di vetilconvettori possono essere abbinati alle caldaie. Infatti, il fan coil sfrutta il calore dell’acqua e basterà semplicemente creare l’allaccio con la caldaia. Ovviamente è un’operazione da far effettuare a dei tecnici qualificati.

fan-coil-4

Personalizzazione

Essendo limitata la scelta del design di questi articoli, segnaliamo la possibilità di personalizzare i cassoni dei fan coil. Basta portarli dal carrozziere – ovviamente quelli in metallo – e chiedere un trattamento specifico.

fan-coil-7

La manutenzione

Estremamente semplice è la manutenzione di questo impianto: con cadenza trimestrale, i filtri dei fan coil vanno rimossi e successivamente lavati. Sono sufficienti acqua e sapone per rimuovere la polvere. Altrimenti si può optare per dei prodotti specifici che oltre ad eliminare la polvere possono anche limitarne l’accumulo.

fan-coil-6

È molto importante prestare attenzione a quest’aspetto: nel caso in cui l’impianto sia pieno di polvere, questo andrà sotto sforzo e consumerà maggiore energia ma non funzionerà correttamente, rischiando di non alterare la temperatura dell’aria prelevata.

fan-coil-7

Pro e contro

Riassumiamo qui una breve lista di pro di queste soluzioni di riscaldamento.

  • sono ecologici;
  • la temperatura desiderata si raggiunge prima rispetto ai classici radiatori:
  • Non c’è spreco termico;
  • L’aria viene deumidificata;
  • Depurano la stanza dalle polveri grosse che sono più difficili da respirare per l’uomo;
  • Non vi è ristagno d’aria ma, anzi, viene messa in ricircolo;
  • Livello di umidità sempre controllato;
  • Possono essere usati anche per pochi minuti;
  • Sono adatti sia a riscaldare che a raffrescare;
  • Le temperature possono essere maggiormente controllate;

FAN COIL: tutto ciò che ti serve sapere

Ed ecco la lista dei contro:

  • Il pavimento, quasi sempre, risulterà freddo perchè l’aria si concentra nella parte superiore della stanza;
  • Se il fan coil ha una tecnologia obsoleta, il consumo elettrico sarà maggiore di quello a gas dei termosifoni;
  • I filtri vanno puliti spesso;

fan-coil-16

Prezzi

Ovviamente cambiano a seconda della marca scelta, ma in linea di massima il prezzo si aggira tra i 200€ e i 300€. Ciò che muta, oltre al brand, è anche la potenza: se si sceglie quello a due tubi il costo sarà minore, viceversa, a quattro tubi sarà maggiore. Anche la rumorosità ha un peso determinante sul prezzo di mercato poiché ci sono alcuni pezzi che sono veramente fastidiosi, mentre altri sono così silenziosi che si dimentica di averli nella stanza.

fan-coil-15

Galleria foto: tutto ciò che devi sapere sul Fan Coil

Abbiamo raccolto una serie di immagini che illustrano bene il design e gli usi dei fan coil.