Dividere due ambienti con le porte scorrevoli

Come dividere due ambienti con le porte scorrevoli, idee e soluzioni salvaspazio. Come separare due vani interni comunicanti, come scegliere la porta scorrevole per dividere zona giorno e zona notte. 

Porta, Scorrevole

Una porta scorrevole è la soluzione migliore per separare due ambienti comunicanti, che all’occorrenza puoi decidere di trasformare in un ambiente unico. E tutto questo puoi ottenerlo senza perdere luminosità e centimetri utili: le porte scorrevoli sono salvaspazio e offrono tutta la privacy di cui hai bisogno.

Se vivi in un loft o in un open space non puoi farne a meno, perché ti aiutano a dividere aree funzionali diverse, disposte su un unico piano; ma se vuoi separare la camera da letto dal bagno, oppure vuoi nascondere alla vista un ambiente di servizio, anche in questi casi c’è la soluzione adatta a te.


Leggi anche: Sanitari salvaspazio: idee e soluzioni per il bagno piccolo

In questo articolo intendiamo offrirti delle informazioni utili per scegliere la porta scorrevole più adatta alle tue esigenze. Scopri le tipologie disponibili e come puoi sfruttarle, per separare due ambienti comunicanti con le migliori soluzioni di design.

shoji-porta-scorrevole-giapponese

Porta scorrevole a scomparsa

La porta scorrevole a scomparsa è la soluzione salvaspazio pensata per chi ha necessità di eliminare completamente l’ingombro causato dall’apertura dell’anta. La porta, infatti, scompare completamente alla vista, perché viene accolta all’interno del muro che contiene un telaio.

Ciò significa che, per la sua realizzazione, dovrai mettere in conto degli interventi di muratura in modo da creare l’intelaiatura di base che ospiterà le ante. Una soluzione dispendiosa, quindi, ma che offre il vantaggio di separare due ambienti comunicanti, senza l’obbligo di avere una chiusura fissa o ingombrante.

Inoltre, rispetto ad altre soluzioni di porte scorrevoli, hai un vantaggio: la parete che ospita il telaio rimane libera; dunque, se lo desideri, puoi sfruttarla per collocare degli arredi.

Tuttavia, la porta scorrevole a scomparsa non sempre è una strada percorribile da tutti; quando la parete è già occupata dai fili dell’impianto elettrico, oppure non è abbastanza ampia da poter contenere l’anta della porta, non è possibile “svuotarla” per inserire il telaio. Come soluzione alternativa puoi realizzare una parete di cartongesso.

dividere-ambienti-porte-scorrevoli (14)

Porta scorrevole con binario a parete

Quando non è possibile ricorrere a una porta scorrevole interno muro, si può optare per una soluzione meno invasiva: la porta scorrevole con binario a parete. Si tratta della soluzione più gettonata, perché non richiede lavori in muratura ed è quasi sempre realizzabile.


Potrebbe interessarti: Come trasformare la cameretta in camera da letto

Sulla parte alta della parete del vano viene collocato un binario esterno che funge da guida per il trascinamento della porta. Le ante possono essere separate nel mezzo e disporsi a destra e a sinistra della parete, oppure si può scegliere di spostare il binario sulla parete libera, consentendo il trascinamento delle ante su una sola porzione di parete.

Questo consente di avere l’apertura totale del vano, eliminando l’ingombro dell’apertura (anche se rimane quello dello spessore dell’anta sulla parete quando la porta è aperta).

Ci sono modelli ancora più eleganti e discreti, che eliminano completamente  la presenza del binario a parete: si tratta delle porte scorrevoli a filo muro, indicate soprattutto per chi desidera soluzioni minimali.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

dividere-ambienti-porte-scorrevoli (8)

Ante sovrapposte con binario a incasso

La porta scorrevole con binario incassato è una soluzione di grande impatto estetico, indicata soprattutto per separare spazi molto ampi. Il binario incassato si trova all’altezza del soffitto e la porta, quindi, risulta a tutta altezza. Le guide del binario consentono di sovrapporre le ante o di spostarle lateralmente, a seconda delle esigenze.

Questo tipo di porta non necessita di guide installate sul pavimento per il trascinamento delle ante; ciò consente di ottenere un ottimo risultato estetico e di mantenere una continuità visiva tra gli ambienti. Uno svantaggio però c’è: l’isolamento acustico non è perfetto.

La porta è estremamente personalizzabile: in base alle esigenze è possibile scegliere materiale, finitura e colore, per integrarla completamente nella parete. In più, se lo desideri, hai anche la possibilità di inserire uno specchio o la boiserie sul lato del pannello che sporge dal muro.

dividere-ambienti-porte-scorrevoli (11)

Porta rototraslante

La porta rototraslante è tra le ultime novità in fatto di soluzioni salvaspazio. Non si tratta di una vera e propria porta scorrevole, perché il suo funzionamento prevede la rotazione dell’anta su di un perno fisso, che consente l’apertura della porta sul lato, lasciando libero il passaggio tra un ambiente e l’altro.

Con una porta rototraslante ottieni due vantaggi: il primo consiste nella riduzione dell’ingombro di apertura, perché la porta scorre verso il bordo, lasciando il passaggio libero. Il secondo vantaggio è la possibilità di personalizzare la porta come più desideri.

La porta rototraslante può essere realizzata in tantissime varianti differenti, per soddisfare ogni tipo di esigenza. Per esempio, se hai necessità di separare due ambienti comunicanti senza privarli della loro naturale luminosità, puoi optare per soluzioni a vetro (liscio oppure opaco) che lasciano filtrare la luce pur mantenendoli separati.

Ma se desideri chiudere i due vani interni isolandoli completamente l’uno dall’altro, puoi ricorrere a una classica porta nel materiale che desideri, optando per il colore e la finitura del muro. In questo modo creerai una falsa parete, pratica e funzionale all’occorrenza, che garantirà continuità visiva e assoluta discrezione.

dividere-ambienti-porte-scorrevoli (10)

Porte scorrevoli: 3 soluzioni funzionali

La prima idea funzionale che vogliamo suggerirti è la porta scorrevole a specchio, perfetta per dividere la camera da letto dal bagno o anche per separare la cabina armadio. Con una porta a specchio hai la possibilità di decorare l’ambiente con uno specchio a figura intera e di avere il vantaggio e la praticità di specchiarti quando ne hai bisogno.

Lo specchio può essere incassato nella porta oppure può essere applicato esternamente, contornato da una cornice decorativa a tua scelta. Se ti piacciono le soluzioni minimal puoi anche optare per una porta senza cornice.

dividere-ambienti-porte-scorrevoli (2)

La porta a vetro è perfetta in ambienti open space, dove si ha l’esigenza di separare ambienti contigui senza perdere la luce naturale presente nell’ambiente. Il vetro può essere liscio oppure satinato, consentendoti di avere una maggiore discrezione nel caso di ambienti di carattere più intimo (come la camera da letto o lo studio).

dividere-ambienti-porte-scorrevoli (1)

Infine un’idea estremamente ingegnosa, perfetta per isolare ambienti frequentati da stanze private o che desideri nascondere alla vista (come l’ingresso o un ripostiglio). Con una porta rototraslante a filo muro crei una falsa parete che garantisce una perfetta integrazione nell’ambiente e un pizzico di mistero per chi non si aspetta di trovare una porta nascosta.

dividere-ambienti-porte-scorrevoli (9)

Dividere due ambienti con le porte scorrevoli: immagini e foto

Vuoi dividere due ambienti comunicanti senza perdere luminosità e preziosi metri quadri? Le porte scorrevoli sono la soluzione di design che fa per te: sfoglia le immagini della galleria per rivedere tutte le tipologie e le idee suggerite.

Patrizia D'amora
  • Laurea in Giornalismo e Cultura editoriale
  • Autore specializzato in Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica