Come scegliere il miglior antifurto per casa

Come scegliere il miglior antifurto per casa: guida all’acquisto. Tipologie e sistemi di allarme più sicuri, aspetti da considerare prima dell’acquisto e come individuare il sistema di funzionamento più pratico.

antifurto-casa-6

Installare un antifurto domestico è l’opzione migliore per rendere la propria abitazione davvero impenetrabile e per scongiurare il rischio di intrusioni. Che tu viva in città o in una casa isolata in periferia, sentirsi al sicuro tra le mura domestiche dovrebbe essere in cima alla lista delle tue priorità.

In effetti, un fattore di rischio spesso sottovalutato, è la nostra continua assenza da casa in determinate ore del giorno. Tra lavoro, scuola e tempo libero capita di dover lasciare la casa incustodita anche per diverso tempo.

E poi, ci sono le vacanze: un buon sistema d’allarme è d’obbligo se vuoi dormire sonni tranquilli e ridurre al minimo il rischio di possibili intrusioni in casa. Scegliere il miglior antifurto per le tue esigenze è il primo passo da fare: vediamo come.


Leggi anche: Abbattitore domestico: perché acquistarlo

antifurto-casa-11

Quali sono le caratteristiche di un buon antifurto?

Smart home Automation Control System. Innovation technology internet Network Concept

Le innovazioni tecnologiche che riguardano gli antifurti di ultima generazione hanno sicuramente alzato l’asticella della sicurezza, rendendo i sistemi di allarme più versatili e di facile utilizzo. Rispetto ad alcuni anni fa oggi è possibile optare per numerose tipologie di antifurto che soddisfano le esigenze più varie.

Con la domotica è possibile collegare il sistema di sicurezza allo smartphone e controllare, in tempo reale, quello che succede in casa, semplicemente accedendo a un’app installata sul proprio dispositivo. O ancora, è possibile disporre di un unico sistema d’allarme, per attivare o disattivare l’antifurto in aree specifiche della casa.


Potrebbe interessarti: Come scegliere la migliore termosonda da forno

Così, se per esempio sei al piano di sotto ma al piano di sopra non c’è nessuno, puoi attivare l’antifurto specificando al sistema l’area di tuo interesse. Insomma, un buon antifurto è il sistema che meglio risponde alle tue abitudini domestiche. Ma vediamo quali sono gli aspetti da considerare in fase d’acquisto.

Aspetti da considerare prima dell’acquisto

antifurto-casa-5

Prima di acquistare un antifurto domestico è necessario considerare una serie di fattori che ti aiuteranno a individuare la tipologia di impianto più adatta alle tue esigenze. Tra questi:

  • le dimensioni dell’abitazione e la sua collocazione (centro città, periferia, casa singola con entrata in condivisione, condominio, ecc.)
  • la quantità di porte e finestre presenti in casa
  • la presenza di un giardino
  • eventuali animali domestici, che potrebbero allertare il sistema d’allarme al loro passaggio.

Questi fattori sono fondamentali non solo per determinare la tipologia di impianto più adatta alla tua casa, ma anche per stabilire una fascia di prezzo ben definita. La sicurezza non ha prezzo, ma i sistemi di allarme hanno un costo abbastanza elevato che dipende dalle caratteristiche dell’impianto, dal numero delle sue componenti e dal brand.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Diffida dai sistemi di allarme con prezzi molto bassi: sono uno specchietto per le allodole e potrebbero essere inefficaci sul lungo periodo. Preferisci, invece, sistemi qualitativamente efficienti, confrontando le recensioni dei clienti oppure affidandoti all’esperienza dei professionisti del settore.

Tipologie di antifurto domestico

Le tipologie di antifurto sono essenzialmente tre: wireless, filare oppure misto. Ciascuna di esse risponde a delle esigenze specifiche, quindi è necessario conoscere i vantaggi e gli svantaggi di ogni sistema per valutare attentamente quale tra questi è il più adatto alla propria abitazione.

1. Sistema wireless

Wireless

L’antifurto wireless è senza fili. Questo ti consente di installarlo ovunque desideri e persino in un momento successivo alla ristrutturazione, in quanto non richiede interventi di muratura. L’antifurto wireless è facile e veloce da installare, è adatto alle piccole abitazioni ed è estremamente versatile.

Tuttavia, per non avere brutte sorprese, ti consigliamo di optare per un dispositivo con sistema anti-jamming e a doppia frequenza. Mentre l’anti-jamming fa in modo che il segnale radio non subisca interferenze da altri dispositivi, la doppia frequenza garantisce il funzionamento dell’antifurto anche durante un blackout.

2. Sistema filare

Pronto-intervento-elettricista-1

Il tradizionale sistema filare funziona tramite corrente elettrica. Le varie componenti sono collegate tra loro tramite fili elettrici, connessi a un pannello centrale. Non è un sistema raggirabile: si tratta di un antifurto estremamente sicuro, perché non può essere disattivato sfruttando le interferenze elettromagnetiche.

Gli unici svantaggi sono legati all’installazione, che richiede interventi elettrici e murari a volte dispendiosi. Tuttavia, questo fa sì che l’antifurto abbia una resa molto lunga nel tempo. Inoltre, in caso di un’eventuale sostituzione, non occorrerà eliminare la vecchia rete di fili, che potranno anche essere sfruttati per le componenti del nuovo antifurto.

3. Antifurto con sistema misto

antifurto-wireless-quale-modello-scegliere-

Il doppio sistema filare/wireless è adatto a una villetta isolata, magari circondata da un’ampia area verde. L’antifurto filare è riservato agli spazi interni, mentre quello wireless è installato all’esterno dell’abitazione. Pur essendo un sistema molto efficace non è di facile uso e un’eventuale modifica delle sue impostazioni potrebbe risultare piuttosto complicata se effettuata da una persona inesperta.

4. Antifurto con sistema GSM

Come scegliere l'antifurto per casa

Non si tratta di una tipologia a parte ma di un supporto che puoi installare sia su un antifurto filare, sia su uno wireless. Il sistema GSM ti consente di memorizzare sulla centralina un certo numero di contatti telefonici di tua scelta. Se l’allarme scatta in seguito a un tentativo di effrazione, il sistema invia una notifica in tempo reale ai tuoi contatti oppure li allerta con una telefonata.

Tastiere, chiavi o badge: quale sistema scegliere?

antifurto-wireless-quale-modello-scegliere-1

Il sistema d’allarme può essere attivato o disattivato tramite un codice numerico, una chiave oppure un badge. Quale tra questi sistemi di funzionamento è quello che fa per te? Non esiste un’alternativa più valida di un’altra: la scelta dovrebbe ricadere sul sistema più pratico e facile da usare per te.

L’inserimento del codice numerico sul tastierino è indicato per chi non ha problemi di memoria e desidera interfacciarsi in maniera agevole con la centralina di sistema, per gestire quali aree della casa includere (o escludere) al momento dell’attivazione del sistema. Il codice può essere facilmente modificato a proprio piacimento, così da poterlo ricordare più facilmente.

Le chiavi o i badge, invece, sono dei sistemi altrettanto validi ma più semplici da utilizzare; interagiscono con la centralina grazie a dei sensori interni, che attivano e disattivano il sistema in maniera autonoma. Se hai problemi con la memorizzazione dei codici numerici e desideri attivare o disattivare l’antifurto manualmente, probabilmente uno di questi due sistemi di funzionamento potrà fare al caso tuo.

Come scegliere il miglior antifurto per casa: immagini e foto

Stai pensando di installare un antifurto domestico ma non sai su quale tipologia puntare? Sfoglia le immagini della galleria per scegliere il miglior antifurto per la tua casa.

Patrizia D'amora
  • Laurea in Giornalismo e Cultura editoriale
  • Autore specializzato in Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica