Come scegliere il cavalletto per tagliare la legna

Se non sapete come scegliere il cavalletto per tagliare la legna, vi guidiamo noi. Vedremo insieme su che materiale puntare, quale deve essere la capacità di carico, come valutare la struttura, quale sistema di bloccaggio preferire ed anche i costi che hanno i vari modelli.

come-scegliere-il-cavalletto-per-tagliare-la-legna-6

Se siete soliti tagliare la legna, non potete fare a meno di un cavalletto. Questo, infatti, è la soluzione ideale per lavorare più velocemente e soprattutto in sicurezza.

Per prima cosa, vi aiuta a stabilizzare il tronco. In questo modo sarà più facile tagliarlo. Poi, vi permette di poter eseguire questa operazione su qualsiasi tipo di terreno, anche quelli più irregolari.

In commercio si trovano diversi tipi di cavalletti per tagliare la legna. Per aiutarvi a capire come scegliere, abbiamo preparato una piccola guida ed una serie di consigli utili che vi aiuteranno a fare la scelta giusta.


Leggi anche: Ferro da stiro: Modelli e funzioni per comfort e qualità

come-scegliere-il-cavalletto-per-tagliare-la-legna-10

Scegliere il materiale

come-scegliere-il-cavalletto-per-tagliare-la-legna-5

Una delle cose fondamentali quando si sceglie il cavalletto per tagliare la legna è il materiale di cui è fatto. Questo, infatti, ne determina la resistenza e la qualità.

Partiamo dal presupposto che in genere la legna si taglia all’aperto, per cui spesso il cavalletto viene lasciato fuori e quindi è esposto a tutti gli agenti atmosferici che potrebbero rovinarlo. Per questo, è sempre meglio puntare su un prodotto di qualità.

Scegliere un materiale come l’acciaio inox, ad esempio, garantisce un’ottima durata del cavalletto. Tuttavia, bisogna considerare che diventerà molto pesante e che questi modelli poiché sono professionali sono anche più costosi.


Potrebbe interessarti: Migliore lavatrice silenziosa: qualità, tecnologia, vantaggi e prezzi

Se cercate qualcosa di un po’ più leggero, potete puntare sull’alluminio che garantisce comunque una buona qualità. Anche il ferro zincato è un’opzione, ancora più economica ma anche meno resistente. 

Infine, per chi cerca un modello facile da trasportare la soluzione migliore sono i cavalletti in polipropilene. In questo caso raccomandiamo di non puntare su un modello troppo economico così da avere anche una buona resistenza.

Considerare la capacità di carico

come-scegliere-il-cavalletto-per-tagliare-la-legna-15

Un’altra cosa molto importante da considerare per scegliere il cavalletto per tagliare la legna è la capacità di carico, ossia quanta legna può effettivamente reggere. Generalmente la capacità di carico parte da un minimo di 100 kg e può arrivare ad un massimo di 300.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Per capire su che cosa puntare, dovete valutare che uso fate del cavalletto e quanta legna tagliate insieme. Ad esempio un cavalletto con una alta capacità di carico è più costoso ed anche più ingombrante, quindi non conviene prenderlo se ne fate un uso sporadico.

Se, invece, tagliate quantitativi importanti di legna, consigliamo di scegliere un cavalletto con una alta capacità di carico. Ricordate che questa non deve mai essere superata o il cavalletto potrebbe rompersi e potrebbero esserci anche pericolose conseguenze.

Valutare la struttura

come-scegliere-il-cavalletto-per-tagliare-la-legna

Altro fattore da valutare attentamente è la struttura del cavalletto. Per prima cosa questa deve garantirvi una certa stabilità così da lavorare in totale sicurezza.

Consigliamo di puntare sempre su dei modelli dotati di piedini di gomma antiscivolo in modo che il cavalletto non si muova. Inoltre, spesso questi piedini permettono anche di regolare l’altezza di ciascun piede in modo da rendere il cavalletto perfettamente stabile anche sui terreni irregolari.

Inoltre, quando scegliete la struttura del cavalletto, assicuratevi che ci sia abbastanza spazio tra le barre d’appoggio così da potervi appoggiare dei tronchi anche di dimensioni più grandi.

Infine, ricordate che non tutti i cavalletti hanno un’altezza regolabile. Questo è un fattore importante da considerare perché vi permette di lavorare con più comodità.

Scegliere il sistema di bloccaggio

come-scegliere-il-cavalletto-per-tagliare-la-legna-11

Sicuramente è molto importante che la legna sia ben fissata mentre la si taglia. I cavalletti possono avere più sistemi di bloccaggio ed è importante scegliere quello che più fa per voi.

Il più comune è quello che ha la staffa di bloccaggio posta orizzontalmente dalla parte opposta rispetto al tronco. Generalmente questa si può regolare per bloccare meglio la legna man mano che la si taglia.

Molto pratico è anche il sistema di bloccaggio a ganascia che prevede delle barre dentellate che riescono a bloccare perfettamente il tronco.

Più particolare invece è il cavalletto con coltelli mobili. In questo caso ci sono solo due barre di supporto ed il tronco sarà mantenuto fermo proprio da due lame. Questa struttura, però, presenta anche dei dentini fissi per essere sicuri che il tronco sia del tutto fermo.

Tenere conto del costo

come-scegliere-il-cavalletto-per-tagliare-la-legna-12

Infine, un fattore da non sottovalutare è il costo del cavalletto. In genere, non sono particolarmente cari. Infatti, si possono trovare tanti modelli intorno ai 20 euro circa.

Tuttavia, consigliamo di spendere qualcosa in più in modo da assicurarsi un cavalletto resistente e soprattutto sicuro. Già tra i 50 ed i 70 euro ad esempio si trovano degli ottimi modelli.

In commercio troverete alcuni cavalletti che costano anche più di 100 euro. In questo caso parliamo però di modelli professionali, dotati anche di diversi accessori.

Come scegliere il cavalletto per tagliare la legna: immagini e foto

Nella seguente galleria vi proponiamo diverse immagini di cavalletti per tagliare la legna. Non esitate a scorrere le foto per scoprire i diversi modelli.

 

Federica De Blasio
  • Laurea magistrale in lingue e letterature moderne
  • Autore specializzato in Arredamento
Suggerisci una modifica