Come pulire la cucina in 5 minuti: questione di abitudine

I ritmi lavorativi e familiari non ti consentono di avere molto tempo a disposizione da dedicare alle pulizie domestiche? Ti blocchi al solo pensiero che entrando in cucina ti aspetta una pila di piatti sporchi infinita? E se dovessero arrivare ospiti inattesi? Non farti prendere dall’ansia: a tutto c’è una soluzione o forse più d’una. Leggi con noi come pulire la cucina in 5 minuti!

Annotazione 2020-07-24 152533

La cucina è il luogo della casa in cui si mangia, si chiacchiera, si sperimentano nuovi sapori e si diffondono nuove fragranze che scaldano il cuore. È però anche il posto che, sicuramente, si sporca in meno tempo e con più facilità. Si trasforma in un attimo da pulito e immacolato a posto in cui regna il caos più assoluto. Un’idea? Pentole, piatti, tazze, posate e, se amate Masterchef, farina sparsa ovunque e mille ingredienti fuori dal frigo! Come fare per sistemarla in poche e semplici mosse? Vediamolo insieme.

Annotazione 2020-07-24 152626


Leggi anche: Pulire correttamente lo scarico del lavello in cucina: ecco i passaggi

Come pulire la cucina in 5 minuti: i piatti

La pulizia della cucina inizia proprio dal lavello. Primo consiglio: non lasciare mai i piatti, le stoviglie e le posate sporche in giro. Iniziando dalla colazione fino al momento della cena, prendi la buona abitudine di riporli con cura nella lavastoviglie e assicurati che questa, dopo ogni lavaggio, sia vuota!

Oppure se non hai questo prezioso elettrodomestico in casa, assicurati ad ogni uso di lavare e riporre tutto ciò che hai pulito direttamente nello scolapiatti. Ma, non è che poi lasci dormire i piatti lì sul lavello per giorni?

Va svuotato appena asciutti! Dai uno sguardo sempre sotto al lavello: sì proprio lì dove ci sono i prodotti per l’igiene della tua cucina. Occhio all’accumulo di briciole: pulisci e lava sempre con prodotti specifici. Un rimedio naturale? Acqua e aceto e il tuo lavello brillerà!

Dish washing

I piani di lavoro

Passiamo ai piani di lavoro quelli che sembrano essere stati bombardati e presi d’assalto da chissà quali truppe nemiche a colpi di sugo, caffè e simili. Armati di straccio e sgrassatore e vedrai il risultato. Se poi vuoi velocizzare i tempi ti diamo uno spunto in più. Che ne dici di preparare uno sgrassatore del tutto naturale? Occorrente:

  • Acqua
  • Bicarbonato
  • Alcol
  • Sapone di Marsiglia

Una volta ottenuta questa miscela magica, spruzzala sulle superficie e ne apprezzerai il potere sgrassante. Risciacqua dopo l’uso.

come-pulire-cucina-pianolavoro


Potrebbe interessarti: Lavello cucina: guida completa marchi, prezzi e consigli

Il piano cottura

Anche per il tuo piano cottura puoi ricorrere alla soluzione di acqua e aceto e uscirà come nuovo. Sarebbe buona norma se non hai i moderni fuochi a induzione togliere le griglie a ogni uso ma ti puoi accontentare di fare questo lavoro quando hai più tempo: magari nei week end. Eviterai accumuli di sporco che potrebbero danneggiare il tuo piano cottura.

come-pulire-cucina-pianocottura-1

Il frigorifero

E ora veniamo al padrone della cucina: sua maestà il frigorifero. Nella quotidianità trascuriamo l’importanza della sua pulizia ma una tantum è necessaria per scongiurare i cattivi odori. Una soluzione naturale è sempre un’ottima alleata pulisce in profondità e non corri il rischio che rovini i piani o gli elettrodomestici della tua cucina. Per i cattivi odori riponi in frigo un bicchiere di aceto caldo e lascia che si raffreddi lentamente oppure ricorri al più veloce fondi di caffè.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

frigorifero-come-pulire-disinfettare-igienizzare-5

Facciamo la differenza

Per avere la cucina sempre in ordine, controlla che i sacchetti dell’immondizia non siano stracolmi. A parte andare contro ogni norma igienica i cattivi odori potrebbero prevalere su quello dei manicaretti appena sfornati! Segui la raccolta differenziata e svuota regolarmente ogni sacchetto quando è da calendario. Per non avere rifiuti in giro per la cucina trova un posto adeguato: un classico? Sotto al lavello con secchi di varie misure ad aiutarti in questo compito.

come-pulire-cucina-immondizia

Organizzazione: una sana e buona abitudine

Impara ad ottimizzare gli spazi e quindi anche i tempi: avere tutto a portata di mano semplifica la vita. Innanzitutto se hai una dispensa, organizzala con i dovuti complementi d’arredo, gioca bene con gli spazi sfruttando fino all’ultimo centimetro dell’angolo più nascosto in cucina! Si rivelerà preziosissimo.

Circondati di cassetti: la tua soluzione più ordinata ma, non buttare tutto alla rinfusa al suo interno, impara a gestirli con sapienza. In commercio ci sono numerosi divisori per cassetti utili per le posate sicuramente ma non solo: piatti, bicchieri, pentole tutto sarà in ordine e al suo posto in meno che non si dica. E non servono formule magiche o bacchette. Abbandona la pigrizia e mettiti al lavoro: la tua cucina ti aspetta!

come-pulire-cucina-ordine5

Galleria foto: Come pulire la cucina in 5 minuti

Se hai trovato interessante questo articolo e queste sono proprio le soluzioni che aspettavi non ti resta che dare un ultimo sguardo in galleria. Ricordati che alla pulizia ordinaria talvolta si affianca quella straordinaria di: dispensa, mensole, cassetti, ante, ecc. Non temere: abbiamo selezionato per te alcune immagini che siano da monito ma anche da spunto per la tua cucina. Al lavoro!

Paola Palmieri
  • Laurea in Scienze della Comunicazione
  • Master in Editoria e Comunicazione
  • Autore specializzato in Fai da te, Design, Arredamento
Suggerisci una modifica