Come pulire il forno a microonde con aceto


Odiate gli schizzi secchi di pomodoro, olio e altre cose innominabili presenti sulle pareti del vostro microonde? Ecco come pulirlo con l’aceto.

come-pulire-microonde-con-aceto-4


Immagina di svegliarti la mattina, di volerti dedicare del tempo relax prima di affrontare l’ennesima giornata lavorativa, ti trovi tra veglia e sonno e vuoi prepararti una bella tazza di latte caldo, aprite il microonde e notate, grazie alla luce del mattino, tutti gli schizzi secchi di pomodoro, olio dal riscaldamento di carne e salsicce, residui di formaggio, grasso e tanto altro che manco possiamo nominare.

La reazione è quella di rabbia e sconforto, perché quel microonde ha appena spezzato il nostro stato relax pre lavorativo, meglio quindi attivarsi e pulirlo subito con aceto!

come-pulire-microonde-con-aceto-5


Perché utilizzare l’aceto

Per coloro che amano i dettagli, è bene specificare la motivazione dell’utilizzo dell’aceto che sembra un prodotto miracoloso per le pulizie di casa e sopratutto in cucina.


Leggi anche: Forno microonde pulizia

L’aceto è così potente perché altamente acido, ha un PH di circa 2,4 ed è così forte che è meglio diluirlo un pò con acqua.

Come utilizzare l’aceto

  1. Una volta applicato su di un panno o su della carta,
  2. possiamo strofinare tutte le superfici del microonde
  3. e lo lasceremo agire per un pò.
  4. Una volta passati 10 minuti possiamo pulire solo con un panno umido di sola acqua.
  5. Attendiamo che asciughi ed il microonde sarà come nuovo.

Ecco che potrete avviarlo in tutta serenità e riscaldare la vostra tazza di latte o caffè.

come-pulire-microonde-con-aceto-3

Come utilizzare l’aceto: metodo originale

Ma c’è un modo ancora più rapido per imprimere e nebulizzare l’aceto in tutto il microonde in maniera automatica e senza strofinacci. Indovinate?

Basta inserire un bicchiere con acqua, 5 cucchiai di aceto di vino bianco e portarlo ad ebollizione per circa 5 minuti.

A quel punto non apriamo subito il microonde ma lasciamo che tutte le particelle nebulizzate si depositano e agiscono bene.

Una volta atteso siamo pronti per pulire tutto con uno straccio e con acqua.

come-pulire-microonde-con-aceto-2

Altri prodotti della nonna utili alla pulizia

Oltre all’aceto vanno benissimo anche altri prodotti come ad esempio il bicarbonato ed il limone. Esistono delle vere e proprie ricette, semplici da realizzare, che ci consentono di avere una valida alternativa a prodotti detergenti specifici. Ad esempio possiamo realizzare il nostro detersivo così:

  • Una ciotola d’acqua
  • Un bicchiere di aceto
  • Un limone tagliato e premuto
  • due cucchiai di bicarbonato

e riscaldare il tutto per 5 minuti. Il risultato finale sarà un prodotto altamente efficace e pronto per sgrassare e disinfettare naturalmente ogni superficie della cucina, compresa quella del microonde.

come-pulire-microonde-con-aceto-1

Eliminare dal microonde l’odore di bruciato

Se il problema principale non è tanto lo sporco quanto l’odore di bruciato, di grasso e residui, per poterlo eliminare in maniera efficace basta:

  • inserire la sera all’interno del microonde una tazza con del bicarbonato,
  • al mattino togliete la tazza e utilizzate il metodo per la nebulizzazione nel microonde del bicarbonato, oppure pulite le superfici con un semplice straccio di acqua e bicarbonato.

Ma possiamo avere lo stesso effetto anche con un recipiente di acqua, arancia e limone fatto nebulizzare o con del caffè in polvere o fondi di caffè.

Prevenire meglio che curare

Se vogliamo evitare tutta questa procedura o quantomeno farla in maniera sporadica, dobbiamo essere più attenzionati alla cura del microonde, per cui se riscaldiamo dei piatti, utilizziamo dei coperchi appositi per il microonde come paraschizzi.

Inoltre se vi trovate a pulire il microonde è sempre meglio staccare la spina se possibile.

E ancora, evitate di utilizzare detergenti troppo aggressivi anche per la pulizia esterna, meglio se più delicati o naturali.


Nicola Spisso

Commenti: Vedi tutto