Come pulire e igienizzare la lavatrice

Perché è necessario pulire e igienizzare la lavatrice? Come farlo nel modo giusto? Ecco i rimedi naturali più efficaci per pulire e disinfettare ogni parte della tua lavatrice.

come-fare-un-bucato-perfetto-in-lavatrice-7 errori-da-evitare-1

Come sarebbe la nostra vita senza la lavatrice? Un elettrodomestico così importante ed essenziale merita tutte le nostre attenzioni, per far sì che funzioni sempre correttamente, garantendo al contempo un bucato pulito, profumato e igienizzato.

Ma come pulire e igienizzare la lavatrice in maniera davvero efficace? I rimedi naturali possono darci una grande mano: ecco come utilizzarli al meglio, per eliminare sporco e calcare in ogni sua parte.

lavatrice-puzza-12

Perché pulire la lavatrice?

Generalmente si pensa che la lavatrice sia un elettrodomestico autopulente, perché usandola consideriamo che i normali lavaggi quotidiani siano sufficienti a mantenerla pulita. La realtà è ben diversa: lavaggio dopo lavaggio, la nostra lavatrice accumula sporco e residui di detersivo, che si trasformano in muffa e calcare, dannosissimi per il bucato e per la stessa lavatrice.


Leggi anche: Pulire i sanitari e igienizzare il bagno: 9 consigli naturali ed efficaci

Il risultato? Un pessimo bucato maleodorante e una lavatrice che lavora a fatica, consumando più del necessario. Inoltre, il calcare tende ad accumularsi nelle componenti interne dell’apparecchio, e questo ne compromette inevitabilmente il funzionamento, riducendo anche il suo livello di prestazioni.

Quindi, se vuoi che la tua lavatrice funzioni sempre a dovere, devi assolutamente dedicarle delle attenzioni speciali ed effettuare dei lavaggi occasionali, finalizzati alla sua pulizia e disinfezione. Ma come va pulita una lavatrice? Ecco come fare!

lavatrice-puzza

Come pulire e disinfettare la lavatrice in modo naturale

Per ottenere un risultato impeccabile e a basso impatto ambientale, non esiste una soluzione più efficace dei prodotti naturali. Questa scelta va privilegiata, perché i rimedi naturali non lasciano tracce e odori, che potrebbero compromettere la riuscita del bucato; inoltre, usare gli ingredienti che abbiamo in dispensa, non costa nulla.

Si, è vero, in commercio esistono già dei prodotti molto validi per la pulizia della lavatrice, ma si tratta di agenti chimici inquinanti che possono essere utilizzati solo occasionalmente, circa ogni 6 mesi. Invece, la lavatrice andrebbe lavata una volta al mese: ecco perché è meglio utilizzare prodotti naturali che offrono comunque degli ottimi risultati.

Insomma, i cosiddetti rimedi della nonna sono i nostri migliori alleati di pulizia, perché offrono il massimo della resa con il minimo della spesa. Ma di quali ingredienti si tratta?

  • Aceto bianco: anticalcare e disinfettante naturale, con eccezionali proprietà ammorbidenti;
  • bicarbonato: disincrostante, disinfettante e igienizzante;
  • sapone di Marsiglia: sgrassante, ammorbidente e detergente, ideale per le componenti esterne della lavatrice;
  • olio essenziale di limone o di lavanda: sono degli alleati naturali fantastici, noti per le loro proprietà disinfettanti e per il profumo fresco che rilasciano.

lavatrice-puzza-5


Potrebbe interessarti: Come pulire la lavatrice: 9 rimedi naturali molto efficaci

Come pulire il cestello

Bisognerebbe lavare il cestello una volta al mese. Infatti è qui che proliferano la maggior parte dei germi, che a ogni lavaggio entrano nuovamente in contatto con i nostri indumenti da lavare. Se ti accorgi che il bucato non ha un odore fresco, nonostante un ciclo ad alte temperature, vuol dire che è arrivato il momento di intervenire:

  1. versa un bicchiere di aceto e un cucchiaio di bicarbonato nella vaschetta del detersivo. Prima di impostare il lavaggio a vuoto della lavatrice, aggiungi un altro bicchiere di aceto direttamente nel cestello. Se lo desideri puoi anche versare qualche goccia di olio essenziale a tua scelta, fra lavanda e limone;
  2. imposta la lavatrice a 60° e quando il lavaggio sarà terminato apri l’oblò e lascia asciugare l’interno;
  3. per una pulizia più profonda contro il calcare, fai un lavaggio speciale ogni tre mesi. Versa un litro di aceto nel cestello vuoto e imposta il lavaggio a 90°. Trascorsi 5 minuti, metti in pausa la lavatrice e attendi mezz’ora, prima di riavviare il ciclo completo.

Se il cestello dovesse risultare ancora maleodorante, puoi spruzzare sulle pareti una soluzione di acqua e limone almeno mezz’ora prima dell’abituale bucato. Ricorda sempre di lasciare l’oblò aperto, per evitare che i ristagni d’acqua e l’umidità rimangano intrappolati fino al bucato successivo.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Lavatrice

Come pulire la guarnizione

Oltre all’ aceto e al bicarbonato, avrai bisogno anche del succo di un limone. Mescola i tre ingredienti fino a ottenere una pasta densa, leggermente granulosa: stendila lungo la guarnizione esterna e strofina le zone più difficili da raggiungere con l’aiuto di uno spazzolino inutilizzato.

Lascia agire per qualche minuto e risciacqua con un panno in microfibra, fino a quando ogni traccia della pastella sarà completamente eliminata. Per evitare che la guarnizione si logori prima del tempo e che i ristagni d’acqua si trasformino in muffa, asciuga le scanalature con un foglio di carta assorbente ogni volta che concludi un lavaggio.

come-pulire-e-igienizzare-lavatrice (2)

Come pulire filtro e vaschetta

Una volta al mese è necessario smontare il filtro per rimuovere tutto lo sporco accumulato. Prima di farlo, però, stacca la presa dalla corrente e posiziona una bacinella e qualche straccio a terra, per raccogliere l’acqua in eccesso che inevitabilmente fuoriuscirà una volta che avrai aperto lo sportellino dove è posizionato il filtro.

A questo punto estrailo dal cassetto e lavalo sotto il getto d’acqua corrente, per eliminare lo sporco superficiale. In una bacinella d’acqua mescola aceto e bicarbonato in parti uguali e lascia il filtro in ammollo per qualche ora. Quando sarà completamente pulito, elimina l’eccesso d’acqua con un panno asciutto e riposizionalo nel suo alloggio.

lavatrice-puzza-3

Per pulire la vaschetta dalle incrostazioni di detersivo, basta estrarla dal suo alloggio e lasciarla a bagno per mezz’ora in una soluzione composta da 500 ml di aceto bianco, due cucchiai di bicarbonato e acqua calda. Trascorso il tempo necessario, sarà sufficiente risciacquarla sotto il getto dell’acqua corrente per vederla nuovamente risplendere.

Female Hands Pouring Detergent In The Bottle Cap

Come eliminare il calcare

Il calcare è causato dai ristagni d’acqua che con il tempo tendono a incrostare sia le parti interne della lavatrice, sia i tubi. Questo succede soprattutto in presenza di acqua dura, dove la presenza massiccia di carbonato di calcio tende a solidificarsi e a corrodere le superfici.

Per eliminare efficacemente il calcare, bisogna effettuare un lavaggio speciale a carico vuoto almeno una volta al mese: versa nella vaschetta del detersivo mezzo bicchiere di aceto bianco, avendo cura di riservarne in parte anche allo scomparto dell’ammorbidente.

Nel cestello, invece, dovrai versare 500 ml di aceto e due cucchiai di bicarbonato. Seleziona il lavaggio per i capi di cotone, impostando la temperatura a 60°; alla fine del ciclo se lo desideri puoi ripetere l’operazione di risciacquo, per eliminare qualsiasi traccia di bicarbonato dal cestello.

come-pulire-e-igienizzare-lavatrice (1)

Pulizia della lavatrice: immagini e foto

Pulire e igienizzare la lavatrice non è mai stato così facile! Con i prodotti giusti e qualche piccolo accorgimento, potrai ottenere incredibili risultati a costo zero: sfoglia le immagini della galleria e guarda come fare.

Patrizia D'amora
  • Laurea in Giornalismo e Cultura editoriale
  • Autore specializzato in Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.