Come proteggere la casa dai fulmini: tutti i consigli per la tua sicurezza

Questo fenomeno atmosferico sorprendente ma allo stesso tempo spaventoso, non deve essere sottovalutato. A causa della sua pericolosità è bene conoscerlo e prevenire eventuali conseguenze. Ecco quali accorgimenti bisogna prendere in considerazione e quali dispositivi sono adatti a rendere sicura la tua casa.

come-proteggere-la-casa-dai-fulmini

Non esiste un luogo in cui possiamo considerarci completamente al sicuro dai fulmini. Statisticamente sono più a rischio le zone elevate, quindi le località collinari o di montagna. Ma non è difficile che uno o più fulmini si abbattano su zone pianeggianti o costiere nel corso di un temporale, sia nelle stagioni più fredde che in quelle estive.

L’energia sprigionata da un fulmine è enorme. La scarica elettrica creata da questo fenomeno può arrivare ad un’intensità elevatissima. Parliamo di centinaia di migliaia di ampere. Contestualmente, all’interno del fulmine, viene raggiunta una temperatura talmente elevata da incenerire qualsiasi elemento si trovi sotto il suo raggio d’azione.


Leggi anche: Sicurezza bambini in casa: 10 idee e accessori

Come-proteggere-la-casa-dai-fulmini-01

Può infatti raggiungere temperature che arrivano fino a 30.000 gradi Celsius. Teniamo, anche, presente che la temperatura superficiale del sole è di 5507 gradi Celsius, da questo possiamo intuire l’enorme potenza del fulmine.

Per questo motivo, se un fulmine si abbatte su un’abitazione che non possiede i giusti e necessari dispositivi di protezione, causa danni davvero ingenti oltre naturalmente a rappresentare un’enorme pericolo per le persone. Dobbiamo quindi proteggere i nostri cari e noi stessi da questo potente evento climatico, e dobbiamo proteggere la nostra casa.

Come-proteggere-la-casa-dai-fulmini

L’importanza di un parafulmine

Quasi tutti gli edifici sono ormai provvisti di parafulmine, ma accertiamoci comunque della sua presenza in caso dovessimo acquistare o prendere in affitto una nuova abitazione, è un dettaglio assolutamente da non sottovalutare.

Se invece abbiamo una casa indipendente, acquistiamo dispositivi appositi che possano proteggerci. Il parafulmine è un dispositivo che non può mancare sul tetto di qualsiasi abitazione sia privata che pubblica.

Come-proteggere-la-casa-dai-fulmini-02

Questo dispositivo, inventato dal fisico statunitense Benjamin Franklin, attrae e disperde la scarica elettrica generata dai fulmini. Molto diffuso è quello a stilo, composto da un’asta metallica sulla quale vi sono delle punte in metallo nobile che attirano l’elettricità.


Potrebbe interessarti: Decorazioni per halloween: ecco come rendere spaventoso il tuo giardino

L’asta è poi collegata a dei dispersori posti nel terreno, per permettere all’elettricità di passare dalle punte del dispositivo e di disperdersi a terra. Grazie a questo, il potenziale distruttivo del fulmine viene annullato. Altro tipo di parafulmine è la Gabbia di Faraday che viene utilizzata solitamente su edifici molto grandi, come chiese, basiliche, scuole e centri commerciali.

Come-proteggere-la-casa-dai-fulmini-03

Il dispositivo SPD (Surge Protection Device)

I danni che un fulmine può causare sono molteplici. L’enorme carica elettrica che li accompagna e il calore che sprigionano, possono minacciare l’incolumità delle persone causandone persino la morte, e il rischio di incendi è davvero altissimo.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

L’utilizzo del parafulmine ci protegge, ma è necessario proteggere anche tutto ciò che possediamo. I fulmini possono causare problemi agli impianti elettrici, danneggiare irreparabilmente elettrodomestici e ogni apparecchio elettronico che abbiamo in casa. Il danno economico potrebbe risultare pesantissimo, quindi è necessario prevenire questo tipo di evento.

Sarà capitato a tutti, soprattutto nel bel mezzo di un violento temporale estivo, di rimanere al buio per un blackout. L’improvvisa mancanza di corrente può causare danni ai nostri elettrodomestici, soprattutto televisori o computer.

come-proteggere-la-casa-dai-fulmini

Per questo motivo è consigliabile staccare i cavi dalla corrente se arriva un temporale. Ma cosa succede se ci sorprende quando non ci troviamo in casa? A quel punto non saremo in grado di mettere al sicuro prontamente tutto ciò che funziona a corrente. Per questo motivo è importante installare uno scaricatore di sovratensione (SPD – Surge Protection Device).

Si tratta di un apparecchio che può essere applicato anche su impianti elettrici già esistenti. Non richiede una grossa spesa e garantisce una protezione dagli sbalzi di corrente elettrica. Attenzione però, se non siamo avvezzi a lavori inerenti gli impianti elettrici, affidiamoci ad esperti del settore. Un’installazione scorretta, infatti, potrebbe rendere inutile il Surge Protection Device facendoci comunque subire dei danni.

Come-proteggere-la-casa-dai-fulmini-05

Piccoli e importanti accorgimenti: consigli sparsi

Se non possediamo un Surge Protection Device, al sopraggiungere di un temporale, come già detto, dovremo avere cura di staccare tutte le prese di corrente dei nostri apparecchi elettrici. Non dimentichiamo di scollegare anche il cavo dell’antenna TV o quello della parabola.

Stacchiamo il computer e non dimentichiamo di scollegare anche il cavo della rete ADSL o LAN. La scarica elettrica di un fulmine può infatti viaggiare anche attraverso i cavi delle linee telefoniche. Per questo motivo è sconsigliabile, durante un temporale, utilizzare il telefono fisso, a meno che non si tratti di un cordless che ci isola quindi dal collegamento diretto con la corrente.

Come-proteggere-la-casa-dai-fulmini-05

Non dimentichiamo di scollegare anche le consolle per i videogiochi. Per evitare danni alla persona, chiudiamo porte, finestre e balconi. Evitiamo di utilizzare elettrodomestici con i quali dovremmo stare a contatto diretto, ad esempio il phon, il ferro da stiro, il rasoio elettrico o l’aspirapolvere.

Se possibile, evitiamo anche il contatto con l’acqua, aspettiamo che il temporale sia finito per lavare i piatti e rassettare la cucina o per concederci una doccia rilassante. L’acqua è infatti un potente conduttore di elettricità. Cerchiamo anche di non toccare tubi, termosifoni, o comunque impianti che abbiano un collegamento diretto esterno alla nostra abitazione.

Come-proteggere-la-casa-dai-fulmini-05

Potranno sembrare accortezze eccessive, eppure vi renderete conto che non costa poi tanta fatica attendere che il temporale passi, rimandando semplicemente tutto ciò che potrebbe rappresentare un rischio ad un momento più sicuro. Solitamente, soprattutto in estate, i violenti e improvvisi temporali che sono accompagnati da una grossa concentrazione di fulmini, non hanno una lunga durata.

Essere colpiti da un fulmine, o subirne indirettamente la scarica elettrica, seppure indebolita, può causare dei problemi di salute molto seri, non dobbiamo sottovalutarli. Ecco perché è essenziale proteggere la casa dai fulmini. Pianificare l’installazione di dispositivi di protezione resta quindi, la scelta migliore. A fronte di una spesa non troppo alta preserveremo la nostra casa, i nostri beni e la nostra famiglia.

Come-proteggere-la-casa-dai-fulmini-05

Galleria foto: Come proteggere la casa dai fulmini

Come proteggere la casa dei fulmini, perché è così importante, quali lavori fare in casa in modo che sia sempre sicura, per le persone e per le cose e tanti altri consigli utili.

 

Massimiliano Grimaldi
  • Direttore responsabile
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Lazio, elenco Professionisti (08-03-2005)
  • Master in Media Relations
Suggerisci una modifica