Come evitare il corto circuito dell’impianto elettrico in poche mosse


Se quando salta la corrente in casa ti saltano anche i nervi e leggendo qualche notizia sui giornali o in rete ti sei allarmato: niente panico! Scopri con noi come evitare il corto circuito dell’impianto elettrico in poche e semplici mosse. Leggiamo insieme. 

Elettricista


Prima di affrontare direttamente l’argomento, facciamo un passo indietro e capiamo insieme come si genera e cos’è esattamente il corto circuito. Poi, vediamo com’ è possibile affrontarlo e quali sono i comportamenti da tenere, per scongiurare i fenomeni di questo tipo in casa.

Per corto circuito si intende sostanzialmente un’anomalia dell’impianto. Tecnicamente si tratta di un aumento della corrente in un circuito, causato accidentalmente e per contatto dalla resistenza tra due punti a potenziale diverso: fase e neutra. Ne consegue lo sviluppo di calore che produce scintille, a danno degli impianti o delle eventuali apparecchiature che hai in casa.


Leggi anche: Illuminazione del giardino

Ma attenzione a non spegnere eventuali fiamme con acqua! Utilizza appositi estintori e non riattivare la corrente prima delle dovute verifiche. Il rischio? Prendere la scossa o danneggiare l’impianto! Come dovrà essere quest’ultimo, lo impone la legge. Vediamo.

come-evitare-cortocircuito-6


La normativa

Possedere un impianto a norma è una condizione imprescindibile da cui partire, anche se non sempre sufficiente a garantire la sicurezza in casa; questo perché i pezzi che la compongono (e con essi ti parliamo di fili e prese elettriche) sono soggetti al deterioramento del tempo. La legge di riferimento sulla regolamentazione degli impianti elettrici risale agli anni 90.

Per quanto riguarda invece le caratteristiche generali dell’impianto elettrico, fa fede la normativa CEI 64-8 e la variante V3 in cui, tra le tante cose, si stabilisce che:

  1. i prodotti installati devono avere il marchio CE
  2. i materiali infiammabili devono essere contraddistinti dal colore arancione
  3. la sezione del montante deve essere uguale o superiore ai 6 mm2
  4. l’unità in cui viene installato il sistema elettrico deve avere un interruttore generale per le emergenze
  5. devono essere disposti due interruttori differenziali per proteggere l’impianto.

Tutti questi elementi concorrono a creare più sicurezza in casa e quando si parla di elettricità questo è d’obbligo. Ma come possiamo individuare un corto circuito? Questione di naso, ma non solo.

Corporate law

Come evitare il corto circuito dell’impianto elettrico: le cause

Quando avviene un corto circuito in casa, diverse possono essere le cause che lo generano. La prima cosa che avvertiamo è un odore di plastica bruciata, seguendo il quale, dobbiamo provare ad individuare il punto esatto da cui è partito: stacca eventuali prese elettriche.


Potrebbe interessarti: Quadro elettrico: caratteristiche e normativa

Ma la causa potrebbe riguardare anche dei punti luce: fai una verifica in corrispondenza delle placche elettriche per interruttori e smonta le lampadine dai porta lampada.

Se nulla cambia, controlla i cavi di alimentazione: potrebbero essere i fili, rosicchiati dal tempo o dai roditori! Infine, potrebbe svilupparsi all’interno di apparecchi vecchi. Affidati sempre a dei professionisti per controlli più approfonditi. Un modo per prevenirli però c’è, e sarà sufficiente seguire alcuni passaggi: impariamoli insieme.

come-evitare-cortocircuito-1

Come evitare il corto circuito dell’impianto elettrico: gli interventi da fare

Se arrivati a questo punto abbiamo ben compreso cos’è un corto circuito, come riconoscerlo e come intervenire, sarà fondamentale mettere in campo alcune operazioni di prevenzione. Quali sono e come evitare un corto circuito in casa o in ufficio? Te lo spieghiamo in 4 mosse+1!

1. Controlla le prese prima dell’uso

Come abbiamo visto una delle principali cause di corto circuito è rappresentato proprio dalle prese elettriche, dietro le quali si nascondono cavi, spesso allentati o usurati dal tempo. Partiamo da qui. Vi sono alcuni segnali da non trascurare:

  • senti odore di bruciato o la presa presenta segni di bruciatura
  • senti un ronzio strano proveniente dalla presa
  • vedi alcune scintille
  • la presa è datata: se ha più di 20 anni va cambiata a prescindere!

come-evitare-cortocircuito-prese

2. Controlla gli apparecchi prima dell’uso

Proprio come per il discorso prese elettriche, controlla gli apparecchi prima dell’uso e con essi intendiamo:

  • cavi, involucro e fili
  • se sono presenti crepe o circuiti esposti.

come-evitare-cortocircuito-11

3. Riduci l’utilizzo dell’elettricità durante le tempeste

Uno dei modi più frequenti in cui si verifica un corto circuito è quando c’è maltempo e, nello specifico, ci sono vere e proprie tempeste di fulmini. Un consiglio da seguire è ridurre l’utilizzo elettrico alle strette necessità: con esso ridurrai notevolmente il rischio di corto circuito in casa.

come-evitare-cortocircuito-temporali

4. Esegui la corretta manutenzione

Il tuo impianto elettrico è dotato di sistemi di sicurezza che scattano in caso di corto circuito. Stiamo parlando di interruttori automatici o salvavita, già presenti nel tuo quadro elettrico. Controlla ogni interruttore e cerca di capire a quale circuito è collegato: compirai un piccolo grande passo, per garantire sicurezza a te e a tutta la tua famiglia.

creare-pattumiera-fai-da-te-attrezzi

5. Ispezione

Almeno una volta all’anno programma un’ispezione elettrica sull’impianto: questo è l’approccio giusto per prevenire i corto circuiti. Un tecnico ispezionerà attentamente prese, cavi e ogni parte dell’impianto elettrico. Pianificala per tempo!

come-evitare-cortocircuito-fili

Come evitare il corto circuito dell’impianto elettrico: foto e immagini

Se la lettura del nostro articolo ti ha offerto uno strumento utile per evitare un corto circuito in casa, tieni a mente sempre le regole di sicurezza per la tua casa. Dai un ultimo sguardo in galleria, dove abbiamo raccolto per te alcune immagini dei danni arrecati all’impianto elettrico e non solo. Sfogliamola insieme!

Paola Palmieri

Commenti: Vedi tutto