Come dipingere un mobile usato

Riciclare dei mobili usati è sempre un’ottima idea per risparmiare ed al tempo stesso cambiare un po’ l’aspetto di una stanza. Una delle cose da fare è quella di verniciarlo. Quindi, vediamo insieme come dipingere un mobile usato. Non basta semplicemente stendere la pittura!

come-dipingere-un-mobile-usato-1

Se volete rivoluzionare un po’ il vostro arredamento, non è per forza necessario comprare dei mobili nuovi. In alcuni casi, potete anche servirvi di qualche mobile usato che pensavate di gettare via o che a qualche vostro amico non serve più.

In questi casi, però, molto probabilmente avrete bisogno di dipingerlo in modo da dargli un aspetto del tutto diverso e fare in modo che si abbini alla vostra stanza.

Purtroppo, non si può semplicemente iniziare a passare una mano di pittura, ci sono diversi passaggi da fare prima. Questi sono necessari affinché possiate ottenere dei buoni risultati. Vediamo quindi passo dopo passo come dipingere un mobile usato.


Leggi anche: Riciclare cialde caffè: decorazioni casa, accessori, addobbi natalizi

come-dipingere-un-mobile-usato-22

Levigare la superficie

La prima cosa che viene spontaneo fare è quella di applicare direttamente la vernice nuova, senza prima rimuovere la vecchia. Infatti, soprattutto se il mobile era di un colore chiaro e scegliamo di ridipingerlo di una tonalità scura, si pensa che non ci saranno problemi.

Invece purtroppo non è così, anche se il vostro mobile era bianco e lo dipingete di rosso, si vedrà comunque la pittura vecchia. Per questo c’è prima bisogno di levigare la superficie in modo da rimuovere lo strato superficiale.

Per farlo vi servirà un po’ di carta vetrata e tanto olio di gomito. Quindi grattate la pittura in eccesso finché non avrete ottenuto una superficie liscia e non si intravedrà più il colore di base.

come-dipingere-un-mobile-usato-4

Smontare il mobile

Un consiglio molto utile quando dovete dipingere un mobile usato è quello di smontarlo, dove possibile. Infatti, in questo modo riuscirete a raggiungere ogni angolo e verrà un lavoro impeccabile. Altro dettaglio da non sottovalutare è che riuscirete a lavorare più comodamente.

Se, ad esempio, state dipingendo un cassettone, togliete prima tutti i cassetti. Se, invece, dovete dare nuova vita ad un armadio o a un mobiletto della cucina, rimuovete le ante. Nel caso di una libreria assicuratevi di smontare prima tutte le mensole.

come-dipingere-un-mobile-usato-7


Potrebbe interessarti: Riciclare un piumone: 10 idee creative

Pulire il mobile

Una delle cose che si tende a fare più spesso quando si ridipinge un mobile usato, è quella di pulirlo solo dopo averlo dipinto e non prima. In realtà questo è un errore, si dovrebbe fare al contrario.

Pulire un mobile prima di dipingerlo è fondamentale per evitare che polvere o qualsiasi altro residuo possano essere coperti dalla pittura. In questo caso, infatti, noterete che lo strato non verrà uniforme.

Per evitare ciò, vi basta semplicemente usare un panno catturapolvere o, nel caso di un mobile particolarmente grande l’aspirapolvere stessa, per pulirlo per bene.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

come-dipingere-un-mobile-usato-10

Usare un primer

Se volete che la vostra pittura duri a lungo, ma soprattutto se volete stenderla con più facilità, avrete bisogno di fare un altro passaggio prima di iniziare a dipingere il mobile. Stiamo parlando dell’applicazione del primer.

Questo è un prodotto pensato appositamente per far aderire meglio la vernice. Infatti, ci sono alcune superfici su cui è particolarmente difficile stendere la pittura senza un primer. Ci riferiamo a tutte quelle lisce come il metallo, la plastica, ma anche il legno quando è stato trattato con cere o simili.

Ricordate sempre che il primer deve essere totalmente asciutto prima di poter iniziare a verniciare. Quindi, considerate che ci vorrà un po’ di tempo in più per ridipingere tutto il mobile.

come-dipingere-un-mobile-usato-14

Scegliere il colore giusto

Adesso è il momento di parlare della pittura, in particolare della scelta del colore. Questa è una decisione che deve essere presa in base a diversi fattori. Ad ogni modo consigliamo sempre di non risparmiare sulla pittura e di scegliere un prodotto di qualità.

A questo punto la prima cosa da fare è considerare dove sarà messo il mobile e quali nuance ci sono in quella stanza. Potete optare quindi per le stesse sfumature o anche per una tonalità del tutto diversa in modo da aggiungere un tocco di colore.

Se ne avete la possibilità, consigliamo di optare per una tinta molto differente da quella originale in modo che il mobile usato sia difficilmente riconoscibile.

come-dipingere-un-mobile-usato-18

Dipingere il mobile

Dopo aver seguito tutti questi passaggi potete iniziare a dipingere il vostro mobile usato. Se la superficie è liscia potete usare un rullo in modo da lavorare più rapidamente. In caso contrario, servitevi di un pennello, vi aiuterà ad essere più precisi.

Raccomandiamo di procedere sempre nello stesso verso e soprattutto con poca pittura alla volta. Ricordate che c’è bisogno di almeno due strati di pittura, ma prima di procedere con il secondo dovete assicurarvi che il primo sia completamente asciutto.

come-dipingere-un-mobile-usato-21

Come dipingere un mobile usato: immagini e foto

Sfogliando le immagini della seguente galleria, avrete modo di osservare i diversi passaggi necessari per dipingere un mobile usato. Inoltre, potrete trovare anche tutti gli strumenti che vi occorrono.

Federica De Blasio
  • Laurea magistrale in lingue e letterature moderne
  • Autore specializzato in Arredamento
Suggerisci una modifica