Come climatizzare casa


Come climatizzare casa in estate e in inverno. Una serie di consigli per rinfrescare e riscaldare in tutte le stagioni. Modelli fissi, portatili, inverter e tecnologia on/off. Detrazioni e agevolazioni fiscali.

come-climatizzare-casa-1


Rappresentano una soluzione non solo per il caldo estivo, ma anche per il freddo invernale. I climatizzatori sono apparecchi ormai diffusi da Nord a Sud e sono principalmente usati quando il caldo si fa opprimente.

Forse non sai che, disponendo dei giusti modelli, potrai utilizzarli anche quando le temperature iniziano a scendere. Se non sai come orientarti tra i numerosi modelli disponibili in commercio, ecco alcuni consigli e i principali fattori da valutare prima dell’acquisto.

Scopri come climatizzare la tua abitazione nel modo corretto e tutte le misure necessarie per ottimizzare al meglio la temperatura degli ambienti.

come-climatizzare-casa-1


Climatizzatori per il riscaldamento domestico


Leggi anche: Coibentazione Casa vantaggi

In inverno usare il climatizzatore per il riscaldamento domestico richiede l’utilizzo di un modello a pompa di calore. Può rappresentare una buona soluzione per integrare l’impianto dei caloriferi preesistente, soprattutto in luoghi non eccessivamente freddi o in periodi non molto rigidi, come in autunno.

Bisogna inoltre considerare che in posti umidi e con temperature sottozero non sarebbe una valida scelta, poiché richiederebbe un maggior consumo di elettricità che innalzerebbe il costo della bolletta.

In aggiunta, la formazione di ghiaccio non permetterebbe uno scambio ottimale di calore, anzi provocherebbe una diminuzione del rendimento dello stesso climatizzatore.

come-climatizzare-casa-2

Climatizzare casa in estate

Per rinfrescare la tua casa quando fa caldo non basta acquistare un climatizzatore e posizionarlo in una stanza. È importante valutare una serie di aspetti, come per esempio la dimensione dei locali, quali sono i più frequentati, l’esposizione al sole, la qualità degli infissi.

Proprio questi ultimi rappresentano uno degli elementi più da considerare, poiché finestre vecchie e rovinate ridurranno i benefici offerti dal climatizzatore. Richiederanno infatti un funzionamento per un maggior numero di ore al giorno, con ripercussioni negative anche sulla tua bolletta.

Certamente i vetri doppi o la sostituzione degli infissi possono essere una delle soluzioni per mantenere la temperatura ottimale negli ambienti. Prima di acquistare un climatizzatore valuta se i tuoi locali garantiscono un efficiente rendimento dell’impianto.


Potrebbe interessarti: Veranda: stanza per tutte le stagioni

come-climatizzare-casa-3

Potenza climatizzatore

La potenza del climatizzatore, espressa in BTU (British Termal Unit), va scelta in base alle dimensioni degli ambienti. Ad esempio, per locali di 35-40mq sono consigliati apparecchi a 12.000 BTU mentre per 25-30 mq bastano con potenza da 9.000 BTU. Per aree più ampie devi orientarti sui 18.000 BTU o superiori.

Considera che la zona giorno normalmente ha bisogno di un maggiore raffreddamento/riscaldamento: solitamente i climatizzatori andrebbero installati negli ambienti più ampi, nei quali si trascorre più tempo nel corso della giornata.

Infine non dimenticare di dare uno sguardo all’efficienza energetica del dispositivo e scegliere possibilmente i modelli di classe più alta (A o superiore).

come-climatizzare-casa-4

Climatizzatori tipologie

I climatizzatori non si limitano soltanto a rinfrescare e riscaldare gli ambienti, ma sono apparecchi che svolgono molteplici funzioniAssicurano un corretto riciclo e la purificazione dell’aria, mediante l’adozione di filtri e alcuni modelli più avanzati permettono anche di deumidificare i locali.

La principale classificazione è però tra climatizzatori fissi e portatili. Scopriamo maggiori dettagli.

come-climatizzare-casa-5

Climatizzatori fissi

È la tipologia più diffusa. Con una corretta progettazione potrai gestire in maniera ottimale il livello di temperatura, predisponendo gli elementi di potenza adeguata alle dimensioni dei locali.

Non è detto che sia necessario installare un singolo climatizzatore per ciascuna stanza: in commercio sono molteplici le soluzioni per ottimizzare e ridurre il consumo energetico. In linea generale, l’installazione dei climatizzatori fissi è da preferire se disponi di una collocazione ben definita, come per esempio una parete.

Sono dotati di un’unità interna e di un motore esterno. Dunque comportano costi aggiuntivi per l’installazione, poiché è richiesto l’intervento di un tecnico specializzato.

Tra gli altri aspetti da valutare vi è, senz’altro, la presenza o meno di appositi regolamenti condominiali, per i quali vige il divieto di installare i motori esterni sulla facciata dell’edificio.

Uno dei vantaggi offerti dai modelli fissi è la sua maggiore silenziosità, rispetto ai modelli portatili. In definitiva i climatizzatori fissi rappresentano un sistema efficace per tutta la casa e per gli ambienti di grandi dimensioni.

climatizzatori-di-design-10

Climatizzatori portatili

I climatizzatori portatili consentono di essere posizionati nell’ambiente dove più servono in quel preciso momento. Poterli spostare in base alle proprie esigenze è il principale vantaggio di questa soluzione.

Basta collegarli a una presa di corrente per beneficiare del clima ideale, in quanto non necessitano di interventi per l’installazione.

Un aspetto negativo è riuscire a rinfrescare un solo locale per volta. Sono dotati di un tubo flessibile attraverso il quale avviene la fuoriuscita di aria calda, per cui è necessario forare il vetro della finestra o adottare un’analoga soluzione, che eviti  eventuali dispersioni.

In conclusione, se desideri climatizzare una sola stanza, il portatile è una buona idea.

climatizzatori-portatili-15

Impianto di climatizzazione canalizzato

In fase di costruzione o di ristrutturazione dell’abitazione è consigliata l’installazione di un impianto di climatizzazione.

Come avviene per acqua, luce e gas, puoi progettare un accurato sistema nascosto di canalette che attraversa tutti i locali, garantendo un risultato estetico ottimale.

In più viene garantita una funzionale distribuzione della temperatura in casa, grazie ai sistemi moderni che gestiscono in automatico sia l’accensione, sia lo spegnimento.

detrazione-condizionatori-2

Tecnologia di climatizzazione: on/off e Inverter

Al momento dell’ acquisto del climatizzatore è opportuno valutare qual è la tecnologia su cui si basa l’impianto: on/off o inverter.

La tecnologia on/off alterna le fasi di attivazione e di spegnimento, a seconda della temperatura raggiunta all’interno del locale. Basta programmarlo al livello desiderato per fare lavorare il climatizzatore in maniera efficace e alla potenza massima, fino a toccare i gradi impostati per poi spegnersi.

Una tipologia che consuma parecchia energia, poiché una volta acceso “lavora” alla massima potenza, mantenendo costante la temperatura sino al raggiungimento dei gradi desiderati.

La tecnologia Inverter consente di programmare la temperatura voluta e di regolare in automatico la potenza, senza spegnersi completamente, ma funzionando al minimo.

In questo modo il sistema non è sottoposto ad uno stress continuo e assicura minori consumi. In pratica, si accende alla potenza massima ma gradualmente riduce la temperatura, man mano che si avvicina al livello impostato.

climatizzatori-di-design-9

Climatizzare casa: sistema monosplit e multisplit

I climatizzatori possono essere a sistema monosplit o multisplit. I primi prevedono che ogni dispositivo interno sia connesso a un’unità esterna. Si tratta di apparecchi per lo più usati per le case dove non ci sono numerosi locali da climatizzare.

Il multisplit, invece, è munito di due o più elementi interni connessi a un’unica unità esterna. Rappresenta un sistema maggiormente usato in abitazioni adibite a uffici e negozi, in cui si richiede l’uso nello stesso momento di tutti i dispositivi.

Se la metratura dei locali risulta piuttosto ampia, dunque meglio prediligere un impianto multisplit.

climatizzatori-di-design-5

Climatizzatori e condizionatori: differenze

Nella scelta dell’impianto di casa è opportuno comprendere anche qual è la principale differenza tra climatizzatori e condizionatori.

Questi ultimi sono dotati soltanto della funzione di raffreddamento dell’aria, mentre i climatizzatori consentono di purificarla tramite l’uso di appositi filtri, garantendo il riciclo. Inoltre, in caso di necessità e a seconda dei modelli possono anche riscaldare gli ambienti.

detrazione-condizionatori-ragazza

Climatizzare casa: detrazioni e agevolazioni fiscali

Sostituire il vecchio impianto di climatizzazione con uno nuovo e più efficiente, permette di godere di una serie di agevolazioni fiscali.

In base al tipo di intervento sarà possibile approfittare di una detrazione tra il 50% e il 65% delle spese, in fase di dichiarazione dei redditi. La ripartizione è stabilita in 10 quote annuali di uguale importo.

come-climatizzare-casa-7

Come climatizzare casa: immagini e foto

A seguire una galleria completa di immagini per fornirti la giusta ispirazione nel trovare la soluzione più appropriata per la climatizzazione della tua abitazione.

Alessandro Mancuso

Commenti: Vedi tutto