Caro bollette +40%: come risparmiare gas e luce

Caro-energia, +40% a partire dal prossimo trimestre. Ma perché aumentano i prezzi? Quanto si pagherà per le bollette di luce e gas? Ecco come risparmiare senza farsi cogliere impreparati.

progettare-casa.jpg

Dall’1 ottobre aumentano i prezzi delle bollette di luce e gas, un rincaro direttamente collegato all’aumento dei prezzi dell’energia. L’allarme lanciato dal ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, ha messo in allerta i consumatori che hanno già dovuto fare i conti con un rincaro del 20% lo scorso trimestre.

Tra poche settimane, dunque, sapremo con certezza a quanto ammonteranno precisamente le bollette di luce e gas. Ma a cosa è dovuta questa forte impennata dei prezzi? E come si può arginare l’effetto boomerang sui consumi delle famiglie?

ecobonus

Perché sta aumentando il prezzo dell’energia?

Caro bollette +40%: come risparmiare gas e luce


Leggi anche: Asciugatrice a gas: come funziona, caratteristiche e consumi

Non si tratta di un problema solo italiano, ma di un rincaro generalizzato che investirà tutti i Paesi dell’ UE. Il motivo va rintracciato nell’aumento dei prezzi delle materie prime, che induce le aziende ad aumentare i costi di produzione dell’energia.

Dopo il rallentamento causato dalla pandemia da coronavirus le attività hanno ripreso lentamente a produrre, determinando un aumento della richiesta di materie prime, già difficili da reperire a causa dell’indisponibilità momentanea e delle difficoltà legate ai trasporti.

Questo ha generato un rialzo spropositato dei costi delle materie prime. Inoltre, la riduzione dei flussi di gas provenienti dalla Russia ha aggravato la situazione europea a vantaggio dei paesi asiatici.

Altro fattore non trascurabile è l’aumento dei prezzi dei permessi per l’emissione di anidride carbonica. Il sistema vigente ETS (Emission Trading Scheme) consente alle aziende di scambiarsi i permessi concessi dalle autorità europee per emettere anidride carbonica.

Per incentivare la transizione energetica questi permessi vengono rilasciati periodicamente in misura sempre più limitata e a costi sempre più elevati. Di conseguenza, le aziende che producono energia ricavata da combustibili fossili dovranno recuperare tutte le perdite “scaricando” i costi sulle spalle dei consumatori.

Come risparmiare energia: 10 consigli pratici

Energia

Non sono ancora state rese note le misure che il governo intenderà intraprendere per arginare l’aumento dei costi dell’energia. Se nello scorso trimestre il rincaro era stato tenuto fermo al 10% grazie a uno stanziamento di 1,2 miliardi di euro, questa volta dovremo attendere le prossime due settimane per sapere come intenderà muoversi.


Potrebbe interessarti: Come conservare le piante prima di partire per le vacanze: 5 consigli utili

Nel frattempo vogliamo suggerirti alcune dritte sempre valide e che puoi mettere in atto già da ora per ottenere un sensibile risparmio di energia, riducendo drasticamente i costi in bolletta. Ecco 10 consigli pratici per risparmiare luce e gas senza farsi cogliere impreparati.

1. Stacca la spina degli apparecchi in standby

Standby

Gli elettrodomestici in standby sono solo apparentemente spenti: in realtà stanno consumando energia tramite gli alimentatori. Dunque, se intendi risparmiare davvero, dovrai ricordarti di staccare la spina a tutti gli elettrodomestici che non hai necessità di utilizzare continuamente (televisore, stereo, cordless, forno a microonde, ecc.)

2. Scegli elettrodomestici a basso consumo

classe-energetica-elettrodomestici


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

La classe energetica del frigorifero e del congelatore rivelano l’efficienza stessa della macchina. Gli elettrodomestici con un’elevata classe energetica (A+++, A++, A+) sono costosi, ma impattano meno sul consumo di energia, che ammonta tra il 25% e il 45% in meno rispetto a un modello con classe energetica inferiore.

Gli incentivi fiscali aiutano ad ammortizzare la spesa iniziale che viene subito recuperata con una riduzione dei consumi in bolletta sul medio/lungo termine. Per risparmiare ulteriormente:

  • ricorda di non aprire e chiudere il frigorifero in continuazione
  • prima di inserire pietanze calde in frigorifero attendi che si raffreddino a temperatura ambiente
  • scongela gli alimenti nel frigorifero per mantenere bassa la temperatura interna
  • attenzione al posizionamento del frigorifero: tienilo lontano da fonti di calore, come il forno o il piano cottura.

3. Dispositivi smart e timer

casa- domotica-2

La tecnologia arriva in nostro aiuto con i timer e i dispositivi smart, che regolano l’attività degli elettrodomestici autonomamente oppure a distanza, tramite app del telefono. In questo modo puoi programmare il tempo in cui resteranno in funzione oppure l’accensione e lo spegnimento degli apparecchi, in base alle tue abitudini.

4. Investi nelle lampadine a LED

eliminare-bagliore-luci-led-4

Sono un investimento prezioso, perché oltre a impattare meno sull’ambiente consumano poca energia e affaticano meno gli occhi. Inoltre durano molti anni, quindi non devi sostituirle così spesso come capita per le tradizionali lampade a incandescenza. I costi elevati delle lampadine a LED vengono mitigati sul lungo periodo con un taglio netto dei costi in bolletta.

5. Utilizza correttamente lavatrice e lavastoviglie

come-caricare-la-lavatrice-3

Sembra banale dirlo, ma la lavatrice e la lavastoviglie sono tra gli elettrodomestici che consumano di più. Dunque, se è impossibile limitare il loro utilizzo, farne almeno buon uso è un obbligo se si desidera tagliare i costi della bolletta. Utilizzarli a pieno carico e a temperature più basse comporta già un notevole risparmio di energia.

A queste dritte aggiungiamo anche un utilizzo programmato degli elettrodomestici in questione: le fasce orarie serali e notturne di solito sono le più economiche, ma è buona norma controllare sempre la tipologia di contratto della propria utenza. Altro consiglio: se non ci sono particolari bisogni, scegli programmi di lavaggio più veloci, come quello a risparmio energetico.

6. Rinuncia agli elettrodomestici superflui

elettrodomestici-indispensabili-cucina

Stacca la presa di tutti gli elettrodomestici superflui o inutilizzati che hai in casa. Se non ne hai davvero bisogno, allora a che serve averli sempre costantemente accesi? I telefoni cordless, i robot da cucina, le sveglie digitali, il bollitore elettrico, lo scaldacqua…Ciascuno di essi spreca una quantità di energia che rimane inutilizzata e che puoi decidere di tagliare in bolletta semplicemente rinunciando ad averli in funzione quando non serve.

7. Spegni le luci

abbellire-giardino-spendendo-poco-luci

Accendere le luci in casa e dimenticarsene è una cosa che succede a tutti. Ma lasciarle accese per troppo tempo, anche quando non serve, ovviamente apporta dei costi aggiuntivi in bolletta che potresti rimpiangere caro. Ecco perché è sempre una buona abitudine spegnere le luci in casa quando non servono più, soprattutto in pieno giorno, quando puoi ancora sfruttare la luce naturale.

Per chi ha necessità di avere le luci degli spazi esterni sempre accese di notte, sarebbe meglio installare un timer che ne programma l’accensione e lo spegnimento automatico, oppure scegliere lampade con sensori di movimento o a energia solare.

8. Usa il condizionatore con moderazione

come-smaltire-acqua-condizionatore-4

In estate è davvero difficile rinunciare a climatizzare gli ambienti, soprattutto quando la morsa dell’afa non dà tregua per giorni, rendendo difficile il riposo notturno. Ma utilizzare il condizionatore per molte ore comporta un esoso aumento dei costi in bolletta.

Per limitare i danni bisogna sempre ricordarsi di farne buon uso, rinunciando al climatizzatore quando non è davvero necessario mantenerlo in funzione. Tenere le finestre chiuse durante il suo utilizzo aiuta a non disperdere l’aria fresca, spegnerlo quando non si è in casa limita lo spreco.

In più, ricordarsi di tenere le persiane abbassate durante le ore più calde del giorno e utilizzare il climatizzatore in modalità deumidificatore non solo aiutano l’ambiente, ma ne giovano anche la salute e le nostre tasche.

9. Usa correttamente forno elettrico e forno a microonde

Caro bollette +40%: come risparmiare gas e luce

Il forno è un apparecchio indispensabile in cucina, ma consuma tantissimo. Per evitare di appesantire la bolletta della luce meglio prediligere la modalità ventilata, che velocizza i tempi di cottura rispetto alla modalità tradizionale. Un trucchetto per risparmiare ulteriormente consiste nello spegnere il forno prima di ultimare la cottura e lasciare la pietanza al chiuso fino al completamento della cottura.

L’alternativa migliore al forno elettrico rimane il microonde, che dimezza i tempi di cottura e consuma molto meno del forno tradizionale. A patto, però, di non lasciarlo in standby: quando non ne hai più bisogno ricorda sempre di staccare la presa.

10. Pannelli solari e cappotto termico

pannelli-solari-gratis-ecobonus4

Un investimento da prendere in considerazione adesso, perché con le detrazioni Ecobonus è possibile affrontare una spesa del genere elevando la classe energetica della propria abitazione. I lavori di ristrutturazione per la creazione di un cappotto termico e l’installazione di un impianto fotovoltaico sono sì lavori costosi, ma sono gli unici che garantiscono una riduzione piuttosto elevata dei costi dell’energia in bolletta.

Caro bollette energia: immagini e foto

Rincari bollette, aumento dei costi dell’energia e impennata dei costi per i consumi di luce e gas. Come difenderci? Sfoglia la galleria delle immagini per scoprire tutti i segreti per risparmiare.

 

Patrizia D'amora
  • Laurea in Giornalismo e Cultura editoriale
  • Autore specializzato in Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica