Abbattitori di temperatura: cosa sono, come scegliere, opinioni

Cosa sono gli abbattitori di temperatura e perché potrebbero fare al caso tuo. Come scegliere quello più adatto a te, consigli ed opinioni in una pratica guida all’acquisto.

abbattitori-temperatura-come scegliere-opinioni-2

La prima definizione che potremmo dare ad un abbattitore di temperatura è “elettrodomestico del futuro”. Al giorno d’oggi viene utilizzato solo nella ristorazione, per scopi professionali, ma ben presto diventerà uno degli strumenti che normalmente si trova in cucina.

In pratica, si tratta di un dispositivo in grado di raffreddare in maniera veloce il cibo, sia esso crudo o cotto. Apparentemente simile ad una cella frigorifera o ad un normale freezer, è in realtà molto diverso perché permette di conservare intatte tutte le proprietà organolettiche del cibo ed ha un’azione battericida.


Leggi anche: Abbattitore domestico: perché acquistarlo

L’arte culinaria è entrata a fare parte delle nostre vite quindi sempre più spesso nei programmi di cucina e sulle riviste si parla dell’abbattitore di temperatura, pertanto siamo sicuri che di qui a poco diventerà un normale elettrodomestico per uso privato.

Il suo funzionamento è piuttosto facile; può lavorare sia in positivo (soft) che in negativo (hard). Nel primo caso, la fragranza e la freschezza del prodotto alimentare in questione resterà inalterata perché la sua temperatura interna passerà a -18°C molto in fretta (fino ad un massimo di 90 minuti), mantenendo quindi perfettamente intatta la qualità.

Il secondo caso, invece, è molto simile al surgelamento, ma migliore. Questo procedimento serve unicamente a preparare il prodotto cucinato per il freezer in modo da prolungarne la durata.

In entrambi i casi, la proliferazione batterica è completamente bloccata.

Perché è diverso dal freezer?

abbattitori-temperatura-come scegliere-opinioni-3

Tra le costanti della nostra vita, purtroppo, c’è la fretta. Per mangiar sano e organizzarsi con la preparazione dei pasti settimanali, spesso ci troviamo a cucinare la sera prima per il giorno dopo. Ancora, cuciniamo più porzioni della stessa pietanza per poi surgelarla.

Quante volte abbiamo inserito nel freezer un prodotto ancora caldo? E’ bene sapere che non c’è niente di più sbagliato. Allora come ovviare al nemico numero uno delle nostre giornate ovvero il tempo che scorre? Semplice, con l’abbattitore.


Potrebbe interessarti: Forni elettrici: novità, guida e consigli

Uno dei suoi usi più comodi, infatti, è proprio quello di poter raffreddare un piatto ancora caldo (un pandispagna da farcire, una zuppa di legumi, ecc…) evitandone l’alterazione delle proprietà organolettiche, la formazione di cristalli e la contaminazione batterica.

Per dirlo in parole povere, l’abbattitore di temperatura serve per conservare il cibo nella sua forma migliore, al contrario di quello che fa il freezer come ancora in pochi sanno.

Vediamo ora degli esempi per i quali vale la pena comprare un abbattitore domestico.

Amanti del sushi e del pesce crudo a raccolta: con l’abbattitore sarà possibile fare compere dal proprio pescivendolo di fiducia e conservare il pescato del giorno senza temere intossicazioni alimentari.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Alcuni abbattitori hanno la funzione di cottura a bassa temperatura ovvero quella consigliata per produrre dell’ottimo yogurt fatto in casa. La stessa operazione potrà essere utilizzata per temperare il cioccolato e cimentarsi nella preparazione di deliziosi cioccolatini.

Nella quotidianità, l’abbattitore di temperatura si presenta un valido alleato per raffreddare velocemente le bevande. Quante volte capita di avere ospiti dell’ultimo minuto e nessuna bibita in frigo. Ecco, in tutti questi casi, servendosi dell’abbattitore, si avrà vino e prosecco ghiacciato in qualche minuto.

Come sceglierlo

abbattitori-temperatura-come scegliere-opinioni-1

Veniamo ora alla parte pratica ovvero di quali caratteristiche tenere conto in fase d’acquisto.

Partiamo dalle dimensioni. Un abbattitore di temperatura domestico misura grossomodo quanto un microonde. Può essere incassato o esterno, solitamente dotato di un display esterno per gestirne le funzioni.

Per quanto riguarda i consumi, come spesso accade questi dipendono molto dal modello scelto e dal suo utilizzo. In linea generale, la funzione che consuma più elettricità è la surgelazione rapida.

Essendo un elettrodomestico prevalentemente per la ristorazione, i suoi costi sono ancora elevati ma decisamente inferiori rispetto a qualche anno fa. Si tratta di una spesa considerevole (tra i € 1500,00 e i € 2000,00) da giustificare solo con un utilizzo frequente ovvero per un appassionato di cucina. Le variazioni di prezzo, seppur minime, dipendono dalle funzionalità di cui dispone e dalla possibilità di installarlo ad incasso o meno.

Abbattitori di temperatura: immagini e foto

Ecco una gallery riepilogativa degli argomenti trattati. Prima di procedere nell’acquisto di un abbattitore di temperatura assicurati che abbia tutte le caratteristiche che stai cercando e che si adatti al meglio alla tua cucina.

Maria Chiara Barsanti
  • Laurea in Relazioni Internazionali
  • Esperta in Digital Marketing e Comunicazione
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle
Suggerisci una modifica