Pulire casa: 10 errori che facciamo senza saperlo


Quali errori commettiamo per le pulizie di casa? Per le pulizie quotidiane? Per il lavaggio di accessori e varie? Scopriamo quali sono gli errori più comuni facili da risolvere.

Pulizie


Se viviamo bene l’ambiente di casa, se ci piace avere sempre ospiti ed essere acclamati per il nostro livello di pulizia e dedizione che dedichiamo alla nostra casa sia nell’arredo che in tutto il resto, allora siete esattamente come me!

Ma anche se non foste così, vi capita di dovervi alzare la mattina, magari di domenica, e procedere ai lavori di casa, ma spesso crediamo di farli bene e non è così, anzi sporchiamo di più!

Scopriamo insieme gli errori più frequenti che commettiamo nelle pulizie di casa senza saperlo!


1. Usare lo stesso straccio per la casa

Un errore da non fare assolutamente è quello di usare lo stesso straccio per punti diversi in casa, come ad esempio pulire le superfici in bagno e poi in salotto o cucina o viceversa.


Leggi anche: arredo cucina: 6 errori comuni facili da risolvere

Ma non solo questa è l’attenzione da mantenere, anzi è bene conservare uno straccio diverso per operazioni diverse. Ad esempio se abbiamo un camino non possiamo pensare di utilizzare lo stesso straccio per il camino e le superfici dei mobili, perché anche se non visibile i piccoli granelli di sporco, polvere e detriti, nonché i batteri vengono poi trasferiti da una parte all’altra.

Utilizziamo quindi un set di stracci dedicati a singole operazioni che hanno le stesse caratteristiche.

Pulizie, Casa

2. Usare lo spolverino di piume

Un errore da non fare è quello di usare lo spolverino in piume, perché aiuta solo ad alzare la polvere, non è così vero che la polvere viene catturata. Il miglior metodo resta il panno in microfibra, alternato ad un panno di cotone, anche meglio se leggermente umido.

Polvere

3. Non pulire sacchetto e filtri dell’aspirapolvere

Quando utilizziamo l’aspirapolvere dobbiamo tenere a mente che il sacchetto ed i filtri vanno puliti.

Se il sacchetto sembra vuoto ed evitiamo di fare questa pulizia, avremo un aspirapolvere con una capacità e potenza ridotta, e sopratutto se il filtro è molto tappato, così come tira lo sporco così lo lascia fuoriuscire dalle prese d’aria esterne.

Questa operazione possiamo svolgerla almeno una volta ogni due settimane, ma le tempistiche possono variare in base all’utilizzo che ne facciamo dell’aspirapolvere.

Aspirapolvere

4. Lavare oggetti sbagliati in lavastoviglie

Ci sono cose che proprio non conviene lavare in lavastoviglie perché delicate e con il tempo si possono rovinare, un pò tutti i prodotti in legno, come ad esempio i mestoli ed il tagliere, che nel tempo tenderanno a perdere la loro patina protettiva, saranno più soggette a lesioni ed a gonfiarsi per via dell’azione violenta dell’acqua.

Oltre a questo è meglio evitare la pulizia di alcuni oggetti che necessitano di essere disincrostati, sia perché i residui possono otturare i filtri della lavastoviglie, sia perché possiamo non pulire bene il prodotto stesso ed allo stesso tempo sporcare gli altri che abbiamo in lavastoviglie.

Lavastoviglie

5. Riposizionare lo spazzolino del bagno nel suo supporto

Quando utilizziamo lo spazzolino del bagno, dato l’uso che ne facciamo e la voglia di posarlo subito, commettiamo questo errore di riposizionarlo ancora sporco.

Se non ben pulito e sciacquato grazie all’acqua corrente del bagno stesso, trasferiamo numerosi batteri nel contenitore dello spazzolino e questo fa si che al prossimo riutilizzo abbiamo dinuovo un’alta carica batterica nonostante magari abbiamo lavato i sanitari con attenzione.

Scopino

6. Pulire male il lavandino

Se abbiamo un lavandino in acciaio, non va assolutamente utilizzata la parte dura e graffiante della spugna, meglio se usare tessuti morbidi ed adatti a superfici delicate.

Altro comportamento utile è sicuramente quello di asciugare subito il lavandino, per evitare accumuli di calcare, difficili da togliere con normale sapone.

Pulizie

7. Pulire dall’alto

Sembra banale ma non tutti seguono questo procedimento, sempre meglio pulire dall’alto.

Pulire prima i pensili, così dovesse cadere polvere o detriti, possiamo raccoglierli in un secondo momento sui mobili di base o atterra, il viceversa è invece dispendioso e inutile.

Spolverare

8. Spruzzare detergente direttamente sulle superfici

Se spruzziamo i detergenti direttamente sulle superfici, il risultato può essere un accumulo di liquidi in punti non più recuperabili nemmeno con uno straccio, ecco perché conviene bagnare lo straccio con il detergente e procedere alla pulizia.

Pulizie

9. Non pulire periodicamente la lavatrice

La lavatrice va pulita periodicamente così come un normale elettrodomestico, magari non con la frequenza di un premi agrumi, ma sicuramente è importante almeno una volta al mese di far fare un lavaggio a vuoto o magari con detersivi, o ancora con aceto e bicarbonato, per pulire gli ugelli e tutto il cesto ed i filtri dal calcare e da residui o peli.

Lavatrice

10. Lavare il tagliere con detersivo per piatti

Altro errore da non fare è lavare il tagliere con il detersivo per piatti, è sufficiente molto meno per lavarlo, basta del sapone marsiglia o saponi delicati, questo perché con il tempo tenderemo a rovinarlo con prodotti altamente sgrassanti, dato che rimuovono anche la patina protettiva dei legni.

Se poi non ci teniamo tanto, procediamo pure così.

Lavare, Piatti

Nicola Spisso
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta