Mirra proprietà


Che cos’e la Mirra? Quali sono le sue proprietà benefiche? Come utilizzarla per la bellezza e il benessere fisico-psichico del nostro corpo? Come utilizzarla in casa e in giardino? Quali sono gli effetti collaterali e le sue controindicazioni? 

Mirra



Cos’e la Mirra?

La Mirra è una resina aromatica, ricavata dalla corteccia della Commiphora myrra, un arbusto appartenente alla famiglia delle Burseraceae, molto diffuso nella penisola arabica e in molte regioni dell’Africa Nord-orientale.

Commiphora-Mirra

La resina è una sostanza naturale che possiede numerose proprietà utili per il benessere psico-fisico.

mirra-proprietà


Leggi anche: Centella asiatica proprietà

Nota come uno dei doni portati a Gesù bambino, dai Re Magi nel giorno dell’Epifania, la Mirra viene impiegata come resina, olio essenziale o fragranza.

Proprietà della Mirra

Questa sostanza resinosa svolge tante funzioni benefiche, infatti è utile per curare:

depressione, bronchite, asma, infezioni polmonari, raffreddore, infezioni del cavo orale, tonsillite, laringite e mal di gola, gengive infiammate, infezioni dell’apparato digerente, inappetenza, parassiti intestinali, stati di affaticamento psicofisico, foruncoli, ulcere, ferite e abrasioni in genere. Ha efficacia anche nel regolarizzare anche  regolarizzare il ciclo mestruale.

Inoltre, recenti studi condotti su animali attribuiscono alla mirra anche un’azione ipoglicemizzante e quindi la sua utilità nel regolarizzare il glucosio a livello ematico. Pare che stimoli l’incremento  della secrezione dell’insulina e l’incremento del contenuto di glicogeno a livello del fegato.
Tuttavia, prima di poter approvare simili applicazioni terapeutiche della mirra, bisogna eseguire ulteriori e più approfonditi studi.

Usi dell’olio di Mirra

Questo olio utilizzato fin dai tempi antichi dagli egiziani per profumare gli ambienti, preparare unguenti e imbalsamare i morti, oggigiorno è impiegato nell’industria non solo per la preparazione dei profumi, ma anche in tante applicazioni in campo farmacologico per le sue ben note proprietà calmanti, sedative e antistress. Viene consigliato soprattutto per combattere gli stati ansiosi, lo stress, le tensioni muscolari e ancora come antivirale, balsamico, mucolitico, sedativo della tosse e anche come antinfiammatorio della gola arrossata e  per promuovere la formazione di tessuto di granulazione, uno dei primi stadi della riparazione e della guarigione delle ferite.
Olio essenziale di Mirra


Potrebbe interessarti: Santoreggia proprietà

Usi dell’olio essenziale di Mirra in casa

L’olio essenziale di Mirra bruciato nell’apposito contenitore aiuta con il suo gradevole aroma a combattere lo stress, l’ansia, le tensioni muscolari.

5 gocce di olio di mirra poste nel brucia essenze agiscono come calmante, sul sistema nervoso;
bruciate a centrotavola durante le feste favoriscono la comunicazione e la conversazione a tavola anche tra i commensali più taciturni; profumano gradevolmente la casa.

Antivirale

I fumi liberati dall’olio essenziale di Mirra liberano l’aria dai virus e dai batteri.

Balsamico e antimucolitico

Gli oli essenziali di mirra sono antinfiammatori e balsamici, agiscono come espettoranti in casi di raffreddore e come decongestionanti delle vie aeree superiori.

Gargarismo alla Mirra per mal di gola e tosse

I Gargarismi preparati con l’olio essenziale di mirra e tintura madre di propoli sono efficaci contro il mal di gola, raffreddore e tosse stizzosa.

Come prepararlo

3 gocce di olio essenziale di mirra

10 gocce di tintura madre di propoli

1 bicchiere di acqua.

Diluire le gocce nell’acqua ed effettuare i gargarismi.

Mirra-usi

Uso della mirra in cosmesi

La Mirra viene largamente utilizzata per la preparazione di prodotti di bellezza per il corpo: sapone bagnoschiuma stimolante, balsamo rivitalizzante per il corpo e in polvere nella pasta dentifricia.

Usi della Mirra in giardino

I fumi liberati dalla mirra sono naturali repellenti contro le mosche e soprattutto le zanzare.

Effetti collaterali

In seguito all’utilizzo eccessivo della Mirra possono presentarsi nausea, vomito, diarrea, tachicardia e possibili reazioni allergiche.

Controindicazioni

Evitare l’uso di mirra in caso di gastriti, metrorragie, ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

L’utilizzo della mirra è controindicato anche in gravidanza e durante tutto il periodo dell’allattamento.

Curiosità

ll nome della pianta da cui si ricava, Commiphora myrra, probabilmente deriva da due parole greche ‘commi’ (gomma per imbalsamazione) and ‘phoros’ (che porta ). L’epiteto specifico fa significa amaro.

Galleria foto Mirra

LauraB

Commenti: Vedi tutto