Gambe stanche cura


Rimedi verdi per la cura delle gambe stanche e gonfie: mirtillo, ippocastano e vite rossa ecco come prevenire e curare questi sintomi prima dell’arrivo del gran caldo.
gambe-stanche-curaLe gambe sono le prime a soffrire il caldo con disturbi della circolazione che si manifestano con gonfiori, senso di pesantezza, formicolio, bruciore e crampi notturni. 

Prevenzione

Prevenire questi sintomi con rimedi naturali sfruttando i principi attivi e le proprietà di alcune erbe officinali la cui efficacia sotto forma di estratti, gemmoderivati e compresse è testata con miglioramenti del tono, elasticità delle pareti dei vasi venosi e dei capillari.
L’azione antiossidante dei principi contrastano la formazione e neutralizzano i radicali liberi che potrebbero danneggiare le pareti dei vasi sanguigni.

Erbe per gambe gonfie

Le erbe che prevengono e migliorano le teleangectasie (dilatazioni dei piccoli vasi come i capillari) e situazioni più complesse sono: il mirtillo nero, l’ippocastano e la vite rossa. 

Funzione del Mirtillo
Il mirtillo nero grazie all’elevato contenuto di antociani protegge e rende più permeabili i vasi sanguigni, riduce il gonfiore ed attenua il senso di pesantezza delle gambe.

Per migliorare la circolazione e combattere il gonfiore basta consumare 100 g di mirtilli freschi al giorno.
Oppure assumere 50 gocce di gemmoderivati diluite in acqua per 2 – 3 volte al giorno.

Funzioni dell’Ippocastano

Per le gambe che presentano uno stato di salute più compromesso (varici, edemi e cellulite,) risulta di maggiore efficacia l’azione dei principi attivi contenuti nel frutto dell’ippocastano, Aesculus hippocastanum. 
Per migliorare la salute delle ganbe si possono assumere estratti di ippocastano sotto forma di capsule, tintura madre o gemmoderivati.

Funzioni Vite rossa

Per aumentare la resistenza dei capillari e prevenire i disturbi circolatori che colpiscono le gambe la fitoterapia moderna si affida ai principi attivi della Vite rossa.
Molto efficaci  ed utili sono i composti, preparati in erboristeria, con le foglie di Vite rossa  associate all’azione astringente di mellioto o in caso di varici con l’amamelide.
Altrettanto efficaci sono la tintura madre e i gemmoderivati di questa pianta.


LauraB

Commenti: Vedi tutto