Un giardino eccentrico in stile kitsch


Colori, materiali di ogni tipo, statue, gnomi e fenicotteri. Lo stile kitsch è questo e molto di più. Ti lasceranno senza parole i dettagli e i complementi d’arredo necessari per trasformare il tuo giardino in un angolo kitsch. Vediamo come. 

giardino-kitsch-6


Con il termine kitsch andiamo ad indicare un determinato tipo di arredamento definito di “cattivo gusto”. Ma è davvero così? C’è chi non è d’accordo con questa definizione letterale e si fionda alla continua ricerca di pezzi di design bizzarri ed estrosi. Un’accozzaglia di colori e materiali diversi che trovano, in qualche modo, una certa sinergia. Si tratta di uno stile molto eccentrico, sicuramente allegro e pieno di identità. Allo stesso tempo è anche molto facile cadere in alcuni errori, che trasformerebbero il tuo angolo domestico, interno o esterno, in un’area confusa e disordinata.

Facilmente confondibile con un’accezione dispregiativa, il termine kitsch indica più precisamente tutto ciò che è vistoso e non passa inosservato. In verità è uno stile scelto sempre di più dagli amanti del design perché è privo di regole, di sovrastrutture e di precisione metodica. Per adottare questo stile ti basta essere creativo e allegro.


Leggi anche: Decorazioni in stile zen

Se immagini e desideri trasformare il tuo giardino in perfetto stile kitsch allora non ti resta che seguire questi consigli e ricorda che la parola d’ordine è osare. Avventuriamoci insieme in questo viaggio alla ricerca dei pezzi più vistosi per il tuo giardino.


Fenicotteri, che passione

Negli ultimi anni stanno spopolando in tutte le foto delle vacanze, padroneggiano fieri sulle mensole delle case più ricercate, sono i re delle piscine i gonfiabili rosa. La moda flamingo non si ferma a questo, arriva nel tuo giardino per restarci. Rosa, buffi e sornioni, devi solo scegliere l’angolo del tuo giardino che vuoi dedicare a questi amabili volatili.

In perfetto stile kitsch troverai fenicotteri di tutti i tipi, dalle statue più semplici a piccoli tavolini per il cocktail, ma anche sedie e dettagli da tavola. Un aperitivo in giardino si tinge di allegria con questi uccelli. Sono il must have per il riassetto del tuo giardino. Fenicottero, mon amour.

giardino-kitsch-5

Gli intramontabili nani da giardino

Se pensiamo ad un giardino kitsch la prima cosa che ci viene in mente è il celebre nano da giardino. Questi piccoli gnomi dal cappello rosso sono famosi per essere l’emblema di uno stile tanto appariscente quanto giocoso. Se ne restano lì, con le loro guance rosse. Se vuoi un ‘idea più originale puoi scegliere di unire l’utile al dilettevole, optando per un set di nani che fungano da sgabelli e tavolini. Sicuramente questa idea incarna alla perfezione l’anima dello stile kitsch, stupendo tutti i tuoi ospiti.

giardino-kitsch-1

Cactus, ananas e colori

Per ricreare un giardino perfettamente kitsch non possono mancare colori accesi e vivaci. Il verde e il giallo, abbinati in contrasto con il rosa e il fuxia , seppur apparentemente in discromia, sono invece la tavolozza perfetta per questo stile. Si abbondi, dunque, di dettagli in questi colori. Bicchieri a forma di ananas, cactus per decorare il tutto e rigorosamente in plastica rigida, che è il materiale più amato dai fan di questo stile.

giardino-kitsch-12

La nostra idea in più è la lampada al neon a forma di cactus. Questo oggetto non è solo perfettamente in tema, ma sarà molto utile ad illuminare il giardino verso sera. Scegli lampade in questo stile, di tutte le forme e i colori e accostale tra di loro per creare l’atmosfera da sogno d’una notte di mezza estate, non sbaglierai.

giardino-kitsch-9

Guarda come dondolo

Nel tuo giardino kitsch non possono mancare le vistose sedie. Puoi optare per sedute di vario genere, l’importante è che rispondano alla legge fondamentale del kitsch: tutto è concesso.

giardino-kitsch-2

Se ami il restauro, puoi recuperare una vecchia sedia a dondolo e colorarla a piacimento, con colori in contrasto e motivi floreali. Allo stesso modo puoi recuperare dei vecchi pallet, creare dei divani e arricchirli con i cuscini più stravaganti che riesci a trovare e qualche dettaglio inaspettato, come bambole e peluche.

Se non vuoi rinunciare ad una seduta rilassante, la poltroncina amaca è quello che fa per te. Nei negozi di arredamento ne trovi di diversi modelli, ma potrai metterci del tuo foderando i cuscini con stoffe esotiche per richiamare anche il protagonista del tuo giardino, il fenicottero.

giardino-kitsch-4

Pouf arcobaleno

Il tuo giardino è la meta preferita di amici per organizzare eventi e feste con gli amici? In questo caso ti serviranno tanti punti di appoggio. Per restare in tema kitsch ti consigliamo di optare per una serie di divanetti e pouf multicolor, dalle forme meno usuali.

giardino-kitsch-7

Un arcobaleno di colori si frastaglia nel tuo giardino nelle sere d’estate. Un’idea di riciclo per avvicinarsi a questa proposta è costruire con degli pneumatici i tuoi pouf. Scopri Come riciclare pneumatici. I tuoi ospiti ne saranno estasiati.

Vasi equestri

Dopo i fenicotteri e gli gnomi, non possono mancare i cavalli fuxia. Questa idea super kitsch è totalmente fai da te. Ti basterà recuperare dei vecchi giocattoli a forma di cavallo, forarli nel mezzo e dipingerli con la vernice spray. Inserisci nel foro una piccola pianta succulenta ed il gioco è fatto.

giardino-kitsch-8

Se non hai dei vecchi cavalli di plastica non preoccuparti, anche dinosauri blu, ippopotami arancioni ed elefanti rossi andranno benissimo.

Il tappeto m’ama, non m’ama

La nostra ultima proposta per trasformare un giardino in stile kitsch è il tappeto dalla forma di margherita. Tra tanti fiori veri ecco farsi strada questi finti. Emanano molta allegria e sono obbligatori se nel tuo giardino è presente anche una piscina, saranno molto utili. Sceglierlo in materiale adatto all’esterno cosi da resistere a lungo.

giardino-kitsch-3

Giardino kitsch: galleria fotografica

Ti ha sorpreso con quanta facilità si può ricreare un magico giardino kitsch? Queste idee sono solo una base da cui partire, non ti resta che sbizzarrirti e trovare altri modi interessanti di collocare oggetti in disuso, complementi d’arredo troppo stravaganti e perché no, qualche pezzo fai da te.

Clelia Ragosta

Commenti: Vedi tutto