Soggiorno: come arredare in stile anni ’70

Come arredare il soggiorno in stile anni ’70? Dalla scelta dei rivestimenti, alla selezione dei mobili di ispirazione Seventies, fino all’individuazione delle fantasie e dei colori più adatti al living. Ecco come fare.

mobili-anni-70-da-avere-in-casa (14)

È stato il decennio storico più controverso di sempre, eppure gli anni ’70 continuano ad affascinare per quell’incredibile voglia di libertà e di rottura con gli schemi del passato.

Arredare il soggiorno con lo spirito dei favolosi Seventies non è facile. Anzi, si dimostra piuttosto arduo, perché ad essere cambiata non è soltanto la moda, ma anche il modo di vivere il living.

Tuttavia, se vuoi replicare questa tendenza vintage in casa tua, hai davanti a te una sfida interessante ma non impossibile da vincere. Il tuo scopo sarà quello di integrare alcune delle tendenze più caratterizzanti di quegli anni in un ambiente moderno e funzionale.


Leggi anche: Scrivanie IKEA e mobili ufficio: arredare casa con stile

Se ti stai chiedendo come fare, te lo suggeriamo noi: ecco come arredare il soggiorno in stile anni ’70.

mobili-anni-70-da-avere-in-casa (10)

La scelta dei rivestimenti

Negli anni ’70 non era insolito vestire la casa con colori accesi e fantasie esuberanti. Bisogna considerare che le mode dell’epoca proponevano una vera e propria rottura nei confronti del passato, caratterizzato da geometrie rigorose e colori neutri. Negli anni ’60 iniziavano timidamente a farsi largo i primi accenni di cambiamento, ma sarà soltanto nel decennio successivo che tutto questo diventerà la norma.

I rivestimenti di pareti e pavimento conquistano un ruolo centrale nell’arredamento del living, che assume un’accezione differente dal passato: non più il classico salotto da esposizione, ma un ambiente da vivere 365 giorni l’anno. Insomma, il soggiorno diventa il cuore pulsante della casa, un luogo dove poter guardare la televisione o dove poter ascoltare la musica in vinile.

Come-scegliere-la-moquette-06

Arredare un soggiorno in stile anni ’70 significa portare un po’ di quell’atmosfera innovatrice in casa, facendo sempre attenzione a non esagerare: mai perdere di vista il fatto che non siamo più negli anni ’70!

Dunque, se decidi di adottare i rivestimenti per le pareti (carta da parati optical, pannelli di legno, pietra e mattoncini) dovrai neutralizzare l’effetto too much con un pavimento più moderno. Viceversa, se scegli un rivestimento per il pavimento (per esempio la moquette), dovrai puntare su pareti luminose e monocolore.

Il parquet è la scelta più sicura, ma chi lo desidera può optare anche per un pavimento piastrellato in stile anni ’70. La graniglia di marmo è stata uno dei must delle case dell’epoca, ma se non è nelle tue corde puoi anche optare per una piastrella in formato maxi, abbellita da una decorazione geometrica con colori a contrasto.


Potrebbe interessarti: Microcemento: pavimenti e rivestimenti per tutta la casa

mobili-anni-70-da-avere-in-casa (5)

Divani e poltrone vintage

Quale tipo di divano scegliere per il soggiorno anni ’70? Su questo punto hai davvero carta bianca! Ne esistono di infinite forme e varietà, da quelli in pelle e in colori fluo, a quelli più classici e con linee morbide. Schienale basso, forme arrotondate e privi di gambe: i divani anni ’70 poggiano direttamente su un grande tappeto a pelo lungo, oppure con fantasie optical coloratissime.

Anche le poltrone presentano uno schienale ampio e avvolgente, che continua nella linea dei braccioli e della seduta di forma concava. La chaise longue Wink di Cassina e la Ball Chair di Eero Aarnio hanno segnato il decennio, ma sono ancora oggi considerate delle icone del design.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Per quanto riguarda i materiali prediligi il cuoio, i tessuti in ecopelle colorati ma anche il velluto in toni scuri, una tendenza sempre attuale. Negli anni ’70 fanno la loro comparsa anche i materiali plastici, come la vetroresina e il plexiglas. Sceglili per le sedie della tavola da pranzo, o per la poltrona a sfera (Bubble Chair) sulla quale potrai lasciarti dondolare comodamente.

soggiorno-anni-70 (5)

Gli arredi must have

Ci sono alcuni arredi che, già da soli, riescono a ricreare un’atmosfera vintage, in pieno stile anni ’70. Si tratta di arredi tipici di quest’epoca, mobili che hanno fatto il loro ingresso in casa proprio in questo decennio, particolarmente prolifico dal punto di vista dell’arte e del design.

Tra gli arredi must have per il soggiorno non possono mancare i tavolini bassi da soggiorno, in materiale plastico oppure in metallo. Le forme geometriche hanno la priorità assoluta, ma non è raro trovare anche forme piuttosto bizzarre e fuori dagli schemi.

Subito dopo si trovano i mobili bassi e lineari in legno massello, adatti alla televisione e al giradischi. I ripiani a giorno, stipati di libri e vinili a vista, sono un must dell’arredamento vintage. Infine la libreria string, con struttura in metallo bronzato e ripiani trasparenti, spesso chiusi da ante lucide e colorate.

Il tocco di classe è il mobile da bar, collocato in un angolo ben in vista. Prediligilo in legno scuro, con superfici laccate e ante minimal, abbellite da motivi astratti e geometrici a contrasto.

soggiorno-anni-70 (8)

Colori e fantasie optical

Nello stile anni ’70 i colori sono decisamente protagonisti del living. Le tinte calde e vivaci rallegrano l’ambiente e rendono l’atmosfera variegata. Pareti, tessuti e tappeti non conoscono mezze misure: le tonalità più indicate sono i colori della terra, declinati in versione pop.

Gli accostamenti più audaci sono da riservare alle pareti, nell’impiego della carta da parati con motivi geometrici ripetuti e colorati. Giallo, arancione, marrone e rosso sono i colori più utilizzati, insieme al blu navy e a tutte le sfumature del verde.

Per evitare di appesantire l’ambiente, punta a valorizzare una sola parete con una carta da parati optical,  richiamando la stessa tipologia di decoro per i cuscini del divano o per il tappeto. Un’altra fantasia molto utilizzata è quella jungle -tra l’altro, una tendenza di moda negli ultimi tempi – che fa fiorire le pareti di fiori esotici e colorati, misti a una giungla di foglie intricate.

Per le restanti pareti, invece, utilizza colori caldi e luminosi, come il color vaniglia o il giallo crema. Anche il bianco è una scelta vincente: in abbinamento con il nero conferirà all’ambiente un’atmosfera vintage molto raffinata.

soggiorno-anni-70 (2)

La luce giusta

In un ambiente così ricco di colori intensi e accostamenti audaci, la luce assume un compito importantissimo. Privilegia un lampadario a sospensione con vari elementi pendenti, posti a diverse altezze. Molto indicate anche le plafoniere, ideali per i soffitti bassi e non molto ampi.

Per le altre fonti luminose opta per una classica lampada da tavolo con paralume in stoffa, oppure per una piantana ad arco, ma con un paralume in metallo cromato. Quest’ultima sarà perfetta per illuminare l’angolo da lettura, risultando decorativa ma discreta ed essenziale.

soggiorno-anni-70 (6)

Soggiorno anni ’70: immagini e foto

Dai uno sguardo alle immagini della galleria: qui troverai tantissimi altri spunti per arredare il soggiorno in stile anni ’70!

 

Patrizia D'amora
  • Laurea in Giornalismo e Cultura editoriale
  • Autore specializzato in Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.