Scarpiere moderne

Scarpiere moderne per organizzare al meglio le proprie scarpe, ma anche per proteggere la propria casa dagli agenti esterni. Mobili di design e funzionali, consigli ed idee.

scarpiere-moderne-3

In Italia si tratta di un’abitudine relativamente recente, ma in molti paesi europei e non solo c’è da sempre l’abitudine di togliere le scarpe appena si varca la soglia del proprio appartamento. Questo serve non solo a preservare la pulizia dei pavimenti, ma anche a lasciare fuori dalla porta di casa tutti gli agenti esterni, tra cui germi e batteri, che vivono sotto la suola delle scarpe. Sapevi che possono essere fino a 400mila?

La soluzione ideale sarebbe collocare un mobile contenitore già all’ingresso, in modo tale da invogliare anche eventuali ospiti a sfilarsi subito le calzature. Ne consegue che, per non lasciarle in bella vista ovvero creare un’area deposito che è non solo antiestetica ma anche poco igienica sarà opportuno acquistare una scarpiera.


Leggi anche: Arredare con piante: foto, idee e consigli

Al giorno d’oggi in commercio se ne trovano davvero di tanti tipi, adatte a stili molto diversi tra loro ed anche di dimensioni assai variabili. Prima di procedere con l’acquisto, ci sono una serie di fattori da valutare, non ultimo il proprio gusto personale.

Con le giuste accortezza, la scarpiera potrà diventare un vero e proprio elemento di design e addirittura il pezzo d’arredo principale della stanza in cui è collocata. Ciò può avvenire quando il mobile in questione è all’ingresso oppure nell’open space, va da sé che nel caso in cui si decida di posizionarla in bagno oppure nella cabina armadio si potrà puntare più sulla praticità in modo da avere anche un risparmio economico.

Una soluzione tra le più moderne è quella della prossima foto, quella in cui la scarpiera è integrata con altri mobili tra cui certamente uno specchio, un appendiabiti e se lo spazio lo consente anche un armadio, per arredare l’ingresso in modo innovativo ed originale. Qualora non sia questo lo stile ricercato, basterà giocare con i complementi d’arredo, magari aggiungendo anche una lampada e un pouf oppure una poltroncina.

Scarpiere moderne

Dove posizionare la scarpiera

La prima cosa da valutare quando si sceglie di acquistare una scarpiera è in quale stanza della casa collocarla. Sarà prioritario valutare bene il miglior connubio tra resa estetica e funzionalità e anche definire bene lo spazio a disposizione.


Potrebbe interessarti: Segnaposti natalizi: 40 idee fai da te

Abbiamo già avuto modo di accennare che la posizione ideale sarebbe all’ingresso. Per questo motivo quasi mai si sceglie una classica scarpiera con ante a ribalta, ma piuttosto si tende a ricercare qualcosa di più elaborato e perfino di design.

Per un soggiorno, ma anche una zona living in cui quest’ultimo convive con la cucina, saranno indicate sia le scarpiere con ante, così che sembrino dei veri e proprio armadi e tendano a confondersi col resto del mobilio, sia quelle sospese. In effetti, molto dipende proprio dalla superficie a disposizione.

Gli armadi contenitori sono alti ed ingombranti, viceversa le scarpiere sospese esistono anche in versione SLIM ovvero con profondità ridotta. All’ingresso saranno davvero perfette e creeranno anche un valido piano d’appoggio per un utile svuotatasche. In abbinamento, uno specchio per darsi un ultimo sguardo prima di uscire.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Ovviamente la scarpiera all’ingresso non deve essere per forza di grandi dimensioni, anzi non è necessario che contenga tutte le scarpe di cui disponi. In tal senso, se hai la fortuna di possedere una cabina armadio, anche se non grandissima, potrai posizionare qui una seconda scarpiera dove conservare tutte le tue calzature unitamente ai prodotti destinati alla loro cura.

Ancora, un ultimo ambiente da considerare è il bagno. A differenza del resto della casa, quasi sempre i rivestimenti scelti per il bagno sono facilmente lavabili, quindi calzare le scarpe in questa stanza della casa non costituirà un grosso problema.

scarpiere-moderne-1

Diverse tipologie di scarpiera

La variabile principale che contraddistingue le diverse tipologie di scarpiera sono le ante. Queste possono essere battenti, a ribalta, scorrevoli o a serrandina. Queste ultime sono forse le meno aggraziate, ma certamente adatte ad ambienti in stile industriale.

Quello che è certo è che sono molto pratiche poiché non necessitano di spazio per l’apertura. Ne consegue che saranno la scelta giusta nel caso di ambienti lunghi e stretti come ad esempio un corridoio oppure un sottoscala.

Una volta fatta questa scelta, sarà possibile passare a quella delle finiture. Colori e materiali sono praticamente infiniti e la decisione finale dipenderà solo dal budget di cui si dispone. Al giorno d’oggi scarpiere moderne si trovano in vendita anche nella grande distribuzione, da IKEA a Mondo Convenienza.

Un elemento d’arredo che di certo non passerà inosservato sarà una scarpiera con ante a specchio. Scegliendo questa versione avrai due elementi in uno e non dimenticare il potere ingrandente delle superfici specchiate. In un ingresso piccolo, una scarpiera di questo tipo sarà certamente piacevole da vedere.

Infine, una soluzione di gran moda sono le rastrelliere. Anche in questo caso ne esistono di molte tipologie, a seconda dei ripiani e dei materiali. Il loro vantaggio principale è senza dubbio la versatilità che le rende adatte ad ambienti di stili molto diversi tra loro. Nella prossima foto un esempio di panca con scarpiera moderna.

scarpiere-moderne-14

Scarpiere moderne: immagini e foto

Non perdere questa ricca gallery fotografica, tante immagini di scarpiere moderne che coniugano al meglio estetica e funzionalità, qualunque sia la stanza in cui sceglierai di posizionarla.

Maria Chiara Barsanti
  • Laurea in Relazioni Internazionali
  • Esperta in Digital Marketing e Comunicazione
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle
Suggerisci una modifica