Sala da pranzo in stile Mid-Century: trucchi e consigli

Ilaria Rita Iannone
  • Dott. in lettere moderne e magistrale in filologia moderna

Vuoi arredare la sala da pranzo in stile Mid-Century? Non sai quali complementi d’arredo scegliere? Ecco una guida pratica e veloce, con idee e suggerimenti per una riuscita assicurata!

sala-pranzo-mid-century-9

Se sei atterrato su questa guida è perché sei affascinato dalle atmosfere delle case arredate in stile Mid-Century. Bene, ma cos’è nello specifico? Si tratta di una corrente d’arredamento, nello specifico di quella presente nelle case americane tra gli anni ’50 e ’60. Siamo nel dopoguerra, negli anni del boom economico e le persone hanno voglia di emergere, rinascere e vivere la vita al meglio.

Come declinare questi desideri nell’ambiente domestico? Arredando la casa con i colori che la rendano accogliente, rilassante ma allo stesso tempo vivace, e scegliendo un mobilio che ben si addica alla voglia di aggregazione e benessere che all’epoca aleggiava nell’aria.

I mobili, dunque, erano pochi ma di un’eleganza definita: linee pulite, angoli stondati, superfici lisce e senza intagli. I materiali selezionati per questa tipologia di mobilio erano soprattutto il legno – lasciato quasi sempre al naturale – o il metallo e la vetroresina.

La filosofia minimalista, allora in auge, invitava a disporre negli spazi pochi pezzi e collocare – laddove possibile – delle piante, che riportassero un po’ di verde negli ambienti chiusi.

E quel tocco di vivacità di cui stavamo parlando? È dato, sorprendentemente, dai tessili! Tappeti a fantasie geometriche, cuscini in pendant con i tendaggi e decorazioni colorate davano un tocco di allegria e completezza alle stanze. Come riportare tutto questo nella sala da pranzo? Ecco una guida utile con consigli pratici.

sala-pranzo-mid-century-6

I colori da usare

Il ventaglio dei colori da usare è vastissimo. Vi è, però, una precisazione da fare. Le tonalità scelte dovranno essere divise in due gruppi: il primo è quello riservato ai colori neutri, che faranno da base alla stanza e il secondo è riservato ai tocchi di colore, che la personalizzeranno e daranno il tocco finale.

La palette dei neutri va dal bianco, al tortora, al sabbia, al beige, all’avorio per finire nel legno dei mobili – preferibilmente con un finish naturale.

Le tonalità da poter usare per il secondo gruppo sono, come accennato in precedenza, il verde, l’oro, il mostarda, l’arancio, l’azzurro e il giallo. Mixare queste due macro categorie farà sì che la stanza risulti bilanciata e accogliente.

sala-pranzo-mid-century-10

I mobili da scegliere: la credenza

In ogni sala da pranzo che si rispetti vi sono una serie di mobili imprescindibili: la credenza, il tavolo con sedie annesse, una libreria o delle mensole.

Quale modello scegliere? Iniziamo dalla credenza. Sicuramente è da scegliere in legno, preferibilmente un mobile basso, che si possa sfruttare per diversi usi; può fungere da mobile tv, mobile bar, credenza appunto, ma anche come consolle.

sala-pranzo-mid-century-1

Grande protagonista: il tavolo da pranzo

Il tavolo da pranzo è sicuramente il complemento d’arredo che, occupando più spazio, ha un ruolo principale, ma anche perché è il mobile più utilizzato da tutti i componenti della famiglia. In questo stile si trovano tanti modelli di tavolo, ma quelli più iconici sono i tavoli rotondi o quelli ovali con quattro sedute.

In alternativa si può optare per una forma più canonica, con un bel tavolo rettangolare dalle gambe stondate. Sembrerà un dettaglio inutile, ma sono proprio queste forme prive di spigoli a fare la differenza nell’arredamento Mid-Century!

sala-pranzo-mid-century-3

Librerie o mensole: da avere assolutamente

Anche per le librerie vi sono diversi modelli tra cui scegliere. In linea generale, a cavallo tra gli anni ’50 e ’60, erano preferite quelle abbastanza sottili o comunque quelle che non occupavano mai tutta la parete.

Scegliete, quindi, una tipologia di libreria che sia quanto più fedele possibile ai dettami originali di questo stile e riempitela con altri oggetti – magari di design – oltre che con i libri.

Se non si ha spazio per una libreria, si può optare per un sistema di mensole che richiamino il sapore di una libreria, senza rinunciare a volumi indispensabili per altri complementi più necessari.

sala-pranzo-mid-century-7

Tappeti, piante e quadri

Una volta definiti i mobili essenziali da avere in una stanza da pranzo, è ora di dedicarsi ai tessili e alle decorazioni. I tappeti dovranno essere colorati, con motivi geometrici e con forme bizzarre.

I colori da scegliere sono brillanti, e anche gli abbinamenti da fare sono in contrasto con i toni neutri della stanza e dei divani. I quadri più adatti, invece, sono sicuramente in stile Pop Art o, comunque, d’arte moderna.

Sia per i soggetti che per le cornici il discorso dei colori è lo stesso: osare sempre. Le piante saranno da collocare in prossimità delle finestre e dei divani per armonizzare l’ambiente. Occhio ai vasi di ceramica: dovranno essere sempre in pendant con gli altri ornamenti super colorati.

sala-pranzo-mid-century-13

Tips

Raccomandiamo di personalizzare e attualizzare gli ambienti per non incorrere in un brutto effetto démodé – che è molto facile creare quando si parla di mobili vintage.

sala-pranzo-mid-century-8

Sala da pranzo in stile Mid-Century: immagini e foto

In questa galleria abbiamo raccolto tante altre immagini, per ispirarti nell’arredamento della tua sala da pranzo dal look vintage: dai uno sguardo!