Riscaldamento ad aria: cos’è, come funziona, i vantaggi

Riscaldamento ad aria: cos’è e come funziona: perché scegliere il riscaldamento ad aria per la tua casa, quali sono i vantaggi ed, eventualmente, gli svantaggi di una scelta simile e quali sono i principi e le esigenze alle quali dovresti adeguarti nella scelta.

Riscaldamento

L’impianto di riscaldamento di una casa è un elemento importantissimo per qualunque abitazione. Ne esistono di diversi tipi, ognuno con le sue particolarità, i vantaggi e gli svantaggi e ognuno adatto ad esigenze diverse di riscaldamento, legate all’ambiente, allo spazio disponibile, a quanto è necessario usare il riscaldamento, quindi al clima, e anche al risparmio, sia a breve che a lungo termine, il primo legato ai costi di installazione dell’impianto, il secondo ai consumi.

Se hai la possibilità di scegliere per quale impianto di riscaldamento optare nella tua casa, ecco per te un articolo esaustivo sul tema riscaldamento ad aria. Non ultimo, dovresti considerare anche l’impatto che il tuo impianto di riscaldamento avrà sull’ambiente, un tema ormai molto discusso e importantissimo, anche per ottenere eventuali sgravi fiscali, non soltanto per proteggere dall’inquinamento il nostro pianeta.


Leggi anche: Piano cucina in quarzo: come pulire, pro e contro, prezzi

Un’analisi efficace di costi e benefici è essenziale, prima di procedere all’installazione del sistema di riscaldamento della tua casa, e sui costi – come sui benefici – incidono anche le fonti di energia utilizzate dal tuo impianto, che oggi possono essere legna, pellet, energia rinnovabile, gas, aria e molte altre.

Molto importante è considerare anche la presenza di eventuali spifferi e il ricircolo dell’aria, perché oltre a influenzare il tipo di impianto da scegliere, incide particolarmente sui consumi e sull’impatto ambientale.

Riscaldamento ad aria: cos’è, come funziona, i vantaggi

Il riscaldamento ad aria con pompa di calore

Il riscaldamento ad aria con pompa di calore può essere un’ottima alternativa alla caldaia a condensazione, molto utilizzata oggi, al posto dei tradizionali modelli di caldaia a gas, dispendiosi, poco efficienti e, per giunta, inquinanti. Il riscaldamento ad aria con pompa di calore ha come fonte primaria di energia l’aria esterna, che sarà trasformata in calore dal sistema che poi la distribuisce all’interno della tua casa.

riscaldamento-ad-aria-001

Com’è fatto un sistema di riscaldamento ad aria?

L’impianto di riscaldamento ad aria con pompa di calore è dotato di una pompa di calore, appunto, a compressione elettrica associata a diversi terminali, i classici split, collocati all’interno dell’abitazione. Questo è il modello classico, ma vi sono tipologie di impianti di riscaldamento ad aria più moderni e funzionali, benché molto più costosi, con pompe di calore ad assorbimento a gas.

Il riscaldamento ad aria ti permette di riscaldare gli ambienti senza l’utilizzo di termosifoni, si tratta di un tipo di riscaldamento dalle caratteristiche poco inquinanti e che riesce a scaldare le stanze in maniera omogenea.


Potrebbe interessarti: Riscaldamento a pavimento

riscaldamento-ad-aria-00

Come si installa un sistema di riscaldamento ad aria?

Si tratta di un impianto molto semplice da installare, usato sia per il riscaldamento durante i mesi invernali che per il raffrescamento durante i mesi più caldi. L’installazione della pompa di calore è molto semplice, bisogna soltanto scegliere come posizionarla all’esterno dell’abitazione, rispettando eventuali vincoli storico-artistici, se la tua casa si trova in un centro storico, per esempio, o ambientale.

Heating, House


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Per quali ambienti è adatto il riscaldamento ad aria?

Il riscaldamento ad aria, sfruttando l’aria esterna, risulta essere molto più compatibile con ambienti dal clima temperato. Laddove le temperature raggiungono lo zero o scendono al di sotto, invece, è consigliabile utilizzare un sistema più performante per quanto riguarda il calore e magari sfruttare il riscaldamento ad aria come sistema aggiuntivo di calore. Questo perché essendo l’aria esterna più fredda, ci vorrà molta più energia per scaldarla e la pompa di calore consumerà molto di più.

Heating, House

Vantaggi del sistema di riscaldamento ad aria

Tra gli innegabili vantaggi del sistema di riscaldamento ad aria c’è sicuramente la sua ecosostenibilità: la fonte di calore, infatti, è l’aria esterna. Anche dal punto di vista dei consumi, dunque, il sistema di riscaldamento ad aria risulta essere vantaggioso, non dovendo acquistare fonti di energia.

L’altro vantaggio è che questo tipo di riscaldamento riesce a scaldare in maniera più veloce e omogenea la casa, a patto che gli ambienti non siano troppo grandi. Considera quindi anche l’idea di utilizzarlo solo per alcuni ambienti, magari quelli in cui trascorri più tempo. Il sistema di riscaldamento ad aria può essere collegato al tuo sistema fotovoltaico. Inoltre, ultimo e grandissimo vantaggio, può essere installato sfruttando il Superbonus 110%, a patto che l’immobile aumenti di due livelli la sua classe energetica o di uno, se si trova già al penultimo livello.

Heating, House

Riscaldamento ad aria: i costi per l’installazione

I costi per l’installazione di un impianto di riscaldamento ad aria oscillano dai i 300 euro circa e gli 800 euro circa, a seconda della complessità del sistema. Si tratta quindi di costi abbastanza contenuti.

Heating, House

Riscaldamento ad aria: immagini e foto

Dopo aver visto nella nostra mini-guida che cos’è il riscaldamento ad aria, quali sono i vantaggi, come installarlo, quali sono gli ambienti più adatti, costi d’installazione e risparmio energetico, ecco per te alcune immagini.