Progettare la cabina armadio: guida e consigli


La cabina armadio è uno spazio amato da tutti ma allo stesso tempo molto controverso e difficile da gestire ed organizzare. Spogliatoio ideale, sfruttabile al massimo con  tutti gli accessori: appendiabiti, mensole, cassetti, cassettoni, porta cravatte, porta pantaloni, ripiani vari con mensole portaoggetti, vani aperti o chiusi da portali e sistemi di illuminazione e di areazione.

progettare-cabina-armadio-guida-consigli-15

Bisogna fare attenzione a diversi aspetti prima di strutturare una cabina armadio, ma le soluzioni ci sono per tutte le casistiche, dimensioni della casa e altre problematiche, le spiegheremo insieme in questo articolo!


Cabina armadio: chiusa, aperta e polvere

Il primo pensiero riguardo la progettazione della cabina armadio è quello di creare un ambiente abbastanza grande da essere comodo e spazioso, ma allo stesso tempo questo ambiente dovrà essere ben isolato, asettico e gestito in maniera da non creare flussi o vortici d’aria che potrebbero riempire di polvere tutto perdendo la funzione principe di questo vano, ovvero quello di fungere da armadio per conservare bene i propri capi.

Già questa idea inizia a delimitare meglio i campi di applicazione, ovvero:

  • per una cabina armadio aperta, disposta magari dietro al letto e separata solo da una parete, servono all’interno dei veri e propri scomparti chiusi, armadi o ante in legno o vetro, che consentono di proteggere i capi dalla polvere.
  • Altra soluzione è la cabina armadio chiusa, consigliata di ampiezza non eccessiva se i capi non sono protetti da ulteriori ante all’interno, giusto 60/80 cm di passaggio persona e 60/80 cm di profondità per gli abiti.

progettare-cabina-armadio-guida-consigli-2

Misure minime per la cabina armadio

Come già accennato, riguardo le misure dobbiamo considerare due fattori, lo spazio di passaggio e lo spazio di profondità per i nostri capi. Il minimo indispensabile per il passaggio è lo spazio utile che vi consente di spostarvi senza essere di lato e questo avviene solo se avete un corridoio di circa 80cm di larghezza.

Lo stesso vale per i vestiti, per cui a partire da 1,60 cm riusciamo ad avere la profondità giusta per una cabina armadio. Se proprio non disponiamo di spazio possiamo sacrificare qualcosa e passare dagli 80cm ai 60cm per il passaggio e gli abiti, ma poi inizia a diventare anche un pò scomodo l’uso.

Riguardo invece la lunghezza della cabina armadio, più riusciamo ad avere in termini di spazio e più saremo contenti del nostro nuovo ambiente, di solito si va da parete a parete, per cui non si tratta di una vera e propria scelta ma possiamo organizzare le disposizioni nei lati corti per creare spazi aggiuntivi utili.

progettare-cabina-armadio-guida-consigli-7

Materiali utilizzati per la cabina armadio

La cabina armadio è uno spazio aggiuntivo molto versatile, così come i materiali utilizzati per realizzarla. Possiamo procedere con pareti divisorie in cartongesso, in muratura, in legno, vetro e plastica.

Cabine armadio a scomparsa

In fondo si tratta solo di dover separare un ambiente e dividerlo, con il cartongesso o muratura, realizzeremo un nuovo ambiente completamente distinto, visivamente e concettualmente separato.

Possiamo integrare questi ambienti con comode porte scorrevoli, magari accessoriata con specchio o realizzate interamente a specchio, così da avere anche un comodo accessorio che conferisce luminosità, profondità ed è ovviamente utile.

progettare-cabina-armadio-guida-consigli-11

Cabine armadio a vista

Oggi però stanno nascendo nuovi orientamenti che cercano di snellire l’effetto chiusura e separazione tra la camera da letto e la cabina armadio, tanto da utilizzare materiali con trasparenze e possibilità di percepire un collegamento visivo con lo spazio oltre la parete.

Si può usare a tale scopo il plexiglass opaco, vetri opachi, o altre tipologie di separatori che lasciano trasparire in minima parte quello che c’è oltre.

Altre cabine armadio invece, montate a cavallo del letto, diventano veri e propri separatori d’ambiente, chiusi come un armadio ma non a tutta altezza, così da far percepire l’ampiezza totale degli spazi.

progettare-cabina-armadio-guida-consigli-8

Arredo per le cabine armadio

Una volta questa era una delle cose più complesse da gestire, trovare l’arredo adatto per gestire al meglio la cabina armadio.

Oggi grazie alla gestione modulare in stile IKEA, riusciamo a trovare moduli combinabili delle misure adatte senza troppi problemi.

Vi ricordo che tra gli spazi utili, oltre alle semplici mensole, ci debba essere l’area appendi abiti ad un livello o due livelli di altezze, i cassetti per gioielli e abbigliamento e altri spazi funzionali per scarpe e accessori. I moduli li gestirete in base al vostro carico di vestiti che solo voi potete conoscere meglio di tutti.

progettare-cabina-armadio-guida-consigli-1

Cabina armadio triangolare per spazi ridotti

Se non disponiamo di ampi spazi per creare la cabina armadio, esistono numerose soluzioni che aiutano a rimediare al problema, una delle quali è sicuramente la realizzazione di pareti diagonali di chiusura, che ci consentono di sfruttare spazi triangolari di angoli anonimi o non sfruttati della casa.

Il costo della costruzione di un divisorio con ante realizzabile anche in un solo giorno di lavoro, non è eccessivo, dobbiamo però valutare bene le misure e gli spazi che un’area triangolare riesce ad offrire.

Cabina armadio triangolare con mensole laterali

Ed è qui che entra in gioco il genio architettonico di chi è del mestiere o ha studiato la problematica. Una delle possibili soluzioni per rendere più comodi gli spazi triangolari per la cabina armadio è quella di sfruttare gli angoli per creare spazi mensola per scarpe e accessori e piccoli oggetti.

Solo la parte centrale sarà dedicata ai capi di abbigliamento e prodotti più ingombranti.

Cabina armadio triangolare con angolo estruso e capiente

Altra soluzione per gestire una cabina armadio triangolare e renderla comoda anche in prossimità degli spigoli è quello di non tagliare perfettamente l’angolo a punta per intenderci, bensì estrudere quell’angolo e recuperare dei centimetri di spessore e spazio ai lati ad angolo.

Il passaggio da una punta ad un ulteriore lato, che sia anche di 30 cm o 50 cm, renderà l’interno scomparto molto più comodo e utile da utilizzare.

La bellezza di questa operazione risiede nel fatto che la cabina armadio, potendola realizzare a piena parete su misura, qualsiasi sarà la forma che le daremo, non si noterà in quanto la forma sembrerà una semplice estensione degli spazi delle pareti e non un armadio ingombrante disposto sotto ad un muro.

cabina armadio

Illuminare la cabina armadio

Potrebbe sembrare un punto poco fondamentale di tutto il discorso, invece è quello principe che vi farà dire sì o no al risultato finale di ciò che avete realizzato.

Una cabina armadio è una vera e propria stanza, ha però dei limiti di spazio e luce, questo fa si che la maggior parte delle volte gli ambienti sono così cupi e scomodi che oltre a perdere la vista ci si perde anche il gusto di averla una cabina armadio di questo tipo.

Il problema è facilmente risolvibile inserendo adeguate luci sia a soffitto che in prossimità degli scomparti.

Il mio consiglio per questo ambiente stretto è quello di utilizzare luci potenti LED che fissate al soffitto, magari dalla forma già rettangolare, riescono a distribuire meglio la luce in tutto lo spazio solitamente stretto e lungo.

Più luce avete e più vi godrete la vostra cabina armadio!

progettare-cabina-armadio-guida-consigli-23

Riferimenti veloci sulle cabine armadio

Le cabine armadio sono soluzioni funzionali, pratiche ed intelligenti per arredare in maniera ordinata camere grandi e piccole. Le versioni sono tante, adatte a tutte le esigenze, realizzabili anche su misura da veri e propri professionisti dell’arredo.

Cabina armadio  triangolare

La cabina armadio triangolare è con angoli di 90 gradi e porte scorrevoli, soluzione ideale per camere non troppo grandi; va collocata in un angolo della camera e le dimensioni minime sono 130 cm x 130 cm, 60 cm per l’ingombro e 70 cm per il passaggio.

Cabina armadio rettangolare o quadrata

con doppie porte scorrevoli, battenti o a libro, per camere spaziose: può occupare un’intera parete, sprovvista di porte e finestre di una camera rettangolare o quadrata.

Le misure variano secondo il numero di persone e le dimensioni della camera. Le misure previste per due persone sono per lo più: 380 cm x 180 cm.

Una cabina di tali dimensioni consente di aver uno spogliatoio ideale, sfruttabile al massimo con  tutti gli accessori: appendiabiti, mensole, cassetti, cassettoni, porta cravatte, porta pantaloni, ripiani vari con mensole portaoggetti, vani aperti o chiusi da portali e sistemi di illuminazione e di areazione.

Cabina armadio: in che materiale?

Le cabine armadio sono realizzate con diversi tipi di materiali come legno, alluminio, acciaio, lacche e vetro in una combinazione perfetta non dal punto di vista estetico ma anche dal punto di vista cromatico.

progettare-cabina-armadio-guida-consigli-19

Cabina armadio: costi

I prezzi variano  con le dimensioni, gli accessori e i materiali usati dalle varie aziende produttrici, orientativamente la spesa non è eccessiva dato che oltre il vano separatore, la porta e l’eventuale impianto elettrico, tutti gli elementi interni essendo prevalentemente dotati solo di scheletro e nessuna anta, il costo è molto ridotto.

Galleria foto cabina armadio

CasaeGiardino
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta