Perché scegliere un pavimento in PVC: pro e contro

I pavimenti in PVC sono la soluzione più moderna ed innovativa, sia per le ristrutturazioni, che per chi ha un budget ridotto. Ecco tutto ciò che c’è da sapere, compresi pro e contro.

pavimento-pvc-9

I pavimenti in PVC sono l’alternativa più moderna ed economica ai classici rivestimenti come il parquet e le piastrelle in ceramica. Essi sono largamente impiegati per usi industriali e nelle grandi strutture quali scuole, palestre e ospedali.

Al giorno d’oggi il cloruro di polivinile ovvero il PVC viene spesso utilizzato anche per uso commerciale e residenziale date le sue caratteristiche principali: la facilità di applicazione, soprattutto di quello adesivo, e il costo contenuto.

Si tratta di un materiale molto versatile che può essere applicato anche su pavimenti già esistenti, classificandosi come ottima soluzione per ristrutturazioni veloci o da fare con budget ridotti. Si presenta sotto forma di rotolo unico oppure strisce adesive: questo lo rende modellabile in molte forme anche da mani inesperte.


Leggi anche: Obi Italia catalogo 2021: le novità nella gamma di pavimenti in pvc

Molto spesso si scelgono i pavimenti in PVC laddove la sostituzione del rivestimento esistente sarebbe troppo lunga o costosa. Le fantasie che troverai in vendita, sia online che nei negozi della grande distribuzione, sono diverse, dall’effetto parquet al marmo, passando per la finta tela o linoleum; questo ti permetterà di rinnovare completamente ogni ambiente della casa in poche semplici mosse. Immagina di passare dal cotto della casa della nonna al finto legno con una mezza giornata di lavoro: un sogno, no?

Una delle ultime novità in commercio sono le piastrelle viniliche, quadrotti adesivi che uniscono eleganza e funzionalità. Il loro uso più diffuso è in cucina e in bagno.

pavimento-pvc-3

Applicazione fai da te del PVC

Sebbene l’ideale sarebbe sempre rivolgersi ad un professionista, è anche vero che l’applicazione del pavimento in PVC può essere considerata una vera e propria attività ricreativa dagli appassionati del fai da te.

Qualora propendessi per questa soluzione, ricorda che la cosa più importante da verificare, nonché la prima, è che la superficie dove lo applicherai sia liscia e non presenti macchie di umido.

Se non fosse perfettamente levigata, bisognerà utilizzare un prodotto idoneo e poi pulire e sgrassare adeguatamente. In caso di problemi di umidità, invece, sarà necessario risolverli prima di procedere alla messa in posa altrimenti il PVC si scollerà in breve tempo.


Potrebbe interessarti: Iperceramica catalogo 2021: le novità della gamma di pavimenti in pvc

Passiamo ora all’applicazione vera e propria. E’ buona norma iniziare dal centro della stanza e poi spingersi verso le pareti; quando lo attacchi, ricorda di premere con decisione dal centro verso i bordi per far scomparire eventuali bolle d’aria. Qualora ci fosse dell’eccesso di prodotto, andrà semplicemente tagliato.

La pavimentazione in PVC è idonea anche al montaggio su sistemi di riscaldamento a pavimento, ma tieni presente che non è consigliato superare i 28°. Inoltre, il giorno in cui procederai nella tua opera, è consigliabile averlo spento almeno due giorni prima e lasciarlo spento per altrettante ore.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

pavimento-pvc-5

Pro e contro da considerare

Quando si sceglie un prodotto nuovo come il PVC è opportuno valutarne pro e contro, come per ogni decisione.  Ecco un elenco riassuntivo, ma dettagliato.

Vantaggi

  • Spessore molto ridotto, 2 mm o meno (la versione ad incastro è solitamente più doppia di quella adesiva); le dimensioni così contenute sono la sua prerogativa principale ovvero quella che rende i pavimenti in PVC perfetti per restyling veloci in quanto, per posizionarlo sul pavimento preesistente, non sarà necessario modificare porte e portefinestre;
  • Resistente all’usura, data la robustezza intrinseca del vinilico;
  • Impermeabile, quindi perfetto per ambienti umidi come il bagno, la cucina o la lavanderia;
  • Antiscivolo e antistatico per sua natura;
  • Buon rapporto qualità/prezzo;
  • Facile da applicare, anche in autonomia, e altrettanto da rimuovere;
  • Facile da tenere pulito, con acqua tiepida e detergente neutro;
  • Ottima resistenza al calpestio, anche in ambienti con traffico intenso come uffici e negozi;
  • Dotato di certificato CE, da verificare solo che non contenga piombo, metalli pesanti, solventi o plasticizzanti dannosi;
  • Eco-sostenibilità dei materiali usati per produrlo e riciclabile al 100%.

pavimento-pvc-8

Svantaggi

  • Attenzione alle sostanze solventi, anche il comune acetone utilizzato per rimuovere lo smalto, perché potrebbe macchiarlo irrimediabilmente;
  • Attenzione agli elementi a punta, soprattutto se piccoli e affilati, e anche agli spigoli dei mobili perché il vinile non è in alcun modo riparabile;
  • Attenzione alla luce solare diretta perché potrebbe causarne uno scolorimento precoce;
  • In fase di applicazione, attenzione a non formare bolle d’aria se non si vuole vanificare tutto il lavoro fatto; scegliete con cura anche la colla perché altrimenti, quando vorrete rimuoverlo o sostituirlo, potrebbe essere più difficile del previsto.

pavimento-pvc-10

Perché scegliere un pavimento in PVC, pro e contro: immagini e foto

Che si tratti della ristrutturazione di un locale commerciale o di un’abitazione, che sia un intervento in grande stile oppure un piccolo restyling, il pavimento in PVC può essere quello che fa al caso tuo. Ora sei pronto a decidere, ma prima di farlo non perdere questa ricca gallery fotografica.

 

Maria Chiara Barsanti
  • Laurea in Relazioni Internazionali
  • Esperta in Digital Marketing e Comunicazione
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle
Suggerisci una modifica