Come scegliere la poltrona massaggiante più adatta alle tue esigenze

Maria Chiara Barsanti
  • Dott. in Relazioni Internazionali

Sei stanco di avere sempre la schiena indolenzita? Fai un lavoro in cui sollevi carichi pesanti e soffri di dolori muscolari? Forse è arrivata l’ora di scegliere la poltrona massaggiante più adatta a te.

BG

Secondo alcuni studi, il giusto massaggio dei muscoli della schiena e della cervicale può portare enormi benefici alla salute, fra cui calo dello stress, diminuzione della pressione sanguigna e netto miglioramento della circolazione. Inoltre, è scientificamente provato che i massaggi fanno bene allo spirito, rilassando i muscoli e distendendo i nervi.

Spesso però il tempo per prenderci cura di noi stessi scarseggia, abbiamo a stento il tempo di sederci un po’ in poltrona la sera. E se fosse proprio la poltrona a farci il massaggio? Un sogno? No, una soluzione alla portata di tutti. Continua a leggere per conoscerne tutte le caratteristiche e selezionare quella che fa esattamente al caso tuo.


Leggi anche: Consigli per acquistare la migliore poltrona relax reclinabile

BG (1)

Principali caratteristiche

Se pensi che le poltrone massaggianti siano tutte uguali, ti sbagli di grosso. Non solo, sono diversi anche i benefici e i vantaggi che ti porteranno, ecco perché è importante conoscerne tutte le varianti prima di procedere all’acquisto.

Ad esempio, una persona anziana avrà necessità di un supporto all’alzata, un lavoratore affaticato di massaggi distensivi, un atleta di allungare i muscoli contratti. In tutti questi casi, la differenza è data dall’intensità del massaggio. Ecco perché è importante che la vostra poltrona abbia intensità di massaggio diverse, da mediamente alta a bassa, in modo tale da regolarla in base alle vostre esigenze. Questo tratto è fondamentale nel caso in cui la stessa poltrona sia usata da più persone.

Una volta verificato ciò, due sono le caratteristiche principali da valutare quando si sceglie la poltrona massaggiante: durata e prestazioni nel tempo. Considerate che una buona poltrona deve durare almeno 5 anni, quindi va da sé che le sue parti più importanti dovranno essere testate per questo. Nello specifico, non dimenticate di analizzare il poggiatesta e il poggiagambe (con o senza alzata meccanica), la seduta e tutte le componenti meccaniche (rulli e testine massaggianti, airbag).

Le versioni più lussuose hanno anche il portabicchieri e sono realizzate in tessuti lavabili, così da dire addio a fastidiose macchie di cibo o altro. In realtà, al giorno d’oggi le poltrone massaggianti sono pensate per integrarsi perfettamente col mobilio esistente quindi in commercio se ne trovano di tutti i materiali, proprio come una normale poltrona.


Potrebbe interessarti: Poltrone da balcone: idee per arredare

come-scegliere-poltrona-massaggiante-11

Badate bene che non tutte le poltrone massaggianti sono reclinabili. Esistono quelle che si piegano fino a 120° (chiamate anche a gravità zero, molto diffuse in Asia) ed esistono poi quelle a dondolo, assai comode per cullarsi dopo una giornata stancante.

In tutti questi casi, prima di comprarne una valutare bene lo spazio in cui la andrete a posizionare: le misure da prendere sono quelle della massima estensione, altrimenti rischiate di non poterla utilizzare al suo meglio. Ancora, nei modelli più tecnologici è spesso presente un computer integrato con un’intelligente funzione di memoria che permette di salvare e riprogrammare la stessa combinazione specifica di massaggio.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Nella maggior parte dei casi, il pannello di controllo è integrato nel bracciolo, solo in alcuni c’è un telecomando esterno. In questo caso, fate particolare attenzione a non perderlo, se non volete rischiare di trasformare la vostra poltrona massaggiante in un toro meccanico!

come-scegliere-poltrona-massaggiante-12

Tipi di massaggio

Nell’acquisto di quella più adatta alle proprie esigenze un fattore di particolare importanza, da tenere in considerazione, è il tipo di massaggio che preferisci o per te più indicato. Le poltrone massaggianti standard solitamente garantiscono un massaggio completo dalla testa ai piedi: i rulli si trovano nei braccioli, nella zona lombare e anche dietro le gambe, talvolta fino alla pianta dei piedi. Quelle più complete sono dotate anche di sistema di riscaldamento, per abbinare il calore alla manipolazione.

Vediamo ora i massaggi più specifici. Il massaggio svedese è quello più comune, agisce con uno sfregamento delicato e una pressione intermittente. Aggiungendo movimenti circolatori (solitamente con rulli o piccole sfere) si ottiene un massaggio cosiddetto a impasto, che può essere effettuato a diverse intensità, sia in maniera ascendente o discendente.

Invece, il massaggio Shiatsu prevede un’intensità maggiore ed esercita una pressione lenta, ma costante su determinati punti specifici. Tenete presente che una poltrona alto performante contempla fino a 10 tipologie diverse di massaggio. Vi basterà accomodarvi e sarà subito total relax.

come-scegliere-poltrona-massaggiante-9

I centri estetici più moderni sono dotati di ottime poltrone massaggianti con vasca d’acqua per effettuare pediluvi e pedicure. Fondi permettendo, nessuno ti vieta di comprarne una per casa tua!

come-scegliere-poltrona-massaggiante-10

Differenze con sedute massaggianti

C’è una grande differenza tra “seduta da massaggio” e “poltrone da massaggio”. Nel primo caso si tratta di un dispositivo portatile, composto da un singolo schienale dotato di funzione vibrante, che si appoggia su qualsiasi seduta (volendo anche il letto). Queste caratteristiche rendono i sedili massaggianti più economici delle poltrone complete, quindi valutate in base al vostro budget se questa soluzione può essere migliore.

Al contrario, nel secondo caso parliamo di poltrone che massaggiano integralmente, coinvolgendo anche le zone del corpo esterne al tronco (braccia e gambe), effettuando una stimolazione della colonna vertebrale dalla cervicale alla zona lombare. Se optate per una seduta da massaggio, non tralasciate di verificare questi elementi:

  • regolazione dell’intensità del massaggio sia in altezza che in ampiezza
  • poggiatesta regolabile
  • seduta riscaldabile

come-scegliere-poltrona-massaggiante-4

Galleria foto: come scegliere una poltrona massaggiante

Idee e spunti fotografici per iniziare a rilassarti solo guardando immagini per scegliere al meglio la tua poltrona massaggiante.