Come scegliere il lavabo per il bagno piccolo

In un bagno piccolo tutto deve essere adattato agli spazi a disposizione, compreso il lavabo. Non rischiare un acquisto sbagliato di cui potresti pentirti, ecco tutto quello che c’è da sapere.

come-scegliere-lavabo-bagno-piccolo-9

La stanza da bagno è diventata una della più curate di tutta la casa. A fine giornata, specie se si è stati fuori per lavoro o altri motivi, è bello ritagliarsi del tempo per un bagno caldo o viceversa una doccia fresca, per la beauty routine e tutti quei piccoli gesti di cura della persona che vengono svolti davanti allo specchio.

Sebbene sia un luogo molto intimo, spesso è attrezzato di tutto punto per accogliere gli ospiti, soprattutto se è l’unico di tutta l’abitazione. E se è molto piccolo? Niente paura, con pochi e semplici gesti e qualche accortezza non dovrai rinunciare né all’estetica né alla praticità.


Leggi anche: IKEA: Arredare casa al mare

In un bagno modesto si parte proprio dalla scelta di mobili e sanitari per garantirsi il perfetto connubio tra funzionalità e stile. Il lavabo, detto più comunemente lavandino, è un elemento essenziale per lo svolgimento delle normali funzioni di igiene personale, ma può rivelarsi anche un arredo di design attorno al quale far ruotare il tema dell’intero ambiente.

A tal proposito, sarà il caso di fare una serie di valutazioni prima di sceglierlo. Prima di tutto è buona norma valutare attentamente l’area che si ha a disposizione, da questo dipenderà senza dubbio la tipologia di lavabo. Infatti, non tutte le forme sono adatte ad un bagno dalle dimensioni contenute, esistono alcuni consigli da seguire anche a livello visivo, ma ne parleremo nel dettaglio più avanti.

Come regola generale possiamo affermare che un’idea sempre vincente è quella di optare per mobili monoblocco, lineari e molto moderni, per un bagno elegante e mai angusto. Ancora, si può approfittare dello spazio verticale al di sopra del lavabo con uno specchio contenitore. Questo particolare complemento d’arredo, soprattutto se nello stile prescelto, consentirà di sfruttare al meglio ogni centimetro e ricavare una superficie altrimenti perduta in cui riporre utensili, accessori e trucco.

come-scegliere-lavabo-bagno-piccolo-7

Tipologie di lavabo

Il lavabo ideale per un bagno di dimensioni contenute è poco ingombrante e non troppo esteso in profondità. Seguendo i consigli degli interior designer, bisogna prediligere un modello lineare ed essenziale in modo che riesca ad inserirsi nell’ambiente circostante senza occupare eccessivamente lo spazio, anche solo visivamente.


Potrebbe interessarti: 10 trucchi per ingrandire un bagno piccolo

Una volta misurato lo spazio disponibile e scelto lo stile da seguire, si possono valutare le diverse tipologie e scegliere quella che meglio si confà al proprio gusto personale.

Le principali varianti in commercio sono:

  • da appoggio; un lavabo appoggiato sul top in modo da spezzare la linea continua del mobile e conferirgli un tocco più moderno e raffinato;
  • sovrapiano; in questo caso il lavabo è sporgente rispetto alla superficie del piano; si considera questa tipologia come una via di mezzo tra contemporaneo e tradizionale quindi potrà valutarla chi vuole conferire un tocco retrò al proprio bagno;
  • semincassato; com’è facilmente intuibile si tratta di un lavandino non completamente incassato nel mobile sottostante, ma pur sempre in rilievo rispetto alla superficie d’appoggio;
  • con vasca integrata o forse sarebbe più corretto dire completamente integrato nel top; questa soluzione è tra le più attuali, di gran moda;
  • free-standing; quello che un tempo era il classico modello a colonna, oggi è un lavabo monoblocco; questa versione è adatta ad un bagno piccolo solo laddove non siano necessari mobili con vani contenitori;
  • sospeso ovvero fissato direttamente alla parete; l’idea di lasciare dello spazio vuoto al di sotto del lavabo è certamente adatta ad uno spazio ristretto in quanto rende l’ambiente più arioso e otticamente libero.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

come-scegliere-lavabo-bagno-piccolo-12

Diversi materiali

Il lavabo, così come gli altri sanitari, è sottoposto ad utilizzo frequente e continue sollecitazioni. Ne consegue che una questione da non sottovalutare è la scelta del materiale, a meno che non si sia disposti a continue sostituzioni e/o riparazioni.

Dai più tradizionali come la ceramica ai più moderni come la resina, ecco quelli tra cui scegliere:

  • astone; si tratta di un materiale composito molto versatile che ben si adatta ad ogni tipo di installazione e non richiede interventi specifici di manutenzione;
  • ceramica; uno dei più resistenti, facile da pulire e destinato a durare a lungo nel tempo;
  • pietra; un altro materiale naturale, da sempre utilizzato da chi cerca un lavabo elegante e robusto;
  • grès porcellanato; questo prodotto ricorre ormai tra tutti i rivestimenti della casa in quanto è disponibile in molteplici finiture di grande effetto, dal marmo al finto legno;
  • resina; tra i più moderni, pare sia piuttosto igienico e di facile lavatura;
  • cristallo; senza dubbio delicato e di classe, ma forse poco pratico e soprattutto inadatto ad ambienti con bambini;
  • mineral; un’altra novità frutto che delle moderne tecnologie che riesce a coniugare proprietà tecniche e lato estetico;
  • quarzo; fabbricato tramite una miscela di resine e materiale inerte, la sua caratteristica principale è la lucentezza.

come-scegliere-lavabo-bagno-piccolo-10

Come scegliere il lavabo per il bagno piccolo: immagini e foto

Dai un’occhiata alla ricca selezione di immagini che abbiamo pensato per te. Al giorno d’oggi le dimensioni ridotte di una stanza non sono più un ostacolo, scopri subito come aggirarlo attraversa la scelta del lavabo giusto.

Maria Chiara Barsanti
  • Laurea in Relazioni Internazionali
  • Esperta in Digital Marketing e Comunicazione
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle
Suggerisci una modifica